Alfa Romeo, forte calo di vendite in Europa a marzo

di -
Alfa Romeo Giulietta QV

Come abbiamo visto nei giorni scorsi, il mese di marzo è tornato a far registrare un calo nelle vendite in Italia per Alfa Romeo che, al termine del terzo mese del 2015, ha messo insieme 3.128 unità vendute con un calo del -3.9% imputabile al crollo delle vendite della MiTo visto e considerato che l’Alfa Romeo Giulietta si è difesa piuttosto bene con una crescita del +7.8%. In ogni caso, il primo trimestre del 2015 per Alfa Romeo si chiude con un discreto +4.9% per quanto riguarda le vendite in Italia. Alfa Romeo Giulietta

A metà del mese di aprile, come da tradizione oramai consolidata, arriveranno i dati ufficiali relativi all’andamento delle vendite in Europa a marzo. Nel frattempo siamo già in grado di analizzare alcuni dati parziali dei principali mercati europei e, per Alfa Romeo, la situazione è tutt’altro che positiva. In uno dei principali mercati europei, la Francia, Alfa Romeo ha fatto registrare appena 614 unità vendute, un dato che si traduce in un calo del -22% rispetto al marzo dello scorso anno. Se consideriamo il primo trimestre dell’anno in corso la situazione peggiora ancora. Nonostante il mercato francese continui a crescere, infatti, i primi tre mesi dell’anno si chiudono con un calo del -23.5% per Alfa Romeo.Alfa Romeo Giulietta 2

La situazione non migliora di certo se consideriamo un altro mercato molto importante di Alfa Romeo, la Germania dove le vendite sono oramai ridotte all’osso. A marzo, infatti, il calo è pari al -5% ma se consideriamo il primo trimestre dell’anno, in cui Alfa Romeo ha venduto appena 753 unità, il calo è pari al -9.2%. Discorso simile in Spagna dove, nonostante il mercato locale continui a crescere in modo davvero marcato, Alfa Romeo non riesce a mettere insieme più di 220 unità vendute a marzo, con un calo del -25.7% rispetto allo scorso anno. Nel primo trimestre il calo è del -6%.Alfa Romeo Giulia

Appare chiaro come Alfa Romeo stia vivendo un periodo di forte transizione e, potremmo dire con più precisione, di attesa. Il piano di rilancio del brand, infatti, avrà inizio con il debutto della nuova Alfa Romeo Giulia e del nuovo Alfa Romeo SUV che avranno il compito di rilanciare prima l’immagine e poi le vendite del brand. Per raggiungere gli ambiziosi obiettivi di vendita del brand, che mira a raggiungere quota 400 mila unità vendute al mondo entro il 2018, di cui almeno 250 mila in Europa, sarà però necessario qualcosa in più. Le vendite della Giulietta dovranno crescere per forza e senza il debutto della nuova generazione, che ricordiamo presenterà la trazione posteriore, caso rarissimo nel segmento C del mercato, Alfa Romeo potrebbe essere destinata a vivere ancora molti mesi di vendite troppo limitate per poter insidiare i rivali. Maggiori dettagli, in merito al mercato europeo, ricordiamo, arriveranno nel corso della prossima settimana.

  • Praticamente é rimasta solo la giulietta da vendere,la 159 é fuori produzione come la brera e la gt, la mito esteticamente è sempre quella del 2008 e non è mai stata fatta la versione 5 porte,grande mancanza……la 4c è x chi puo permettersela……..aspettiamo l’ erede della 159 a giugno e speriamo bene !

  • Entro 30 mesi dovrebbero uscire 8 modelli nuovi..speriamo..

  • accorgersi è già qualcosa

  • Togliere la 159 e la Brera per me è stato come infilzarmi i piedi e mani con i chiodi e trafiggermi il costato…da possessore di 147 T.S DIO PORCO!

  • Sono un possessore di una Gt. Auto stupenda. Consuma poco, tenuta di strada Alfa, va alla grande spesso auto con molti più cavalli prendono la polvere… Ha un bagagliaio capiente. Ci ho girato tutta Europa agilmente. Toglierla di produzione è proprio da idioti

    • Resterà infatti un’icona del marchio.

  • wissender

    Ma non lo so quale vendite si puo aspettare qualcuno, avendo delle strategie invece di sostenere i modelli che c’erano e di farci almeno dei piccoli ritocchi, fino a quando vengono rilanciato le nuove, invece di eliminare tutta la produzione della Brera, 159, GT. Sull’ mercato si e perso troppo tracciato rispetto ai concurrenti. A cercare di lottare solo con la Giulietta, che poi pure gia si sa che verra eliminata di costruzione con attrezione anteriore, e una lotta come Davide contro Goliath. Si battera pure bene la Giulietta, ma come modello affiancato solo con la Mito non puo certamente competere sulle vendite totale con i concurrenti. La FCA ha troppo esageratamente mirato sui risparmi della produzione in Italia, per comperarsi, piazzare ed avviare la Chrysler. Non ha avuto la sensibilita necessaria di avere l’occhio giusto per mantenere bene il bilancio tra la Chrysler ed i risparmi. Speriamo che non sia troppo tardi.

  • wissender

    Il rilancio delle Alfa Romeo nuove, doveva avvenire all’ piu tardi gennaio 2015, ma non con la presentazione, con le vendite. E anche gli altri modelli annunciati dovrebbero avere subito il debutto in vendita.