in

Alfa Romeo Giulia: negli USA prezzi più bassi per vincere la sfida

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia

Negli USA, Alfa Romeo Giulia si gioca una fetta importante del suo possibile successo commerciale. Questo potrà essere decretato solo al raggiungimento di determinati numeri complessivi per i quali è fondamentale fare bene nel mercato americano. Proprio per questo motivo i dirigenti del Biscione hanno deciso di fare esordire  la nuova berlina di segmento ‘D’ negli Stati Uniti con un listino prezzi molto competitivo che rende la vettura come una delle più convenienti nel suo segmento di mercato. Basti pensare che il modello base, come vi abbiamo accennato in un altro nostro articolo viene proposto in quel mercato al prezzo di partenza di 36 mila euro.

Alfa Romeo Giulia: negli USA costa molto meno che in Europa

Insomma si tratta di una cifra ben inferiore da quella prevista in Europa per acquistare la nuova berlina del Biscione per la quale come minimo ci vuole una cifra di poco superiore ai 40 mila euro. Una bella differenza la troviamo anche tra Alfa Romeo Giulia Veloce e la Giulia Ti americana che in poche parole sono la stessa auto, con la differenza che in Europa la Veloce costa 50.500 euro mentre negli USA 40.079.  Una marcata differenza esiste anche per quanto concerne la top di gamma Quadrifoglio che in Italia costa 81.500 euro e negli USA invece viene venduta a 68.611 euro. 

Leggi anche: Alfa Romeo Spider 2019: un nuovo render dal web

alfa-romeo-giulia-veloce-16
Alfa Romeo Giulia: prezzi più bassi negli USA per garantire il successo commerciale della nuova berlina

Leggi anche: Alfa Romeo Giulietta New Generation: l’ipotesi di Laco Design

Anche questo fa comprendere come la posta in gioco per il futuro di Alfa Romeo sia altissima. I dirigenti del Biscione ed in primis il numero uno Reid Bigland, col consenso dell’amministratore delegato Sergio Marchionne, stanno cercando di fare di tutto pur di far tornare al successo negli USA le nuove vetture di Alfa Romeo. Alfa Romeo che da troppi anni manca dal mercato americano con vetture che non siano di nicchia come la sportiva 4C che vende solo poche centinaia di modelli l’anno negli Stati Uniti.

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio sarà la prima vettura del lotto a sbarcare in America, con le ordinazioni che si apriranno in questo mese di dicembre.Poi nei primi mesi del 2017 toccherà alle altre versioni di Giulia e anche al primo Suv nella storia del biscione, Alfa Romeo Stelvio. I dirigenti del Biscione hanno promesso la piena occupazione nel 2017 a Cassino, molto dipenderà dal successo commerciale di Giulia e Stelvio negli USA.

 

 

Alfa Romeo Spider

Alfa Romeo Spider 2019: un nuovo render dal web

Fiat 500X Cross Plus

Fiat 500X: ecco gli aggiornamenti per il 2017