Revisioni auto e moto, novità regole anti-frode dal 2015

Revisioni auto moto novità 2015 videosorveglianza

Grandi novità dal 2015, nel settore delle revisioni auto e moto, con nuove regole anti-frode per prevenire dai “furbetti” che si limitavano a dichiarare il veicolo conforme alle leggi in vigore, anziché effettuare prima i controlli obbligatori.

A partire dal 1° gennaio 2015 non saranno più tollerate frodi di alcun tipo nei confronti delle revisioni auto e moto, tanto che sarà obbligatorio effettuare i controlli ai veicoli facendo uso di un sistema di videosorveglianza che non lascia spazio a chi, fino a quest’anno, ha approfittato della libertà di eseguire con superficialità e senza professionalità i passaggi imposti dalla legge.

Centri di revisioni auto e moto contro le nuove regole 2015

A scagliarsi contro le novità previste a partire dal 2015, sono i centri di revisione auto e moto, non perché da ora in poi dovranno agire necessariamente in conformità al regolamento, ma per il semplice motivo che adattare gli impianti alle nuove norme ha un costo non certo trascurabile, stimato a non meno di 10 mila euro per nuovi software e macchinari. Dalla Cgia, denunciano che questo aumento non è accompagnato da revisioni alle tariffe ministeriali a favore dei centri, ferme da più di sette anni.

Tariffe 2015 per revisioni auto e moto

Le tariffe 2015 sono pari a 65,68 euro per ogni veicolo, con necessità di effettuare una revisione nel caso in cui l’auto o la moto sia vecchia di almeno 4 anni, con cadenza biennale. Questo, quanto definito per il nuovo anno dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.