Alfa Romeo Giulia potrebbe avere un nome diverso, ecco il perché

di -
Alfa Romeo Giulia

La nuova Alfa Romeo Giulia farà il suo debutto ufficiale al Museo di Arese il prossimo 24 giugno dando il via effettivo al piano di rilancio internazionale del marchio Alfa Romeo. La nuova berlina, che possiamo tranquillamente definire come uno dei modelli più attesi dell’anno dagli appassionati delle quattro ruote italiani, rappresenta ancora un mistero visto e considerato la ritrosia di Alfa di rivelare anche un solo piccolo dettaglio sulla vettura. Alfa Romeo Giulia

Uno degli argomenti più caldi per quanto riguarda la nuova Alfa Romeo Giulia è legato proprio al nome commerciale con cui la vettura sarà presentata il prossimo 24 di giugno. Come sappiamo, infatti, il nome “Giulia” non piace ad alcuni dirigenti di Alfa Romeo per un motivo molto semplice. Tale denominazione, che rappresenta un pezzo di storia del marchio Alfa Romeo, non direbbe molto agli automobilisti d’oltreoceano che rappresenteranno una fetta importante dei futuri acquirenti della berlina, almeno nei piani dell’azienda. Alfa Romeo Giulia

In Alfa Romeo, quindi, sono in parecchi a spingere per utilizzare una denominazione differente rispetto ad Alfa Romeo Giulia per la futura berlina. Nei mesi scorsi, alcuni rumors evidenziavano la possibilità di una doppia denominazione. In Europa, la nuova berlina potrebbe chiamarsi effettivamente Alfa Romeo Giulia mentre, in Nord America, si potrebbe ricorrere ad un nome alfa-numerico come Alfa Romeo 6C o Alfa Romeo 100 o, ancora, un altro nome che, per ora, non è stato protagonista di alcun rumors nei giorni scorsi.Alfa Romeo Giulia

Noi di ClubAlfa ci sentiamo di ribadire, come molti altri Alfisti, che la scelta di non utilizzare il nome Giulia, almeno in Europa, non verrebbe presa benissimo dai migliaia di potenziali clienti che da anni attendono la nuova berlina che segnerà l’inizio del piano di rilancio del marchio. La dirigenza Alfa Romeo, oltre al CEO di FCA Marchionne, hanno confermato che il nome definitivo della nuova Giulia potrebbe essere differente e che una decisione non è ancora stata presa. Alfa Romeo Giulia

La scelta di utilizzare un doppio nome per la nuova berlina, supportata da alcuni rumors dei mesi scorsi, potrebbe non rivelarsi vincente visto che andrebbe a snaturare il ruolo della futura Giulia attribuendole, nei fatti, una doppia identità quando, da mesi oramai, tutti gli appassionati del mondo delle quattro ruote attendono il debutto di una singola vettura in grado di riportate il nome Alfa Romeo, che si candida a diventare un nuovo simbolo del Made in Italy nel mondo, in alto sia in Europa che nel resto del mondo. In conclusione, possiamo affermare che, al momento, vi sono indiscrezioni sempre più insistenti di un possibile cambio di denominazione della futura berlina di Alfa Romeo ma una decisione definitiva potrebbe essere presa soltanto nelle settimane immediatamente precedenti il debutto ufficiale della vettura attesa, ricordiamo, alla sua prima apparizione il prossimo 24 di giugno.

  • Kon Tro

    Inutile piagnucolare sul nome, tanto quel mercenario di Marchionne pensa agli USA prima di tutto, quando lo capirete una buona volta?
    E comunque anch’io sono contrario al riutilizzo del nome Giulia, una macchina del glorioso passato che nulla ha a che vedere con questa…cosa, qualunque forma prenda. La Giulia era un’Alfa vera, questa invece è l’ennesima Alfiat, anche con un V6 sotto al cofano.

    • Alfonso

      Non può essere una Fiat camuffata sennò significa che stanno perdendo solo tempo!! Io direi di aspettare prima di giudicare..se poi non corrisponderà alle aspettative degli appassionati peggio per loro..non venderanno un bel niente. Ma ripeto..ASPETTIAMO..

    • autodelta156

      Ehm… al massimo sarà un’ Alfa-Maserati perché l’unica cosa che avrà di Fiat saranno i motori Multijet (e menomale). Avete rotto con sta storia delle alfiat.

      • Alessandro Blitz-Radler

        Infatti, han veramente rotto. E anche prima, i motori a benzina delle Alfa, dai Twin Spark ai JTS, sono sempre rimasti distinti da quelli montati su Fiat e Lancia, e hanno sempre avuto caratteristiche tecniche superiori. Su questo modello poi I test li stanno facendo su un muletto con telaio Maserati. Prima volta che sento qualcuno lamentarsi perché ci potrebbe essere un’Alfa con caratteristiche Maserati. Forse qualcuno preferisce le Audi con la tecnica condivisa con le Skoda.

    • Alessandro Blitz-Radler

      Non credo proprio sarà una “Alfiat”. C’è un team di 200 ingegneri Alfa-Maserati che ha lavorato in segreto e in totale distaccamento rispetto al resto dei progettisti FCA su questo modello. Ci sarà trazione posteriore, motori di origine Ferrari sino a 400 cv o anche oltre.
      Basta con queste polemiche a priori. Rischiate di non essere obiettivi anche nel caso in cui uscisse un modello top.

  • perché Alfa Romeo 100 dice di più???mah che problema….

  • Basta che la macchina sia buoba

  • jonathan

    Sono favorevole a non utilizzare giulia…é un nome glorioso che non avrà mai sucessore degno…meglio non rischiare e dare un nome che mai é stato utilizzato…6c é un controsenso…6c deve essere il nome di una berlinetta a meta tra 4c e 8c con motore unico v6…alfa 100 molto meglio

  • Se è vero che l’Alfa Romeo deve ispirarsi al proprio passato per presentare modelli prestigiosi, desiderabili e autorevoli, deve allo stesso tempo trasmettere bene l’idea di essere proiettata verso il futuro; da questo punto di vista, io non apprezzo particolarmente l’idea, ormai diventata regola nel gruppo Fiat, di sfruttare l’effetto nostalgia e proporre modelli che cerchino di rinverdire nei potenziali clienti i ricordi di un passato lontano.
    Allora, la nuova Alfa dovrà essere un’auto davvero nuova, che trarrà popolarità dalle proprie caratteristiche intrinseche e dalla propria bellezza, non dalla commozione di rivedere qualcosa di ricollegabile ai sogni giovanili dei nostri genitori! E, tra quarant’anni, non ci si dovrà riferire ad essa come “la Giulia, ma quella del 2015 (anche se, diciamola tutta, quella del ’62 era un’altra cosa)”, ma come qualcosa che ha segnato una vera discontinuità, e che finalmente, dopo vent’anni di Fiat ricarrozzate, ha portato l’Alfa nel XXI secolo.

    • jonathan

      Ben detto sono assolutamente d’accordo con te!

    • beppedelp

      Sono stati spesi dei miliardi in pubblicità nel passato per dare valore a questi nomi. Reinventare il passato per costruire il futuro, no? Il nome Giulia è ci porta immediatamente nel mondo Alfa, ci viene subito in mente il biscione. È una strategia ottima per un grande successo. Sono sicuro che questa macchina (qualsiasi nome avrà) sarà un gioiello all’altezza di un grande marchio italiano. Forza Alfa!

    • wissender

      Hai proprio ragione.

  • Pensando all’America dovrebbero chiamarla “Milano” come era conosciuta là l’ultima trazione posteriore Alfa Romeo.