Alfa Romeo Giulia Sportwagon: Sergio Marchionne ha ancora dubbi

Alfa Romeo Giulia Sportwagon
Alfa Romeo Giulia Sportwagon

Quest’oggi 9 gennaio 2017 Sergio Marchionne dal Salone auto di Detroit è tornato a parlare di Alfa Romeo Giulia Sportwagon. Il numero uno di Fiat Chrysler Automobiles ha fatto capire di non essere ancora sicuro dell’arrivo di questo modello sul mercato. Questo a differenza delle indiscrezioni circolate negli scorsi giorni secondo cui questo veicolo, che inizialmente non era previsto, sarebbe arrivato di sicuro.

L’amministratore delegato del gruppo italo americano ha detto che prima di pensare ad una versione Station Wagon di Alfa Romeo Giulia vuole vedere come andranno le cose per il Suv Alfa Romeo Stelvio. Quest’ultimo sarà lanciato sul mercato nei prossimi mesi in contemporanea negli Usa e in Europa. 

Alfa Romeo Giulia Sportwagon: le parole del CEO Sergio Marchionne

Sergio Marchionne dunque conferma che a differenza di quanto previsto all’inizio lui e il suo gruppo stanno pensando seriamente all’introduzione di un’ Alfa Romeo Giulia Sportwagon, però la certezza che questo modello arrivi non sono poi cosi forti come qualcuno voleva farci credere.

Infatti il CEO di Fiat Chrysler Automobiles quest’oggi al Salone auto di Detroit ha voluto sottolineare che comunque si tratta di un veicolo che avrebbe mercato solo ed esclusivamente nel vecchio continente. Questo dunque rappresenta per il gruppo italo americano un particolare che non va non tenuto in considerazione con molta attenzione. Occorre infatti capire se realmente il numero di vendite che questa automobile porterebbe darebbe un senso all’operazione.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia e Stelvio: protagonisti nel rilancio dell’economia del Lazio

Alfa Romeo Giulia Sportwagon
Alfa Romeo Giulia Sportwagon: Sergio Marchionne manifesta dubbi e perplessità sul possibile arrivo di questo modello

Leggi anche: Fiat Chrysler: 3 nuove Jeep saranno prodotte in USA, si prevedono 2.000 posti di lavoro

Bisogna valutare la convenienza del lancio di questo modello

Negli scorsi mesi le voci e le indiscrezioni sul possibile arrivo già a fine 2017 di un’Alfa Romeo Giulia Sportwagon si sono diffuse sul web a macchia d’olio. Non a caso nel corso delle scorse settimane in tanti sul web hanno provato ad ipotizzare quello che potrebbe essere l’aspetto di questo veicolo. Segnale che comunque si tratta di un modello che tra gli appassionati italiani del Biscione comunque interessa molto.

Occorre adesso capire che nella realizzazione di questa automobile ci possa essere anche una convenienza economica per Fiat Chrysler Automobiles. Del resto lo sappiamo che l’obiettivo primario di Sergio Marchionne, prima di lasciare la guida del gruppo a fine 2018 è proprio quello di ridurre drasticamente il debito e dunque ogni decisione va presa sempre in funzione di quell’obiettivo.

 

  • Mons

    Gli hanno detto che o fanno la Giulia SW o lo pagano anche quest’anno 30 milioni

    • umberto

      mancava proprio un commento intelligente…… un altro esterofilo che spara le sue stupidate!… bravo, continua cosi!

      • Mons

        Quanto guadagna ogni anno Marchionne?
        Il doppio dell’AD di Volkswagen Group?

        • umberto

          perché ti crea problemi? guadagna sicuramente in base ai risultati che ottiene e, soprattutto, ha ottenuto…. a me interessa di più che abbia salvato la fiat e i relativi posti di lavoro, non quanto guadagna… dopodiché vista la porcata delle centraline taroccate della vw onestamente chi ha guadagnato troppo sono sicuramente gli ad della vw!…. e infine lui percepisce quanto gli azionisti ritengono sia giusto venga pagato, non sono mica io a pagarlo, quindi il problema è degli azionisti non mio di sicuro!

          • Mons

            De gustibus…

            • umberto

              sai quando sento qualcuno che si lamenta dei compensi di marchionne, come di altri che guadagnano tanto, mi viene in mente questa bellissima frase che ho letto su internet….. “Se l’invidia fosse un lavoro, in Italia non ci sarebbero disoccupati”….. quanta verità in poche parole!

