Alfa Romeo SUV, l’ibrido sarà l’arma vincente?

di -
Alfa Romeo SUV

La conferma da parte di Sergio Marchionne dell’interesse di FCA verso il mondo delle auto ibride ha, sin da subito, scatenato un gran numero di rumors legati ai possibili progetti su cui l’azienda italo-americana starebbe lavorando per inserire varianti ibride all’interno della sua variegata gamma di vetture, sia in Europa che negli Stati Uniti.

Uno dei brand che potrebbe beneficiare maggiormente dell’utilizzo di tecnologie ibride in futuro è senza dubbio Alfa Romeo che, dopo la presentazione a giugno della nuova Alfa Romeo Giulia, si avvia ad entrare nel vivo del suo progetto di rilancio su scala internazionale. Sulla scia di quanto avverrà per Maserati, infatti, anche Alfa Romeo potrebbe far riscosso a motorizzazioni ibride per diverse vetture che andranno a costituire la gamma futura del costruttore italiano.

Alfa Romeo SUVL’impiego dell’ibrido nei progetti futuri di Alfa Romeo è legato a doppio filo al desiderio dell’azienda di poter sfruttare le potenzialità di questa tecnologia al fine di incrementare il livello di potenza di alcuni modelli senza andare a pesare eccessivamente sulla voce consumi ed emissioni di CO2 in atmosfera. E’ cosi che motorizzazioni ibride potrebbe rappresentare una nuova risorsa per Alfa Romeo che andrebbe ad ampliare, in futuro, in modo sostanziale la sua offerta.

Il primo progetto a poter beneficiare di una versione ibrida potrebbe essere il nuovo SUV dell’azienda che, come evidenziato già nei giorni scorsi, si baserà sulla stessa piattaforma dell’Alfa Romeo Giulia, la piattaforma Giorgio. Il SUV, che sarà realizzato nello stabilimento di Cassino, debutterà sul mercato nel corso del 2016 praticamente in parallelo al Maserati Levante, il nuovo SUV del brand modenese che, stando ai rumors delle ultime ore, potrà contare anch’esso su di una variante ibrida.

Maserati LevanteLa possibilità di vedere una versione ibrida del Maserati Levante apre nuove possibilità anche per Alfa Romeo visto e considerato che il piano industriale del brand italiano sino al 2018 prevede lo sviluppo di un secondo SUV di dimensioni superiori al SUV basato sulla Giulia. Questo nuovo SUV dovrebbe infatti basarsi proprio sul nuovo Maserati Levante dal quale potrebbe ereditare anche un sistema ibrido diventando così il secondo modello ibrido di casa Alfa Romeo.

C’è da dire, in conclusione, che FCA starebbe lavorando a diverse soluzioni per quanto riguarda il mondo delle auto ibride. Se da una parte, infatti, il marchio Alfa Romeo cosi come il brand Maserati sfrutteranno l’ibrido per incrementare le prestazioni senza pesare troppo sui consumi, dall’altra parte FCA sta valutando, in modo sempre più marcato, la possibilità di sfruttare le tecnologie ibride per dar vita ad un sistema di range extender, una soluzione già adottata ad esempio dalla BMW i3, che potrebbe essere utilizzato per migliorare l’efficienza delle tante city car dell’azienda.

  • Si ma spero ci sia la variante a Gpl

  • Per un alfa romeo anche il carbone andrebbe bene,non e’il carburante a determinarne il fascino,ma il mito che lei stessa rappresenta.

  • benzina , diesel, ibrido, gpl. ad ogni alfista una tipologia che gli aggrada !

  • Azzzz era ora

  • Dio mio no

  • Semplicemente stupenda!!

  • È una 147 con l’assetto alto?

  • non credo che sarà vero, perchè marchionne disse sono tutti soldi buttati le auto elettriche etc,

  • poi nn lo so

  • No no no no no no no no no no

  • Bella

  • Mi auguro di no.

  • Alfa è finita con la 75…

  • nicola

    Speriamo. Auguriamocelo , è meglio…..il mondo va avanti , non c’è più spazio per 75 ,76 , 156 ecc e nostalgie di vario genere…. e neanche per future sedi legali in italia. A quello ci doveva pensare Matteo l’inchinato alla Massoneria. Avanti cosi……e pure meglio……

  • orazio.bacci

    Se il SUV Alfa Romeo la faranno ibrida fantastico finalmente,è la nuova Giulietta che non devono perdere l’occasione per farla ibrida,modestamente altrimenti mani nei capelli per il consumo di benzina,l’ibridazione Giulietta darebbe una o due mani per il consumo della benzina!