Assicurazione auto a rate: è conveniente?

I pro e i contro del pagamento dell'assicurazione RCA a rate

Pagare l’assicurazione auto a rate sta diventando una moda anche nel nostro paese, una tendenza nata da qualche anno anche a causa della crisi economica degli ultimi anni, degli stipendi sempre troppo bassi, del caro vita e dei premi assicurativi che sono lievitati notevolmente. Quest’ultimo effetto ha invogliato gli automobilisti a stipulare contratti con le compagnie assicurative on line, levando una fetta generosa di clienti alle assicurazioni classiche, quelle fisiche con le succursali sul territorio. Queste ultime per contrastare questo fenomeno, hanno lanciato una controtendenza, ossia il pagamento del premio assicurativo a rate.

Quanto conviene il pagamento rateale?

Il pagamento rateale dell’assicurazione auto ha lati positivi e negativi, realtà che spesso accade con tutte le novità che interessano le finanze dei consumatori. Il pagamento a rate permette all’utente la distribuzione dell’intera quota in comode rate mensili, che possono essere dieci o dodici, a seconda dell’esigenza, possibilità e anche scelta dell’assicurato stesso. Questa scelta appare conveniente, in quanto l’autista, non sentendo gravare sulle finanze una cifra importante per il pagamento della polizza, affronta la spesa con maggiore facilità, anche perché parliamo di modiche cifre mensili, che nel complesso non caricano sul budget famigliare, per cui una soluzione, spesso invitante.

Ci sono anche altre valutazioni da fare quando si parla di rateizzazione, quali sono gli interessi e quanto ci costano?

Come funziona

Il pagamento di un’assicurazione a rate prevede l’intervento di una terza figura, ossia una società finanziaria che rimborsa alla assicurazione l’importo della polizza, per cui non sarà la compagnia che permette all’assicurato di pagare comodamente a rate l’importo dovuto per la RCA, il tutto avviene tramite finanziaria e pagamento dei relativi tassi d’interesse.

Quando s’intende stipulare un contratto di questo genere che prevede un pagamento a rate, è bene informarsi sui tassi d’interesse previsti per il finanziamento e ponderare bene quanto effettivamente possa essere conveniente, verificando la somma complessiva dell’intera spesa, sommando l’importo della polizza con quello inerente agli interessi. In conformità a quanto appena descritto, questa scelta potrebbe rivelarsi non favorevole e conveniente in termini economici, ma come spesso accade, ci sono sempre i pro i contro in ogni situazione; in questa fattispecie specifica, la convenienza come accennato, si identifica nella possibilità di pagare la polizza auto e mettersi in regola con la normativa senza tuttavia dover necessariamente limitarsi e o rinunciare ad altre eventuali spese.

Questa forma di pagamento è sicuramente legata alle condizioni personali del singolo autista, se si trova in una situazione economica complicata, sebbene sia necessario pagare una somma maggiore per la corresponsione degli interessi, questa è senz’altro una soluzione ideale e consona al momento.

  • enrico

    Penso che non è un fatto di moda ma un fatto di necessità