              • remo bianchi

                Giusto..vero…c’e’ sempre qualche scontento anche quando comincia ad andare bene

                • umberto

                  Gli Italiani non sono facili da accontentare…..

                  • giuliog02

                    In effetti ci sono troppi individui che non pensano in positivo, che mancano concretamente di proattività, che – se hanno un posto di lavoro fisso – impiegano parte del loro tempo lavorativo a cercare di mettere i pali tra le ruote a chi si impegna. E’ uno sport nazionale.

                    • umberto

                      concordo con te, purtroppo vi sono anche soggetti che sperano sempre che le cose vadano male, hanno i loro interessi anche se fingono di fare gli interessi degli altri

                    • remo bianchi

                      I furbetti del deserto,quelli che per stare all’ ombra correvano sotto gli aeroplani.

  • Francesco Vassallo

    Fondamentalmente non è una questione di budget, ma di scelta strategica.
    Attualmente la SW è in declino a favore di SUV e Crossover.
    Personalmente ho la 156 CW e se dovessi sostituirla andrei su di un SUV che presenta il vantaggio di una maggiore versatilità.

    • umberto

      pienamente d’accordo, si continua a parlare di sw quando il futuro è il suv!

  • Francesco Tarquinio

    Quali dubbi?? non e’ mai stata nel product plan e hanno fatto lo STELVIO al suo posto la smettiamo di fare articoli su un auto che NON ESISTERA’!!!

    • umberto

      lo spero proprio….. sarebbe un peccato rovinare quella meraviglia della Giulia con una versione sw…..

  • Andrea Carloni

    Marchionne ha paura di fare un investimento per un mercato ristretto (l’Europa!!!) nel mettere in produzione una station wagon (o sport wagon che dir si voglia). Sicuramente l’immagine che viene pubblicata non rappresenta lo spirito ALFA ROMEO, cioè la sportività delle sue auto. L’ auto che vediato è una station wagon poco sport wagon. Ricorda le auto “familiari” (con qualche idea di shooting break) ed ha poco di sportivo. Secondo me se il retro venisse più “sportivizzato” con un posteriore che deve mostrare la stessa grinta del “muso” anche negli USA potrebbe avere un buon mercato.

  • ILKönz

    Le SW in Europa non sono mai tramontate, e lo dimostra la quantità incredibile di Avant e Touring che si vedono su tutte le strade del vecchio continente, comprese quelle italiane.
    Soltanto che al maglionne interessa più il mercato USA, perchè è lì che FCA realizza i maggiori volumi e i maggiori margini.
    Basti guardare al fatto che la Giulia oltreoceano è venduta esclusivamente con l’automatico, Quadrifoglio compresa, e già questo è un indizio importante sulla strategia commerciale del filosofo.
    Come al solito pensa al profitto immediato senza rischiare, e si ferma lì. Ma tanto se ne va tra un paio d’anni, cosa gliene frega…

    • Matteo

      Bentornato!

    • Andrea Carloni

      SM è un banchiere prestato all’industria dell’auto. Quando nel 2018 se ne andrà (forse!), la sua buonuscita verrà conteggiata in base alle quote di mercato guadagnate in EU, USA, Brasile, etc., in base alla redditività per auto prodotta, in base alla capitalizzazione del gruppo (=costo per azione moltiplicato per il n. di azioni sul mercato) etc etc.. Se ti può interessare guarda in Borsa Italiana come sta salendo il costo/azionee, fai poi le tue considerazioni e leggiti anche cosa dice ad es. Goldman Sachs sulla dinamica del prezzo delle azioi per il prossimo fututo.

      • ILKönz

        In tutta sincerità, me ne sbatto di cosa dice Goldman Sachs. Le azioni arricchiscono gli azionisti, non l’azienda.
        Non è con un +XY% a Milano o NY che vendi più macchine.
        Tra l’altro, ricordo benissimo che la stessa Goldman Sachs soltanto pochissimi mesi fa aveva bloccato l’opzione buy sui titoli FCA bollandoli come “poco appetibili”
        Il mercato finanziario è una bolgia confusionaria in cui sguazzano avidi squali schizofrenici.
        Toyota e GM in borsa hanno fatto abbastanza schifo negli ultimi mesi, eppure vendono più del doppio di FCA, avendo pure in saccoccia qualche margine di miglioramento. Per non parlare di VW, che si è vista mangiare un centinaio di euro ad azione dopo il dieselgate ma vendono 10.3 mln di auto l’anno come nulla fosse. E soprattutto i suddetti tre gruppi occupano TUTTI i segmenti di mercato, non preoccupandosi di investire e rischiare anche in quelli meno proficui dal punto di vista dei margini (vedasi segmento B)

