Ferrari, Fiat: “Tagliare le attese per non scontentare i clienti”

Ferrari Fiat attese

Il Gruppo Fiat, tramite le parole del suo ad Sergio Marchionne, ha affermato di voler tagliare le attese per i nuovi modelli di casa Ferrari: il tutto, con l’obiettivo di non scontentare i clienti affezionati alle vetture del Cavallino Rampante.

Parlando di Ferrari, Sergio Marchionne è così intervenuto su due dei punti più discussi sull’argomento, ossia l’aumento della produzione annuale di veicoli della rossa e i tempi di attesa per l’uscita di nuovi modelli.

L’ad Fiat ha così cominciato la breve intervista dicendo: “Per quanto riguarda l’aumento di produzione nei confronti di Ferrari, negli ultimi tempi se ne è parlato veramente troppo. Vorrei chiarire il punto, perché non ho mai detto di avere intenzione di portare a 10 mila vetture l’anno il carico di produzione, soprattutto per il semplice motivo che fino al 2018 il tetto da noi stabilito è pari a 7 mila. Se poi dovesse esserci l’esigenza, dovremmo essere pronti a soddisfare fino a 10 mila richieste: ho semplicemente detto questo“.

Sui tempi di attesa per i clienti Ferrari, Marchionne ha comunicato di voler aumentare il loro grado di soddisfazione: “Non più attese oltre i 6/9 mesi, perché i clienti non vanno scontentati“. Infine, una battuta sull’eventuale arrivo di Alfa Romeo nelle competizioni: “E’ un’ottimo progetto, ma prima di realizzarlo bisognerà pensare alle squadre di Formula 1 da equipaggiare. Non possiamo permettere ai nostri rivali di prendere il meglio in circolazione“.

  • L’attesa essa stessa è piacere ed è in re ipsa quando si acquista una Ferrari. Marchionne vedo che vai d’accordo con renzi….in fatto di parole!!!

  • Iniziamo bene…inizia a rovinare anche la Ferrari ora. Non capire una cosa così semplice…l’attesa stessa è un piacere! tornasse a vendere vetture di serie. QUESTA E’ LA FERRARI.