Salone Ginevra 2015: Alfa Romeo, poche novità e tanta attesa per il futuro

di -
Alfa Romeo Ginevra

Il Salone dell’auto di Ginevra 2015 si avvia alla conclusione e, come ogni anno, sono tante le novità che hanno debuttato alla fiera che caratterizzeranno il futuro del mondo delle quattro ruote. Per Alfa Romeo, l’edizione 2015 del Salone di Ginevra, è stata l’occasione per presentare a tutti gli appassionati europei la versione definitiva dell’Alfa Romeo 4C Spider, che ha debuttato a gennaio durante il Salone dell’auto di Detroit, e le due serie speciali Alfa Romeo Giulietta Collezione, nuovo allestimento top di gamma della segmento C della casa italiana, e Alfa Romeo MiTo Racer.

Alfa Romeo MiTo Racer

Per Alfa Romeo, l’appuntamento svizzero, una tradizione per il mondo delle quattro ruote, è stata però l’occasione per soffermarsi sui progetti futuri come l’Alfa Romeo Giulia. Il CEO di Alfa Romeo, Harald Wester, infatti, ha toccato diversi punti estremamente importanti del futuro del marchio italiano confermando come tutti i progetti futuri del brand potranno contare su piattaforme a trazione posteriore, anche la nuova Giulietta in programma per la fine del prossimo anno, e come, per il futuro del marchio italiano, l’ibrido rappresenterà una risorsa fondamentale.

Alfa Romeo Giulia

Per tutti gli Alfisti, i mesi che ci separano dal debutto della nuova Alfa Romeo Giulia saranno accompagnati da un’attesa sempre crescente. La presentazione della nuova berlina di segmento D, infatti, segnerà l’inizio del piano di rilancio del marchio che porterà al debutto di altre sette nuove vetture nel corso del prossimo anno e, come detto in precedenza, al ritorno alla trazione posteriore, una caratteristica che non possiamo che apprezzare. Il progetto è, quindi, quanto mai ambizioso e, considerando la situazione attuale del marchio, anche solo immaginare un futuro da major player del settore premium di Alfa Romeo ci fa stare meglio.

Alfa Romeo Giulietta Collezione

Il Salone dell’auto di Ginevra si chiude, quindi, con tante promesse ed un’attesa sempre crescente per quello che sarà il futuro di Alfa Romeo che, in ogni caso, esce rafforzata dalla fiera svizzera grazie anche alle nuove varianti della Giulietta e della MiTo. In particolare, la nuova Alfa Romeo Giulietta Collezione si caratterizza come un allestimento ricercato ed esclusivo che potrebbe contribuire, in modo determinate, a risollevare le vendite dell’attuale segmento C del marchio italiano in attesa del debutto della nuova Giulia e della futura generazione della Giulietta stessa. Per ora, quindi, non ci resta che attendere il prossimo 24 di giugno quando, ad Arese, Alfa Romeo svelerà la nuova Alfa Romeo Giulia, che ricordiamo potrebbe chiamarsi anche in modo diverso, e darà, quindi, inizio al piano di rilancio del brand su scala mondiale con l’obiettivo di raggiungere quota 400 mila unità vendute entro il 2018.

  • MARIO BARRETTA

    tanto di Giulia, LA REGINA, avrà solo il nome