in

Alfa Romeo 164 ProCar: esposta al Motor Village di Arese

Alfa Romeo 164 ProCar
Alfa Romeo 164 ProCar

Alfa Romeo 164 ProCar è una delle vetture che hanno fatto la storia della gloriosa casa automobilistica del Biscione. Questo esemplare domenica 18 dicembre 2016 verrà esposto al Motor Village di Arese allo scopo di festeggiare adeguatamente i 40 anni dello storico museo di Alfa Romeo. Questa vettura fu realizzata appositamente allo scopo di gareggiare nel Campionato Mondiale FIA Pro Car del 1988. Questa automobili è rimasta celebre nella storia della casa automobilistica milanese di Fiat Chrysler Automobiles per il fatto che il suo telaio è tutto realizzato in Fibra di Carbonio. 

Alfa Romeo 164 ProCar: sarà mostrata ‘aperta’ per mostrare i suoi lati nascosti

Anche questa esposizione dunque si inserisce in tutte quelle iniziative volte a festeggiare in maniera adeguata i 40 anni del  museo storico di Alfa Romeo denominato ‘La Macchina del Tempo’. La particolarità di questa esposizione sta nel fatto che questo esemplare di Alfa Romeo 164 ProCar sarà aperto al fine di poter mostrare non solo la sua carrozzeria ma anche i motori e tutto quello che normalmente non emerge in superficie quando si guarda un’automobile.

Ricordiamo anche che Alfa Romeo 164 ProCar unisce il V10 realizzato inizialmente appositamente per la Ligier i Formula Uno, al design della 164 e un telaio, ideato da Brabham, che si caratterizza per la presenza di una cellula centrale con una struttura a nido d’ape in alluminio e Nomex rivestita in fibra di carbonio.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulietta e Jeep Renegade: oggi consegna alla Polizia

Alfa Romeo 164 ProCar
Alfa Romeo 164 ProCar: il celebre modello mostrato al Motor Village di Arese domenica 18 dicembre 2016

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: parla Fabrizio Curci, responsabile area Emea

Alfa Romeo 164 ProCar fu prodotta in due unità nel settembre 1988. A Balocco ne scese in pista una guidata da Giorgio Francia. Questo modello riuscì a percorre 400 metri con partenza d fermo in appena 9,7’’. Per percorrere un km, Giorgio Francia ci mise appena 17,5’’. La velocità massima raggiunta da questa automobile del Biscione fu di circa 340 km/h. La presenza di questo modello in occasione dei 40 anni del museo storico di Alfa Romeo mette in evidenza ancora una volta che il brand di Arese punta al rilancio anche mettendo in evidenza la sua vocazione sportiva che da sempre è stata una delle sue principali caratteristiche.

Alfa Romeo Giulietta

Alfa Romeo Giulietta e Jeep Renegade: oggi consegna alla Polizia

Alfa Romeo Giulia Polizia, ufficiale Foto e video