        FCA ha un casino di marchi eppure rimane al settimo posto, che se non fosse per Jeep e RAM sarebbero già tutti col sedere per terra. Altro che Goldman Sachs…
        Le mie considerazioni sono sempre quelle alla fine: il mondo delle automobili va compreso prima di essere gestito, e per questo ci vogliono uomini e donne di prodotto che sappiano ANCHE far di conto.

        In FCA è l’esatto contrario.

        • Andrea Carloni

          Forse non hai capito bene il senso del mio post. Sarò più chiaro e te lo rispiego. Se metti un banchiere a guidare un’azienda, questa persona, pur eccellentissima nel proprio lavoro, avrà la tendenza (quella che chiamo: DNA professionale) a “fare” le cose partendo da un punto di vista a lui più vicino e più facile, nel caso specifico, gestire l’azienda FCA più da un punto di vista finanziario che di prodotto (cosa invece che verrebbe più naturale ad un meccanico, trattandosi di auto). SM (che ha certamente dei problemi finanziari in FCA – che prima che arrivasse SM era lì lì per fallire­ –, vedi indebitamento del gruppo che cerca di colmare offrendo Magneti Marelli a francesi, giapponesi, tedeschi etc. e, come si dice in giro, persino pensando alla vendita di Maserati e/o Alfa Romeo). Detto questo, visto che lo spirito di un banchiere non è la gloria, ma il guadagno, aziendale e/o personale, SM sta gestendo la FCA in modo che renda molto, più che guardando alla gamma offerta e “cosucce” del genere. Il mio posto si riferisce pertanto ad una delle facce del problema, come il tuo post d’altronde, problema che se analizzato glabalmente necessiterebbe un tomo di migliaia di pagine. Quindi prima di dire che qualcuno non ha capito pensa che forse sei tu a non capire….. e mi fermo qui (stamattina dicevano in TV che il 50% degli italiani fa fatica a capire cosa sta leggendo……… parole sante!!!!).

          • ILKönz

            “verrebbe più naturale ad un meccanico, trattandosi di auto”
            Hai ragione, non ci capiamo proprio, inutile continuare.
            Buona giornata e grazie per le risate 🙂

          • giuliog02

            Comprendo perfettamente questo post ed il precedente. In effetti si può parlare di aziende ” financial driven “. Se poi in dette aziende si riesce a fare prodotti attraenti per il mercato è necessario disporre di uomini di marketing con le pa..lle che sappiano portare avanti le giuste idee, rischiando ogni due per tre di essere licenziati in quanto in costante conflitto con i “ragionieri” dell’amministrazione e della finanza. Uomini e donne, quelli/e della DAF, di un cinismo spaventoso, oltre che di una visione costantemente legata al margine del presente e prossimo ” quarter”. Disposti, però, a scannare quelli del marketing se c’è una variazione in negativo sul secondo decimale al quinto anno del LRP di una determinata confezione/versione di uno specifico prodotto…….. .
            Ben venga la Giulia SW: c’è spazio in Italia e in Europa.

          • umberto

            se cerchi di spiegare qualcosa di sensato al Konz sprechi solo il tuo tempo…… è troppo imbecille per capire e troppo saccente per ascoltare!
            Per quanto riguarda marchionne bisogna pur sempre ricordarsi che lui è li per trovare i soldi non per progettare le auto. Considerati gli ultimi prodotti immessi sul mercato direi che chi deve progettare sta facendo un buon lavoro, grazie ai soldi trovati da marchionne.

  • Dario

    Secondo me, invece, è urgente produrre la Giulia SW, vedi la concorrenza tedesca…. Avendo a listino solo la berlina si perdono un’enormità di vendite in Europa e poi l’interesse sarebbe destinato a calare. Il suv già c’è! Stelvio.

    • giuliog02

      Assolutamente d’accordo. Il successo di 156 e 159 è dovuto alla versione SW. Esiste in Europa e negli USA una montagna di clienti di questo tipo di vetture, anche di quelle sportiveggianti.
      In Fiat e in Alfa Romeo è SEMPRE mancato un marketing capace di identificare l’importanza delle diverse nicchie di mercato nell’ambito dei vari segmenti. Stiamo ricadendo nei vecchi difetti.

