Fiat, tutti i modelli in arrivo nei prossimi anni

di -
Fiat 500X

Dopo le ultime indiscrezioni emerse nei giorni scorsi, il futuro del marchio Fiat per i prossimi anni si fa sempre più chiaro. Il brand italiano, come dichiarato dallo stesso Sergio Marchionne, amministratore delegato di FCA, nei prossimi anni abbandonerà l’obiettivo di raggiungere volumi di vendita più ampi possibile limitando la gamma di modelli e concentrandosi, al massimo, sulle cose che Fiat sa fare meglio. Le parole di Marchionne, accompagnate dai rumors delle ultime settimane, ci aiutano non poco a delineare quale sarà il futuro della gamma di modelli di Fiat in Europa. In quest’articolo vi proponiamo un breve riassunto di quanto emerso sino ad ora in merito ai progetti futuri del brand Fiat.

Fiat 500 Vintage '57

Partiamo dal segmento A

dove, a fine anno, farà il suo debutto il nuovo restyling della Fiat 500, già avvistato in diversi test sparsi per l’Europa. Il facelift sarà presentato ufficialmente nel corso della seconda parte dell’anno, probabilmente al Salone di Francoforte, e servirà ad allungare ulteriormente la carriera della city car Fiat grazie anche ad un netto salto generazionale per quanto riguarda la dotazione tecnologica della vettura. Nello stesso segmento, Fiat continuerà la produzione dell’attuale generazione della Fiat Panda per almeno un altro paio d’anni prima di avviare i lavori di sviluppo del nuovo modello.

Passando al segmento B

del mercato, nei prossimi mesi si registrerà l’uscita di scena della Fiat Punto che farà spazio ad uno dei progetti più interessanti di Fiat per il futuro, ovvero la versione 5 porte della Fiat 500 che dovrebbe debuttare nel corso del prossimo anno. Sul progetto Fiat 500 a 5 porte si parla già da diversi mesi ma il brand italiano, almeno per ora, non ha rilasciato alcuna informazione. Sarà necessario attendere ancora qualche mese prima di poter valutare al meglio le tempistiche che porteranno al debutto dell’erede della Punto che, con ogni probabilità, non sarà prodotta a Melfi. Nello stesso segmento continuerà, ancora per diverso tempo, la produzione in Serbia della Fiat 500L.

Salendo al segmento C

troviamo le notizie più recenti ed interessanti. Fiat, infatti, nel corso del 2016 presenterà l’erede della Fiat Bravo che, come visto la scorsa settimana, potrebbe sfruttare il brand Panda che diventerebbe una sorta di alternativa, più pratica e concreta, al brand 500. La nuova Fiat Bravo sarà prodotta in Turchia in tre versioni: una hatchback, una station wagon ed una versione dai contenuti ridotti riservata al mercato dell’Europa dell’est per sostituire la Fiat Linea. Fiat-500x-cross

Nello stesso segmento, Fiat continuerà la commercializzazione della Fiat 500X, il crossover che ha da poco fatto il suo debutto sul mercato europeo e che rappresenta il progetto più importante per il futuro del brand. Come riportano alcuni rumors della passata settimana, Fiat dovrebbe affiancare alla 500X un nuovo crossover leggermente più grande che però ora possiamo denominare Fiat 500XLFiat-124-spider

Tra circa un anno, infine, si registrerà il debutto della nuova Fiat 124 Spider sviluppata in collaborazione con Mazda sulla base della nuova generazione della Mazda MX-3. La nuova spider di Fiat, che sarà realizzata anche in versione Abarth, debutterà anche negli USA andando ad espandere la gamma di veicoli del brand italiano oltreoceano. Maggiori dettagli in merito ai progetti futuri di Fiat arriveranno, senza dubbio, nel corso dei prossimi mesi.

  • Alfonso

    Leggo che i segmenti si fermeranno alla C più una spyder. Basta segmenti tipo Croma , Tempra ecc…andrebbero a competere nell’affollata galassia di Opel,Renault ecc. Meglio puntare su Alfa e cercare di “rubare” clienti nel più redditizio premium

  • wissender

    Io invece penso che la Fiat Chrysler non avra una strategia cosi semplice, per come e descritta qui. Io penso che ci saranno ancora altre sorprese. Tutto dipende dall’ rilancio della Renegade, la 500X e Alfa Romeo. Ci sara magari prima o poi anche il rilancio della Lancia. Questo penso che accadra
    nell 2017/18. In parallele dipendera anche dell’ cammino della Maserati, che sara da osservare. E’ cosa succedera se la Ferrari il 2016 dovrebbe vincere il mondiale della Formular 1, non si puo ancora imaginare. Staremo a vedere.