Maserati, calano le vendite nel primo trimestre del 2015

Maserati

Il 2014 è stato un anno davvero positivo per Maserati che ha registrato una forte crescita praticamente in tutti i mercati internazionali. Il 2015, invece, non sembra essere iniziato nello stesso modo per il brand italiano che, in ogni caso, continua nella sua strada verso il raggiungimento del target delle 75 mila unità vendute al mondo entro il 2018.Maserati Quattroporte

Nella giornata di ieri, infatti, FCA ha rilasciato i dati di vendita relativi al primo trimestre dell’anno in corso che hanno messo in evidenza un primo, parziale, rallentamento di Maserati che, al termine dei primi tre mesi del 2015, ha totalizzato 7.306 unità distribuite in tutto il mondo. Rispetto allo stesso periodo dell’anno passato, Maserati ha registrato una riduzione del numero di unità consegnate di 735. A conti fatti si tratta di un calo pari a circa il -10% che, di certo, non aiuta il raggiungimento degli obiettivi di vendita prefissati illustrati in precedenza.Maserati Ghibli

Come già abbiamo visto nei giorni scorsi, il programma di crescita di Maserati è legato a doppio filo al mercato cinese che, lo scorso anno, ha fatto registrare, per il marchio italiano, una crescita del +149%, un dato che non è si è ripetuto in questo primo trimestre dell’anno. Stando a quanto affermando da Richard Palmer, direttore finanziario di FCA “Maserati nel primo trimestre ha subito l’impatto del rallentamento in Cina” La diminuzione della domanda in Cina rappresenta, quindi, il motivo principale del rallentamento di Maserati che, come detto in precedenza, punta ad ampliare drasticamente la sua presenza nell’importantissimo mercato asiatico. Per Palmer il 2015 non sarà un anno semplice per il marchio italiano. Ecco quanto dichiarato dal dirigente di FCA “Questo sarà un anno difficile per Maserati, non abbiamo nulla di nuovo fino all’inizio del prossimo anno, il Suv Levante arriverà nel 2016“.Maserati Levante

In sostanza, il 2015 di Maserati sarà un vero e proprio anno di transizione in vista del raggiungimento degli obiettivi futuri prefissati dal piano industriale che, come sottolineato dallo stesso Palmer, non saranno modificati nonostante i dati negativi di questo primo trimestre del 2015. Il futuro di Maserati, infatti, passa per il debutto del nuovo SUV Maserati Levante che, dopo il debutto in pubblico fissato nella seconda parte dell’anno, entrerà in produzione, nello stabilimento di Mirafiori, a partire dal gennaio del 2016 per poi raggiungere entro il primo trimestre del prossimo anno tutti i mercati internazionali, Cina compresa. Sarà compito soprattutto del nuovo SUV garantire, nei prossimi anni, un nuovo step in avanti delle vendite di Maserati che, a fine 2014, si sono fermate alla confortante cifra di quasi 37 mila unità distribuite. Per ora, quindi, i prossimi mesi rappresenteranno per Maserati una fase di preparazione in vista del 2016 che si prefigura come un anno fondamentale per il raggiungimento del target di vendita fissato per il 2018. Maggiori dettagli sul futuro di Maserati e sull’andamento delle vendite del brand arriveranno nel corso dei prossimi mesi con il rilascio dei dati di vendita internazionali del primo semestre.

  • wissender

    Questo risultato e’ un allarme. Bisognia analizzare per bene le vendite e i mercati.