  • Francesco Vassallo

    Per ritornare in breve sull’argomento. Che il Ceo di FCA valuti e rifletta sugli investimenti a differenza di quello che dice qualcuno è sintomo di una serietà professionale invidiabile e se ha dei dubbi non dovremmo considerare questo una debolezza ma indice di professionalità.
    Se poniamo per ipotesi che si voglia produrre la SW bisognerebbe supporre quanti esemplari sarebbero necessari per ammortizzare i costi di produzione anche se per produrre la SW non sarebbe necessario un investimento come quello di una nuova vettura dato che molti lamierati ed organi meccanici sono già in produzione.
    La produzione industriale si basa su numeri e fatti.

    • Mons

      Nessuno può garantire a Marchionne le vendite della auto che lancia, salvo la qualità, un bel design, e un prezzo concorrenziale.
      Io di BMW 3 SW in giro ne vedo un sacco. Il mercato esiste. Se FCA è in grado di lanciare un prodotto competitivo partendo da un telaio favoloso quale è quello della Giulia non si capisce perchè non farlo.

    • umberto

      concordo, in più se consideriamo che il mercato si indirizza sempre di più sui suv non so quale reale necessità ci sia di produrre una Giulia sw

  • Monster Energy

    Speriamo la facciano, è sempre una fetta di mercato importante anche se in calo rispetto ai crossover e suv. Ho avuto una 156 sport wagon, una macchina fantastica. Ho fatto 350000 km senza mai problemi a parte le dovute manutenzioni ovviamente. Adesso ho un SUV ssangyong, perché purtroppo suv made in Italy non ce ne erano a parte il freemont. Il SUV è fantastico ragazzi, posso garantirvelo. Il prossimo suv sarà lo Stelvio. Non tornerò mai più alle station wagon o alle berline. Questione di maggiore sicurezza e maggiore comodità.

  • Matteo

    Peccato, ci spero ancora ma temo che alla fine passerá in soffitta. Lo Stelvio non sarebbe male, vorrá dire che nel caso ci faró un pensierino per la prossima cuore sportivo!

  • Demy Milano

    Io la trovo elegantissima,spero proprio che la producano

  • gil upnatistim

    Ho fiducia in Marchionne, ma per quanto mi riguarda non fabbricare la Giulia SW è un errore. Certo magari non arriverei alla motorizzazione quadrifoglio, ma fino al 280 cv o futuro 350 cv: sicuramente. In europa se ne vendono un cospicuo numero, e se si viaggia in autostrada non si vede una che sia una Audi che non sia Avant. BMW qualcosa di più, ma anche loro vendo parecchie SW. Infine andiamoa vedere le tabelle numeriche: Se Audi vende 1600 A4 al mese (tutte Avant) e Giulia 800: ci sarà anche un cavolo di motivo. In ogni caso adesso l’offerta FCA c’è: possiamo scegliere. Infine, non sono un esperto, ma se parliamo di costi di progettazione per la Giulia SW: sicuramente saranno anche cospicui: ma l’85% della vettura già c’è !!

    • Frank f

      Personalmente proporrei una gamma completa esattamente come per la berlina.
      SIamo obbligati a guardare alla concorrenza e spessissimo vedo le versioni più spinte delle tedesche anche in versioni sw.
      Un benestante o esigente padre di famiglia non può prendersi una familiare corsaiola?

  • Frank f

    Che ci debbe riflettere siamo tutti d’accordo come già è stato commentato, altrimenti sarebbe un folle qualunque che prende decisioni come al Monopoli.
    Nonsono personalmente d’accordo con chi dice che il futuro è solo nel suv.
    Sicuramente ormai ha una parte di mercato importantissima; non per questo chiunque deve preferirlo alla sw.
    Se avessi necessità di spazio opterei volentieri per un’Alfa Romeo station (sport) wagon, le 156 e 159 non mi sono affatto dispiaciute.
    Senza contare che , sia per suv sia per sw sia per gli altri segmenti, purtroppo le altre case automobilistiche hanno un offerta molto molto più ampia di quella dell’alfa e della fiat messe insieme.
    Per essere al loro livello bisogna produrre ancora molti modelli per cercare di offrire appunto una scelta altrettanto variegata.
    Se poi continuiamo a ragionare in piccolo, potremmo accontentarci della tipo station wagon come station italiana e abbandonare l’idea di competere con il resto d’ Europa.

