Mercato Auto 2015 previsioni: chi sale e chi scende

Fiat volano vendite in Spagna (+41,9%), Jeep boom. Alfa Romeo su

Gli analisti sono divisi in merito alle previsioni del comparto auto in Europa. La domanda nasce spontanea: il settore crescerà nel 2015 oppure attraverserà una nuova fase di rallentamento?

Alcuni fattori esterni condizionano le stime degli analisti, fra cui la possibilità del quantitative easing da parte della Bce, con diretta conseguenza un ulteriore calo della moneta unica, a cui aggiungere anche il forte ribasso del petrolio. Elementi che certamente influenzeranno sia i mercati finanziari che il comparto delle auto nel Vecchio Continente.

Gli analisti di Credit Suisse hanno cercato di focalizzare l’attenzione sul mercato europeo e sui principali brand dell’industria automobilistica.

Complessivamente le previsioni per il 2015 sul comparto auto in Europa sono ottimistiche, ma non per tutti.

Positiva ad esempio Audi che procederà ad una forte riduzione dei costi ed al contemporaneo lancio di alcuni nuovi ed interessanti modelli, a differenza dall’altra tedesca BMW, che nel corso del nuovo anno sembra essere priva di importanti aggiornamenti e per cui si prevede una produzione in calo.

Molto bene invece il gruppo francese della Renault e l’altra transalpina Peugeot.

Con riferimento a  Fca, gli analisti della banca elvetica rimangono prudenti sul mercato non americano, sottolineando di attendere anche l’evolversi dell’annunciata Ipo della Ferrari.

Un 2015 che secondo Credit Suisse sarà comunque caratterizzato da una estrema volatilità, a seguito dell’incertezza politica che caratterizzerà alcuni paesi, a cui aggiungere le decisioni future della Bce e l’andamento delle quotazioni del petrolio.

Per quanto riguarda invece le immatricolazioni, il mercato europeo è atteso nel 2015 in crescita del 4 per cento, molto meno di quanto previsto in Cina ed America Latina, dove le vendite saranno molto più sostenute.