in

Fiat 500X: il suo successo non ferma la cassa integrazione a Melfi

Fiat 500X

Fiat 500X rappresenta indubbiamente una delle novità più positive che hanno contraddistinto la principale casa automobilistica italiana in questi ultimi anni. Sin dal suo esordio il nuovo crossover italiano prodotto nello stabilimento Fiat Chrysler di Melfi insieme a Jeep Renegade ha dimostrato di essere un modello che sicuramente incontra il gusto dei consumatori. Questo non solo in Italia ma anche in molte zone del mondo.  Questa vettura anche nel mese di dicembre 2016 che si è appena concluso ha mostrato picchi di vendite molto elevati rientrando nella top ten delle vetture più vendute in assoluto in Italia.

Fiat 500X e Jeep Renegade sugli scudi per le vendite

Fiat 500X dunque può essere ormai considerata come una scommessa vinta dal numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, l’amministratore delegato Sergio Marchionne che non ha mai fatto mistero di puntare forte su questa nuova automobile. Bisogna dire che anche la cugina Jeep Renegade, costruita sulla medesima piattaforma di Fiat 500X sta ottenendo risultati molto lusinghieri. Anche a dicembre infatti il Suv della casa automobilistica americana di FCA ha ottenuto il 15,3 per cento della quota complessiva nel suo segmento di riferimento.  Nonostante questi buoni risultati da parte delle due vetture prodotte a Melfi, lo stabilimento lucano di Fiat Chrysler Automobiles non vive un buonissimo momento.

A Melfi cresce la preoccupazione per le sorti dei lavoratori della linea Punto

I problemi sono dovuti alla cassa integrazione che sta interessando i circa 1.500 dipendenti impegnati nella linea di produzione di Fiat Punto che da 23 gennaio al 10 febbraio prossimi rimarranno fermi. Questo in quanto ormai il ciclo produttivo di Fiat Punto è giunto alla sua conclusione. Questo significa che mano mano che si andrà avanti la produzione di questo modello andrà sempre più a rallentare. Questo anche perché numerose varianti di questo veicolo sono usciti già fuori di produzione. Proprio per questo motivo tra i lavoratori e anche tra i rappresentanti sindacali  dello stabilimento lucano c’è forte preoccupazione per il futuro.

Leggi anche: Fiat Chrysler: le voci di cessione di Alfa Romeo e Maserati fanno il giro del mondo

Fiat 500X
Fiat 500X: molto bene le sue vendite nel 2016 in Italia

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia Veloce protagonista al Salone auto di Bruxelles

Si spera comunque che il successo commerciale di Fiat 500X e di Jeep Renegade possa essere di buon auspicio per il futuro dello stabilimento Fiat Chrysler di Melfi e che i 1500 lavoratori attualmente impegnati nella produzione di Fiat Punto possano presto trovare assicurazione per il proprio futuro grazie all’arrivo di un nuovo modello che si possa affiancare alla produzione di 500X e Renegade. Qualcuno parla di nuova generazione di Fiat Punto, altri invece scommettono su un modello completamente diverso, quello che però tutti chiedono a gran voce a Melfi è che venga assicurata continuità al lavoro svolto dai dipendenti dello stabilimento lucano in questi ultimi anni.

Alfa Romeo Giulia Veloce

Alfa Romeo Giulia Veloce protagonista al Salone auto di Bruxelles

Alfa Romeo Giulia: Tutti i premi conquistati nel 2016