Fca svolta storica: i dipendenti parteciperanno agli utili

FCA: boom vendite USA, niente ferie quest'anno

Svolta storica in Fca annunciata dall’amministratore delegato Sergio Marchionne  all’assemblea degli azionisti che si è svolta ad Amsterdam.

“Con Fca tutto è cambiato, per sempre”.

Ecco invece le parole pronunciate dal presidente di Fca, John Elkann.

Marchionne ha presentato qual è il nuovo piano retributivo e lo ha fatto conoscere ai sindacati. Per Fca si prevede un costo massimo complessivo  di oltre 600 milioni di euro.
D’ora in poi si faranno partecipare direttamente tutte le persone ai risultati di produttività, qualità e redditività con riguardo al piano industriale 2015-2018.

In pratica si tratta dei modelli già presenti in Ferrari e Volkswagen, tanto per fare due esempi. Andiamo a comprendere nel dettaglio in che cosa consiste questo nuovo piano bonus.

Innanzitutto è previsto un bonus annuale che dipenderà dai risultati di efficienza produttiva, pari mediamente al 5 per cento del salario base e fino a un massimo del 7,2 per cento al raggiungimento di performance ottimali.

In aggiunta anche un secondo bonus trimestrale, sempre legato ai risultati economici registrati nell’area Emea e indicati nel piano strategico 2015-18.

Un compenso complessivo per il quadriennio pari al 12 per cento del salario base fino a un massimo del 20 per cento. Parte dei bonus sarà pagata già a partire da quest’anno e nel 2019 la parte rimanente fino a un massimo del 14 per cento del salario base.

In pratica, come reso noto dai conteggi effettuati da repubblica.it, un operaio specializzato potrà guadagnerà fino a 10.700 euro in più in quattro anni.

Fca ha inoltre confermato di voler raggiungere gli obiettivi finanziari 2015 e di puntare a consegnare nel corso dell’anno tra i 4,8 milioni e 5 milioni di veicoli.

Sergio Marchionne ha parlato anche di nuove assunzioni in arrivo in Italia:

“Le annunceremo quando avremo dettagli”.