Rca 2014: calo prezzi, ma la Codacons critica

Rca 2014 calo prezzi

Continua il calo prezzi sull’Rca 2014, ribasso che va avanti da più di un anno. La Codacons, tuttavia, ha criticato l’andamento delle tariffe, a causa del distacco dalla media europea ancora eccessivamente capiente.

Ania e Istat hanno annunciato i dati del mese di luglio sull’Rca 2014, che ha avuto l’ennesimo calo prezzi dell’anno, pari al -2,8%. Non male se si pensa che nel biennio 2010-2011 il mercato delle assicurazioni venne caratterizzato da un rialzo incredibile, che arrivò perfino a toccare il +7%.

La notizia in sé è ovviamente positiva, ma ad evidenziare la grande dose di lavoro necessaria per mettere in linea il settore con la media europea è intervenuta la Codacons. A nome dell’associazione consumatori ha parlato il presidente Carlo Rienzi, che non dimentica gli incrementi del 250% sui prezzi dell’Rca tra il 1994 e il 2013, impossibili da compensare con “una riduzione delle tariffe così risicata“. Così, il costo medio di un’assicurazione è di 500 euro in Italia, contro i 250 dell’Europa.

Anche il presidente di Federcarrozzieri Davide Galli è intervenuto sul discorso Rca 2014, suggerendo al governo Renzi di aggiustare il mercato ed intervenire sulla mancanza di concorrenza, in quanto i numeri per abbassare le tariffe sembrerebbero esserci: sinistri ridotti del 50% negli ultimi 10 anni e utili del settore pari a circa 2 miliardi e mezzo di euro. Il calo prezzi, dunque, potrebbe realmente avere un seguito.