Fiat-Chrysler alla conquista dell’America: 15 miliardi dal 2011

di -
Fiat-Chrysler America

Fiat-Chrysler ha svelato numeri impressionanti, che si sono verificati dal 2011 (anno dell’ingresso nel mercato in America) ad oggi, assieme alle previsioni ottimiste per un 2015 da leader nel nuovo continente. Il Gruppo di Sergio Marchionne ha voluto sottolineare gli introiti da ben 15 miliardi di dollari, culminati nel 2014 con un anno molto “intenso” (parole diffuse ieri con una nota ufficiale) e “di trasformazione”.

Mercato Fiat-Chrysler in America, superata quota 15 miliardi di dollari

L’obiettivo è stato centrato, con l’accorpamento di Chrysler al 100% nel Gruppo Fiat-Chrysler, che da poco è diventato Fca Us dal vecchio Chrysler Group. Le soddisfazioni non sono certo passate inosservate all’azienda di Sergio Marchionne, che nella nota ha diffuso le cifre realizzate negli ultimi anni: “Fca e Fca Us hanno totalizzato ben 15 miliardi di dollari sui mercati finanziari in America, dei quali 8,7 sono relativi all’anno appena trascorso“.

Un traguardo che, come ritiene giusto sottolineare il Gruppo Fiat-Chrysler, è stato centrato in America in appena 44 mesi, meno di quattro anni. Ma non solo, perché ampliando l’orizzonte agli ultimi 56 mesi si scopre che c’è stata una continua crescita su base annuale.

Obiettivi 2015 di Fiat-Chrysler

Spazio, ora, ai ghiotti obiettivi che Fiat-Chrysler ha fissato per il 2015. Tutto si basa sul piano industriale da realizzare, con “nuove sfide da affrontare e strade da percorrere” che secondo le previsioni del Gruppo potrebbero portare grosse soddisfazioni sul fronte economico. Parlando di cifre, dopo quota 16,3 milioni di vendite del 2014 (stima che ci si appresta a vedere anche nei dati reali), l’obiettivo sarebbe quello di infrangere senza troppi problemi i 17 milioni nel nuovo anno.

  • Enrico DMAX

    Fiat Chrysler 1 Gruppo in The Wordl