    • umberto

      Da felice ex possessore di una 159 sw ti posso assicurare che mi auguro di non vedere mai una Giulia sw, vedi si fanno continui paragoni con i vari catorci stranieri, ma nella realtà le vendite della Giulia dimostrano chiaramente che la versione sw non serve, quello che sarà utile e lo Stelvio. giustamente qualcuno fa notare che l’audi vende quasi totalmente le sw, ma è logico, le loro berline sono talmente brutte che neanche la clientela di riferimento se le comprerebbe, mentre sulle bmw vi è una discreta parità sulle versioni. Per quanto riguarda la Mercedes indubbiamente vi sono parecchie sw, prevalentemente utilizzare come carri funebri, ma onestamente in giro vedo più berline.
      A mio parere la tipo sw è veramente bella …… considerato il tutto vale molto di più delle varie Audi, bmw e mercedes….. Con pochi soldi hai un’auto molto capiente e ben fatta…

      • Frank f

        Scusami umberto non capisco il collegamento. Sei un felice ex possessore di 159 sw, ma non vorresti poterne comprare un’altra o meglio una nuova alfa sw?
        Le vendite certo mettono tutti a tacere e con le spalle al muro.
        Ma onestamente non capisco, appunto in base alle vendite, perché accontentarsi e non sfruttare il buon momento (e prodotto) soprattutto per compensare gli anni perduti.
        La tipo è molto bella e anche molto valida, l’ho provata in diverse occasioni e ho approfondito a fondo l’offerta di tutta la gamma, dall’utilitaria classica alla berlina alla sw.
        Ma se cercassi una sw sportiva, una sportiva da famiglia, non mi accontenterei di una tipo piuttosto cercherei una 159 usata.
        Meglio sarebbe potermi aggiornare ad una Giulia sw

        • umberto

          difatti, sono stato molto contento della 159, ma onestamente la Giulia che l’ha sostituita è decisamente molto meglio. Non è che non voglio più comprare un Alfa, ci mancherebbe, oggi ho la Giulia e mi piace troppo per vederla, secondo me, rovinata con una versione sw.
          Per quanto riguarda una sportiva di famiglia ritengo che vada benissimo lo Stelvio, vedi quando comprai la 159 era la prima volta che acquistavo una sw, la comprai con degli obbiettivi ben precisi e andò bene, però non è quello che intendo io per Alfa Romeo, mentre lo Stelvio rispecchia in maniera ottimale le necessità di un auto che abbia anche una considerevole capienza….. ma vedi questa necessità non si concilia molto con la “sportività”, perché un sw, anche ben preparato, è e rimane sempre una auto con una destinazione di “trasporto” e allora molto meglio un suv!
          Considerato, poi, che l’intenzione è quella di riportare l’Alfa Romeo ai suoi livelli originari ritengo altrettanto inutile fare auto per cercare di contrastare delle case che hanno un potenziale produttivo e di vendita notevolmente superiore, meglio puntare sulla particolarità del prodotto come nella migliore tradizione Alfa Romeo.

  • Heini

    Non produrre la variante SW è un’autentica bestialità. I concorrenti ridono e ringraziano, e francamente parlando le cifre di vendita a livello europeo della Giulia non sono male, ma ci si poteva aspettare di meglio. L’intero piano di rilancio mi lascia perplesso. Pare arriveranno oltre lo Stelvio altri 2 SUV (Alfa marca di SUV: da vecchio alfista mi vien da piangere), chissà quando la nuova Giulietta. Alfetta in forse, nessuna nuova Mito. Altro errore questo, ai giovani con pochi soldi in tasca chi pensa? Alfa Romeo da sempre marca di auto sportive, una nuova GTV o Spider ? Niet ! Spero di essere mal informato riguardo i nuovi modelli in arrivo, se mai illuminatemi in proposito. Dimenticavo : propulsioni alternative ? Buio pesto. Sperando di essere troppo pessimista vi saluto.

    • Frank f

      non sono perfettamente aggiornato ma per quel che riguarda almeno i suv da alfista come te mi duole dover accettare questa realtà suvistica e al pari di tutte le altre case come porsche maserati ecc non si può nel 2017 farne a meno a quanto pare.. a meno che non parliamo dell’azienda Ferrari!