in

Fiat Chrysler: trasferimento di operai da Pomigliano a Cassino?

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Fiat Chrysler ha reso ieri nota l’intenzione di trasferire per un lungo periodo alcune centinaia di lavoratori dello stabilimento FCA di Pomigliano d’Arco a quello di Cassino, luogo dove vengono prodotte attualmente Alfa Romeo Giulia, Stelvio e Giulietta. Gli operai interessati da questa iniziativa sarebbero proprio coloro che attualmente si trovano in regime di contratto di solidarietà, che sono quelli che attualmente lavorano di meno. Per parlare di ciò presto ci sarà un incontro tra i rappresentanti di Fiat Chrysler e quelli dei sindacati. Questo incontro si svolgerà questa mattina negli uffici romani del gruppo diretto dall’amministratore delegato Sergio Marchionne. 

Fiat Chrysler vuole trasferire centinaia di lavoratori

Dunque se i sindacati daranno l’ok avverrà questo trasferimento di lunga durata. Si tratta di un qualcosa che ha già in passato interessato lo stabilimento di Pomigliano, quando nel 2015 circa 200 operai furono trasferiti nello stabilimento FCA di Melfi per dare man forte nella produzione di Jeep Renegade e Fiat 500X. Stavolta invece il trasferimento verrebbe attuato in funzione della produzione delle nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio, la cui produzione entrerà a pieno regime già a partire dal prossimo anno. Ricordiamo che al momento a Pomigliano sono circa 3200 i lavoratori in contratto di Solidarietà. Di questi si vocifera che un numero tra i 350 e i 650 possa essere mandato a Cassino.

Leggi anche: Alfa Romeo e Fiat: cambiano i responsabili della comunicazione

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler: vuole trasferire tra i 350 e 650 lavoratori da Pomigliano a Cassino

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: auto più fotografata e provata al Motor Show 2016

I sindacati possibilisti sul trasferimento

Lo stabilimento di Cassino dista 94 chilometri da Pomigliano e Fiat Chrysler vuole garantire un servizio di Bus navetta quotidiano per i propri dipendenti che da Pomigliano si trasferiranno a Cassino. I contratti di solidarietà degli operai di Pomigliano valgono sino ad aprile 2017 con possibilità di proroga sino ad aprile 2018. Sgambati di Uilm si dice possibilità, a patto che ai lavoratori venga concesso un modo agevole di trasferirsi da Pomigliano a Cassino. Questo in quanto per un periodo lungo a questi lavoratori verrebbe garantito un aumento salariale rispetto all’attuale contratto di solidarietà. 

Fiat Chrysler

Fiat Chrysler Termoli: tragedia nello stabilimento, muore operaio

Fiat Coupe Turbo

Fiat Coupé Turbo del 1994 messa in vendita nuova di zecca in Irlanda