Fiat, medaglia d’oro per Pomigliano. Ora più lavoro

Fiat, madaglia d'oro per Pomigliano

Nonostante la cassa integrazione e le tante difficoltà del periodo, ecco arrivare una buona notizia per Pomigliano: conferitagli la Gold Medal.

È stata la commissione del professore Hajime Yamashina ad assegnare l’importante riconoscimento allo stabilimento di Pomigliano, dove si produce oggi la Fiat Panda.

La Fiat di Pomigliano è pertanto ancora una volta il migliore stabilimento automobilistico del gruppo del Lingotto, di certo tra i top in Europa.

Un gruppo di tecnici ed ingegneri si è presentato infatti nella giornata di ieri nella fabbrica campana ed ha deciso di confermare la Gold Medal. Al di sopra c’è soltanto la medaglia di platino, che rappresenta la perfezione del sistema di produzione del gruppo.

Pomigliano viene dunque confermato come uno dei migliori stabilimenti del Gruppo.

Naturalmente i premi fanno sempre piacere ma adesso, ed a maggior ragione, i sindacati chiedono che sia aumentata la produzione e creata più occupazione.

In particolare è esplicita la richiesta dell’assegnazione di una nuova linea auto, in quanto ricordiamo che a Pomigliano si produce soltanto la Fiat Panda, ed anche se rimane l’auto più venduta in Italia, periodicamente registra delle piccole battute a vuoto che determinano di conseguenza operai a casa e nuova cassa integrazione.

È quanto praticamente sottolineato dalla Fiom e da tutte le altre sigle sindacali: più investimenti nello stabilimento di Pomigliano che si possano tradurre in un maggior incremento occupazionale.

  • Mi fa piacere che i sindacati chiedano che sia aumentata la produzione per aumentare i posti di lavoro.
    Mi farebbe però altrettanto piacere che non si dimenticassero anche di esortare gli Italiani a comprare la Panda, perché per potere aumentare la produzione bisogna che ci sia chi la ordina sta macchina, la Fiat non può produrre per assistenzialismo.