Fiat, da Mediobanca il consiglio di aumento di capitale

di -
Fiat Mediobanca aumento di capitale

Mediobanca ha appena consigliato a Fiat di applicare un aumento di capitale, mossa che è stata spesso messa in dubbio da Sergio Marchionne ma che potrebbe verificarsi nel mese di ottobre, in occasione del cda del Gruppo.

Soltanto dieci giorni fa, Marchionne rispose alle continue domande sull’aumento di capitale per Fiat con una parziale negazione, dicendo: “Non sarà necessario, qualora dovessimo raggiungere con l’azienda gli obiettivi prefissati. Nulla è escluso, comunque, perché l’argomento verrà discusso al prossimo consiglio d’amministrazione di ottobre“.

Non la pensa allo stesso modo Mediobanca, sempre più convinta che “un aumento di capitale sarebbe decisamente apprezzato dal mercato azionario“. Questo fattore, assieme all’aumento delle stime sul marchio Ferrari, ha portato l’agenzia a promuovere il giudizio di Fiat (notizia resa nota in mattinata) da neutral ad outperform e un +2,4 punti sul target price, che è salito da 8,1 euro a 10,5 euro.

Secondo quanto affermato da Mediobanca sulla posizione di Fiat, inoltre, in caso di aumento del capitale e di ipo di Ferrari, il valore delle azioni singole avrebbe un’ulteriore crescita fino a toccare quasi il raddoppio. La previsione di arrivo sarebbe quella di 15,1 euro.

Mediobanca, infine, come riporta il sito web dell’Ansa ha concluso dicendo che ci sono poche chance che Exor sia favorevole all’aumento di capitale per Fiat e che avrebbe il controllo del gruppo grazie al voto doppio.