RCA: arriva il tagliando elettronico, che cosa cambia

Addio al vecchio contrassegno assicurativo, arriva il tagliando elettronico, tutte le novità

Il mondo digitale sta entrando di diritto nella nostra quotidianità, sono anni che si parla dello smaltimento della carta e semplificazione della burocrazia tramite la digitalizzazione, ossia riduzione della carta a favore dell’ambiente e anche delle legislazioni stesse. Dal mese di aprile 2015 arriva un’altra bella novità nel campo delle assicurazioni auto RCA: il tagliando elettronico. Abbiamo già parlato di questo nuovo imminente arrivo, ma che cosa cambia? Come funziona? A cosa serve?

Questi sono i dubbi e le domande che arrovellano la mente degli automobilisti, soprattutto di quella fetta di autisti che non hanno un ottimo rapporto con il digitale, non solo per mancanza di pratica e conoscenza, ma anche per puro e semplice fattore generazionale.

Il tagliando elettronico

tagliando elettronicoIl tagliando elettronico sostituirà dal prossimo mese di aprile 2015 quello classico che attesta il pagamento obbligatorio dell’assicurazione RCA, ove è indicato il numero di targa del veicolo, scadenza e dati dell’assicurazione stessa. Si pone nella parte anteriore dell’auto, generalmente sul parabrezza tramite specifico supporto dall’interno, e deve essere ben visibile alle autorità competenti che devono eseguire i controlli di routine tramite classico fermo con paletta o anche con controllo su mezzo fermo in sosta. Tutto questo potrebbe essere solo un ricordo, con l’avvento del tagliando elettronico il controllo assicurativo passera tramite un sistema elettronico che interesserà direttamente la targa del veicolo. Al semplice passaggio dell’autovettura un sistema di rilevamento elettronico leggerà la targa inviando i dati direttamente agli uffici preposti per tale accertamento.

Questo sistema è stato ideato per i motivi sopra esposti, ma anche per ridurre il fenomeno delle truffe con l’applicazione di falsi tagliandi assicurativi; passando tramite la verifica digitale della targa, si potrà sapere quasi in tempo reale se quel mezzo con relativa targa è in regola con le normative vigenti, in questo caso, chi sia il proprietario dell’auto e se sia in regola con il pagamento dell’assicurazione obbligatoria RCA.

Le assicurazioni sono obbligate a inserire nell’attestato di rischio tutti i dati inerenti all’assicurato, non sono quelli legati all’attestazione della classe di merito, ma anche dettagli su eventuali incidenti, se sono stati riportati danni a cose, persone e o entrambi. Inoltre queste dovranno procedere alla trasmissione telematica del tagliando elettronico che dovrà avvenire entro 30 giorni dalla scadenza del contratto; tale consegna avviene con area designata nel proprio sito internet, destinando agli assicurati una pagina personale ove poterlo ricevere; in altre occasioni lo stesso assicurato può richiedere tale consegna anche tramite altri mezzi elettronici: app dello smartphone se sussiste, o anche tramite invio al proprio indirizzo e mail.

Ci sarà tempo fino al 31 ottobre 2015 per l’adeguamento e portare adempimento a tutti gli obblighi; inoltre le persone poco pratiche potranno rivolgersi al personale delle compagnie assicurative per ulteriori dettagli e avere la stampa dell’attestato di rischio nel caso in cui abbiano stipulato il contratto tramite intermediario del settore.

Queste novità hanno l’onore di agevolare i conti economici delle stesse assicurazioni, non solo riducendo le truffe assicurative, ma anche permettendo la riduzione della carta e relativi costi di acquisto e stampa, con relativo aiuto anche all’ambiente, con meno inquinamento e preservazione della natura.