in

Alfa Romeo: +29,5% a dicembre 2016 in Francia

Alfa Romeo logo

Arrivano buone notizie dal mercato francese per Alfa Romeo. La celebre casa automobilistica del Biscione chiude il 2016 nel paese transalpino nel migliore dei modi crescendo in misura pari a +29,5 per cento rispetto a quanto ottenuto nello stesso periodo del 2015.

Si tratta di un ottimo risultato che tra le altre cose non rappresenta nemmeno una sorpresa. Infatti tutto il 2016 del brand milanese di Fiat Chrysler Automobiles è stato molto positivo in Francia. Basti considerare che il marchio di Arese ha ottenuto nei 12 mesi del 2016 una crescita del numero delle immatricolazioni pari a 15,4 per cento rispetto a quanto fatto registrare nell’arco dell’intero 2015.

Alfa Romeo in Francia cresce bene rispetto al 2015

Ovviamente è facile ipotizzare che il merito di questo exploit che la mitica casa automobilistica del Biscione ha raggiunto in Francia, sia principalmente merito della nuova berlina di segmento ‘D’ Alfa Romeo Giulia. La nuova auto prodotto nello stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Cassino da quando è giunta sul mercato auto ha contribuito a dare una grossa mano al Biscione per far crescere considerevolmente il numero delle auto vendute nel vecchio continente.

Questo risultato tra l’altro mette in evidenza come il celebre marchio italiano cresca nel mercato transalpino più della media generale. In Francia infatti la vendita delle auto ha visto crescere del 5,8 per cento le sue percentuali per il mese di dicembre. Mentre prendendo in considerazione l’anno per intero la crescita è stata del 5,1 per cento. 

Leggi anche: Fiat Chrysler, le novità in mostra al CES ed al Salone di Detroit 2017

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia: nel 2016 si cresce bene in Francia rispetto al 2015, merito in particolare della berlina di segmento ‘D’ Alfa Romeo Giulia

Leggi anche: Alfa Romeo Giulietta: nuovo render e anticipazioni sulla prossima generazione

Numeri di buon auspicio per il 2017 del Biscione

Ovviamente queste risultati fanno la gioia dei dirigenti di Alfa Romeo e pure dei vertici di Fiat Chrysler Automobiles. In primis ci riferiamo al numero uno Sergio Marchionne che non fa mistero di puntare forte sul rilancio del Biscione considerato come l’obiettivo principale di Fiat Chrysler per i prossimi anni insieme alla riduzione del debito. Ovviamente questi risultati vengono visti come buon auspicio per il 2017 che è appena cominciato e che per la casa automobilistica milanese potrebbe rappresentare un anno fondamentale nella sua storia ultra centenaria.