Fiat Chrysler

,

Fiat Chrysler: nuove indiscrezioni dal Brasile sulla trattativa con i cinesi di GAC

Nei mesi scorsi era trapelata la notizia di come Fiat Chrysler fosse in trattativa con GAC, dal Brasile nuovi indizi

Dal Brasile arrivano nuove indiscrezioni sulla presunta trattativa di Fiat Chrysler con i cinesi di GAC. Si era parlato già negli scorsi mesi di un interesse del gruppo cinese per il controllo di FCA. Tra l’altro i due gruppi già collaborano in Cina dove GAC realizza nelle sue fabbriche Jeep Renegade e Cherokee per il mercato cinese. Adesso la collaborazione potrebbe allargarsi ulteriormente. Dal Brasile infatti secondo il noto magazine  Quatro Rodas che cita diverse fonti, una delegazione del gruppo cinese sarebbe stata in Brasile negli stabilimenti FCA di Betim. 

Secondo un funzionario dello stabilimento, i cinesi avrebbero anche partecipato ad alcune importanti riuonini. Inoltre un’altra fonte insinuava che i contratti dei dipendenti dello stabilimento in futuro sarebbero stati rinegoziati in seguito all’acquisizione di una parte dello stabilimento da parte di GAC. Ovviamente non sappiamo se le voci sono fondante e nemmeno se la trattativa possa essere legata ad una fusione, acquisizione o semplice collaborazione. Al momento però da Fiat Chrysler Brasile arrivano smentite. Nessuna delegazione cinese sarebbe mai stata ospitata nello stabilimento Betim di FCA.

Fiat
Fiat Chrysler: dal Brasile nuovi voci sulle trattative tra il gruppo italo americano e i cinesi di GAC

Leggi anche: Sergio Marchionne cambia idea su Volkswagen, niente fusione con Fiat Chrysler per il momento

Marco Antonio Lage direttore della comunicazione per il gruppo Fiat Chrysler Automobiles ha smentito categoricamente le indiscrezioni che arrivano dal celebre e autorevole magazine motoristico brasiliano. Per gli analisti però è innegabile che un simile scenario relativo ad un possibile accordo tra GAC e FCA non sia poi una cosa così impossibile da pensare. Nei prossimi anni infatti sempre più spesso si sentirà parlare di queste trattative in quanto, così come aveva predetto alcuni anni fa Sergio Marchionne, inevitabilmente il settore automobilistico va incontro ad un processo simile a quello del settore bancario e delle telecomunicazioni. Questo significa che assisteremo ad una serie di fusioni che cambieranno completamente il panorama attuale.

Lascia un commento

Loading…