Maserati, si chiude a Torino la festa del Centenario

Centenario Maserati Torino Bologna

Si è chiusa ieri pomeriggio a Torino la festa del Centenario di Maserati, con premiazioni delle migliori vetture storiche e grandi esposizioni, per la celebrazione che era iniziata tre giorni prima da Bologna.

Da giovedì 18 settembre fino alla giornata di ieri, sabato 20 settembre, le Maserati storiche e moderne si sono mostrate al massimo della loro bellezza, tra Bologna (città dove ha avuto inizio il tour, per commemorare la sede dove è nata la casa automobilistica, nel lontano 1° dicembre 1914) e Torino, dove l’azienda ha fatto una vera e propria fortuna presso lo stabilimento di Grugliasco.

Così, durante la celebrazione dei cent’anni di vita di Maserati, sono stati tanti gli appuntamenti che hanno intrattenuto gli appassionati. Il clou è stato, senza dubbio, l’evento “Best of the show“, dove è stata premiata da una giuria di intenditori la miglior auto storica presente al Centenario: la Maserati Mexico Prototipo Frua datata 1967, esposta dal fortunato Nicolas Hollanders de Ouderaen.

Le tappe principali delle esposizioni per il Centenario Maserati sono cominciate con la statua del Giambologna, che Carlo Maserati prese come riferimento per il design dello storico Tridente, e dal Museo Città di Bologna, alla presenza degli ingegneri Alfieri e Carlo, discendenti dei più storici volti della casa (Ernesto ed Ettore).

Prima dell’arrivo a Torino, il tour è passato per Modena (con tappa al Museo Enzo Ferrari), Cremona e San Martino del Lago.

  • Le ho viste le Maserati, ero nell hotel Lingotto tech per allestire un evento, lo stesso hotel del loro ritrovo.

  • Le ho viste le Maserati, ero nell hotel Lingotto tech per allestire un evento, lo stesso hotel del loro ritrovo.