Ferrari, multa da 3,5 milioni di dollari negli USA

Ferrari multa 3,5 milioni di dollari USA

Brutte notizie per Ferrari, che negli USA ha appena ricevuto una multa salata dall’importo di 3,5 milioni di dollari, a causa di inadempienze riguardanti la compilazione di un report annuale sulla sicurezza dei veicoli messi in commercio.

Ad infliggere a Ferrari la multa da 3,5 milioni di dollari è stata la NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration), ente federale per la sicurezza con sede negli Stati Uniti, che ha “scovato” nella casa di Maranello una grave mancanza dal punto di vista della documentazione fornita.

Dal 2001 ad oggi, Ferrari non avrebbe mai presentato un report sulla sicurezza che da regolamento andrebbe consegnato alle autorità competenti con cadenza annuale, secondo le motivazioni fornite dalla NHTSA sulla maxi multa inflitta all’azienda presieduta da Sergio Marchionne.

Il documento sulla sicurezza avrebbe dovuto contenere accertamenti per tutto ciò che riguarda gli incidenti, i difetti di fabbrica, gli aggiornamenti tecnici e altri dettagli rientranti in questo settore.

Ma come mai questa grave mancanza da parte di Ferrari? La verità è che dal 2001 al 2011 Ferrari rientrava tra le piccole aziende e non aveva, perciò, l’obbligo di presentare il report. La storia, tuttavia, è cambiata dal 2011, anno di ingresso della rossa di Maranello nel Gruppo FCA, ma la rossa ha continuato a non fornire documentazione.

Sono dunque i tre anni di ritardo a far scaturire la multa da 3,5 milioni di dollari, appena inflitta a Ferrari negli USA dopo la segnalazione di NHTSA.