Jeep Grand Cherokee: la nuova generazione sarà costruita su base Alfa Romeo

Ufficialmente, Fiat Chrysler non ha portato novità al North American International Auto Show di Detroit 2017. La casa automobilistica italo americana non ha previsto alcuna conferenza stampa per rivelare veicoli nuovi o concept. Ma questo non ha impedito all’amministratore delegato Sergio Marchionne di rivelare alcuni interessanti nuovi dettagli sulla prossima Jeep Grand Cherokee. 

Nel corso di una tavola rotonda con i rappresentanti dei media, Marchionne ha rivelato che la prossima Jeep Grand Cherokee sarà costruita su una piattaforma a trazione posteriore e a quattro ruote motrici sviluppata da Alfa Romeo.

Jeep Grand Cherokee: la futura generazione su base Giorgio di Alfa Romeo?

Si dovrebbe trattare della piattaforma modulare ‘Giorgio’, la stessa utilizzata per la berlina di segmento ‘D’ Alfa Romeo Giulia  e per il primo suv nella storia della gloriosa casa automobilistica del Biscione Alfa Romeo Stelvio. Visto e considerato che questi due modelli sono dotati della trazione integrale non dovrebbe essere difficile per Jeep integrare nella piattaforma condivisa un sistema in grado di garantire 4WD off-road nella futura generazione di Jeep Grand Cherokee.

 Fiat Chrysler sta intraprendendo un massiccio spostamento dell’offerta commerciale nel tentativo di cancellare il grande debito che grava attualmente sul gruppo italo americano. La condivisione di una piattaforma è un ottimo modo per ampliare la gamma di prodotti, ma nello stesso tempo garantire un risparmio di denaro sui costi di sviluppo.

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio e Giulia sicure protagoniste al Salone auto di Detroit

Jeep Grand Cherokee 2017
Jeep Grand Cherokee 2017: la versione futura poggerà su piattaforma modulare Giorgio di Alfa Romeo

Leggi anche: Fiat Chrysler: niente Spin-off di Alfa Romeo e Maserati, parola di Sergio Marchionne

Forse anche Jeep Grand Wagoneer e Wagoneer su versione allungata della piattaforma modulare ‘Giorgio’

Ricordiamo anche che tali piani comportano un enorme nuovo investimento per l’aggiornamento di alcuni impianti di produzione negli Stati Uniti. Questo viene fatto per garantire la produzione di pick-up e crossover, per un investimento complessivo che si aggira intorno al miliardo di dollari. Ricordiamo che con questo investimento negli Usa verranno prodotte altre tre vetture targate Jeep.

Si dovrebbe trattare della Grand Wagoneer della Wagoneer e di un Pick Up su base Wrangler. A questo punto visto che in passato si diceva che anche Grand Wagoneer e Wagooner sarebbero sorte da una versione allungata della piattaforma utilizzata per la futura Jeep Grand Cherokee, è facile prevedere che anche queste nasceranno su base Alfa Romeo.

  • Mons

    Ottimo, la piattaforma Giorgio inizia a dare i suoi frutti 🙂

  • Maurizio Dallara

    La wagoner come da parole di Marchionne sarà prodotta a Warren in uno stabilimento che non produce veicoli unibody (e non credo che lo attrezzeranno per farlo) ma body on frame (produce e produrrà i Ram)… è la soluzione migliore per un’auto a 7 posti così grande e per i pickup. Ben venga invece la gran cherokee ed una durango su base alfa ma ci sarà a mio avviso prima un refresh su questa base, per altro ottima.