Marchionne: “Se la nuova Alfa andrà bene, nuove assunzioni”

Marchionne_alfa_assunzioni

Sergio Marchionne si presenta a Ginevra per l’apertura del salone elvetico dell’automobile.

Il numero uno di FCA parla innanzitutto della Ferrari, ormai prossima alla quotazione in Borsa.

L’amministratore delegato del gruppo rivela di avere preso in considerazione una struttura societaria che prevede una holding con sede legale in Olanda ma senza cambiamenti nelle attività produttive e con riguardo al fisco: “La Ferrari continuerà a fare tutte le sue vetture e a pagare le tasse in Italia. Non bisogna confondere il piano operativo con quello finanziario: l’azienda che poi viene quotata e le azioni che vengono scambiate sul mercato con la sede dell’azienda”.

Il manager italiano ha parlato anche del suo amico Matteo Renzi, consigliandogli di continuare a fare il suo lavoro, in quanto anche lui ha preso parecchi insulti in passato, non spiegandosi inoltre perché “tanta gente urla sul palcoscenico della politica, mi viene quasi da ridere. La disoccupazione sta scendendo, il Pil dicono sia positivo, lo spread è sceso. Quale altro obiettivo abbiamo?”.

Il numero uno di Fca rivela che se la nuova Alfa Romeo avrà il successo sperato, ci saranno probabilmente altre assunzioni oltre a quelle fatte a Melfi.

Marchionne infine offre pubblicamente un’auto al premier, rivelando di aver cercato di vendergli una macchina poichè il presidente del Consiglio italiano deve andare in giro con una macchina del gruppo Fca. Proprio a tal riguardo fa una proposta al premier: la prima Maserati Levante è sua.

Al Salone di Ginevra 2015 sono oltre 130 anteprime. Numerose le novità anche per il gruppo Fca che vede esposte, tra le altre, la nuova Alfa Romeo 4C Spider, la Fiat 500 Vintage, la Fiat 500X con il cambio automatico a doppia frizione e la Jeep Renegade con il 1.4 multiair da 170 CV.