Marchionne batte Della Valle, è lui il numero uno sul web

Marchionne:

Lo scorso mese di febbraio, l’amministratore delegato di Fca, Sergio Marchionne, è risultato essere il  manager italiano con la migliore identità digitale. Complessivamente per il presidente della Ferrari 68,5 punti su 100, in testa alla top ten redatta da Reputation Manager, il più autorevole istituto italiano specializzato nella misurazione della reputazione online dei brand e di soggetti pubblici.

Dietro a Sergio Marchionne, staccati, troviamo Marco Patuano (ad di Telecom Italia ) al secondo posto con 56,5 punti, mentre sul gradino più basso del podio si piazza il “nemico storico” Diego Della Valle (Tod’s), in graduatoria con 55 punti.

Una analisi e uno studio da parte di Reputation Manager che va a considerare differenti comparti quali l’immagine percepita, la presenza enciclopedica su wiki e sui canali di news, blog e social network.

Sergio Marchionne consolida la prima posizione con una crescita di 6 punti rispetto al precedente mese di gennaio. L’ad di Fca è riuscito infatti a raddoppiare la sua presenza in news e blog, grazie ad una serie di notizie da “prima pagina”, come ad esempio i suoi guadagni annuali di 60 milioni di euro nel 2014, la presenza e le sue dichiarazioni al Salone di Ginevra, la Ferrari che sotto la sua presidenza conquista alla prima gara il podio in Formula Uno.

Marco Patuano risulta in ripresa, al secondo posto, a seguito soprattutto della promessa di 4mila assunzioni con il Jobs Act e una serie di investimenti in Italia per la fibra ottica.

Il “nemico” di Sergio Marchionne, Diego Della Valle, perde terreno sul web e scende di 1,5 punti a febbraio posizionandosi a 55 punti.

La sua presenza nelle news è in forte calo nonostante alcune dichiarazioni rese in occasione dei risultati positivi della Fiorentina di quest’ultimo periodo.

Dietro i primi tre della classifica troviamo, in ordine discendente, Francesco Starace (Enel ), Francesco Caio (Poste Italiane), Marina Berlusconi (Fininvest), John Elkan (Fiat ), Mauro Moretti (Finmeccanica), Alessandro Profumo (Monte dei Paschi) e un Urbano Cairo (Cairo Communication) che chiude la top ten.

  • Si ma bisogna vedere i giudizi che rimedia che per quanto mi riguarda non sono positivi Inoltre non puoi paragonare il gruppo FCA con una azienda di calzature che paga le tasse in Italia e investe in Italia