ClubAlfa.it ha risposto presente al Corso di Guida Evoluta Alfa Romeo, tenutosi a Varano de’ Melegari (in provincia di Parma) nella giornata di domenica 26 ottobre 2014. Tramite un’analisi approfondita dell’esperienza vissuta, proveremo a farvi vivere l’evento sulla guida sicura con foto esclusive e racconto di ogni fase dell’evento, che ha visto tra le auto protagoniste le nuovissime Alfa Romeo MiTo Quadrifoglio Verde, Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde (in versione standard e TCT), Alfa Romeo 4C e 8C Competizione.

Il Centro Internazionale Guida Sicura Alfa Romeo di Varano de’ Melegari, nei pressi del quale è situato il noto Autodromo Riccardo Paletti, è stato come sempre al centro della scena con una nuova edizione dell’ormai celebre Corso di Guida Evoluta Alfa Romeo, condotto da un team di piloti e istruttori comandato dal veterano Gordon De Adamich.

Il Corso di Guida Evoluta Alfa Romeo 26 ottobre 2014 vissuto da ClubAlfa.it

alfadrivingdayL’intensissima giornata di Corso di Guida Evoluta Alfa Romeo ha inizio di prima mattina alle ore 9 con un’interessante lezione di teoria tenuta da Gordon De Adamich coadiuvato dal resto degli istruttori, per spiegare innanzitutto l’importanza di praticare sempre una guida pulita e di saperla alternare a fasi di unione tra guida positiva e negativa, qualora dovesse presentarsi un imprevisto.

Accorgimenti base per una guida sicura

Nella lezione di teoria, viene prima di tutto sfatato il mito delle 10:10 come posizione perfetta delle mani sul volante, con gli istruttori del Corso di Guida Evoluta Alfa Romeo che puntualizzano come l'”orario giusto” sia quello delle 9:15.

Altri accorgimenti importanti da prendere in considerazione sono la posizione del sedile (bisogna avere le braccia leggermente piegate e non troppo tese) e la pressione della frizione, che troppo spesso avviene in modo lieve durante la marcia, mettendoci in difficoltà nelle curve strette e nelle manovre di emergenza.

Finalmente in pista!

Nonostante l’importanza della teoria, il Corso di Guida Evoluta Alfa Romeo entra nel vivo con l’ingresso in pista a bordo dei gioiellini firmati Alfa Romeo, per mettere semplicemente in pratica quanto appreso durante il corso teorico, attentamente seguiti dagli esperti con preziosi consigli personalizzati.

Dopo alcuni giri con Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde, il Corso di Guida Evoluta Alfa Romeo ci propone la guida in pista con pilota-istruttore a bordo e giri in pista monitorati dalla telemetria con Alfa Romeo MiTo Quadrifoglio Verde. In questo frangente la nostra vettura, controllata telemetricamente da un apposito strumento, fornisce ai box tutti i dettagli sulla nostra sessione di guida, riguardo acceleratore, sterzo, uso dei freni e velocità. Subito dopo, infatti, grazie all’ausilio di grafici personalizzati, il team ci fornisce preziosi consigli per migliorare al volante migliorando nei quattro fronti sopra citati, confrontando i valori misurati sull’allievo con quelli relativi al miglior giro possibile da realizzare sulla pista.

Da guida positiva a guida negativa

Il momento del pranzo con tutti i partecipanti al Corso di Guida Evoluta Alfa Romeo separa le fasi di guida positiva appena vissute (guida pulita) da quelle relative alla guida negativa, dove le nostre abilità vengono messe a dura prova con la ricreazione di imprevisti sul tracciato di Varano de’ Melegari.

Le fasi di guida negativa del Corso di Guida Evoluta Alfa Romeo cominciano dalla reazione ad una sbandata in curva dopo una frenata con ABS, dove l’allievo è chiamato a riprendere il controllo dell’auto, tendente al testacoda a velocità elevate fino agli 80 chilometri orari, e schivare un ostacolo presente nella pista bagnata in modo artificiale. Ed è proprio in queste condizioni che proviamo l’esperienza di frenare sul bagnato aiutati dall’elettronica, che gioca un ruolo cruciale su terreni ardui da percorrere.

Di utilità assoluta anche i test sulla frenata di emergenza, dove a velocità crescenti e con l’ausilio dell’ABS siamo messi alla prova con l’obiettivo di arrestare il veicolo entro i limiti di spazio (delimitati dai coni), a velocità crescenti che arrivano fino agli 80 chilometri orari.

Per finire, siamo invitati dal team del Corso di Guida Evoluta Alfa Romeo a salire nuovamente su un’Alfa Romeo MiTo questa volta Jtd per il percorso miniskid, dispositivo che innesca sovrasterzi a bassa velocità (da controllare gestendo al meglio acceleratore e sterzo), ricreati grazie alla presenza di carrelli sotto le ruote posteriori della vettura.

L’emozione di guidare un’Alfa Romeo 8C Competizione al Corso di Guida Evoluta Alfa Romeo

Oltre ad essere saliti sulle stupende Alfa Romeo Giulietta e MiTo Quadrifoglio Verde e Alfa Romeo 4C, durante il Corso di Guida Evoluta Alfa Romeo a Varano de’ Melegari abbiamo potuto vivere l’irripetibile esperienza di effettuare un test con un’Alfa Romeo 8C Competizione, vettura Gran Turismo in edizione limitata che ci viene messa a disposizione dal team per giri indimenticabili.

Alfa Romeo 4C ed 8C Il Test su Pista

Le principali differenze che abbiamo notato nella guida su pista a favore della 4C è una cambiata più veloce e una sensazione di maggiore feeling, probabilmente dovuta all’assenza di servo assistiti e al peso nettamente minore rispetto la sorella maggiore.

Pur avendo 200CV in meno ci è piaciuta maggiormente un feeling di guida che ricorda quello dei Go-Kart.

Velocissimo anche il cambio TCT a doppia frizione montato sulle Giulietta Qv in prova che hanno saputo dimostrare una tenuta di strada e stabilità all’altezza del Brand.

Vuoi partecipare ai Corsi di Guida Alfa Romeo? Scopri come qui: http://www.alfaromeo.it/it/mondo-alfa/corsi-guida

———–