Alfa Romeo: il Premier Matteo Renzi in visita allo stabilimento di Cassino

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il prossimo 24 novembre 2016 andrà a fare visita allo stabilimento Fiat Chrysler Automobiles di Cassino nel Lazio. In questa fabbrica vengono prodotte attualmente Alfa Romeo Giulia e Giulietta e tra poche settimane anche il primo suv nella storia del Biscione, Alfa Romeo Stelvio. Il Premier nella visita al celebre stabilimento sito a Piedimonte San Germano, quasi certamente sarà accompagnato dal numero uno del gruppo FCA, l’amministratore delegato Sergio Marchionne. Qualora il numero uno di Fiat Chrysler non dovesse essere presente allora il Premier sarà accompagnato da Alfredo Altavilla responsabile FCA dell’area Europa.

Alfa Romeo: a Cassino Renzi in visita alla Giulia

La visita del Presidente del Consiglio avverrà in occasione dell’assemblea dell’Associazione nazionale filiera dell’industria automobilistica (Anfia). All’incontro saranno presenti tutti i vertici nazionali e locali del gruppo italo americano presieduto da John Elkann. L’assemblea dovrebbe avere inizio esattamente alle ore 11.30 del prossimo 24 novembre 2016. La presenza del Premier è stata resa nota nelle scorse ore da parte dei rappresentanti dell’associazione di costruttori di automotive.

Dopo l’assemblea, quasi certamente Matteo Renzi accompagnato dai vertici di FCA e di Alfa Romeo visiterà il moderno stabilimento da poco rinnovato e adeguato alla produzione di vetture di altissimo livello come la berlina di segmento ‘D’ Alfa Romeo Giulia e il primo suv nella storia del Biscione Alfa Romeo Stelvio, presentato ufficialmente nei giorni scorsi al Los Angeles Auto Show. La produzione di questo veicolo inizierà ufficialmente a partire dalle prossime settimane, per consentire alla vettura di poter sbarcare sul mercato già a partire dal prossimo mese di marzo.

Il Premier farà conoscenza con il Suv Stelvio

Il Premier dunque per la prima volta incontrerà il nuovo suv Alfa Romeo Stelvio, mentre con la berlina Giulia si tratterà del secondo incontro dopo che a maggio Sergio Marchionne e John Elkann a bordo di una Giulia si sono presentati a Roma all’incontro con il Premier che ha voluto provare la nuova berlina. Vedremo da questa visita se e quali novità potranno derivare per Alfa Romeo e il celebre stabilimento di Cassino che vive un periodo positivo e che grazie ai nuovi modelli del Biscione dovrebbe presto tornare alla piena occupazione.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulietta Next Generation: il rendering di Theophilus Chin

Alfa Romeo
Alfa Romeo: a Cassino il prossimo 24 novembre arriva in visita il Premier Matteo Renzi, all’incontro parteciperanno i vertici di FCA

Leggi anche: Nuovo Jeep Compass 2017: ecco perchè è cosi importante per Fiat Chrysler

Fiat Chrysler Cassino centrale nel rilancio del Biscione

Del resto è evidente come questa fabbrica abbia ormai assunto un ruolo fondamentale nel rilancio della gloriosa casa automobilistica del Biscione, che dopo anni difficili sta provando a rilanciarsi grazie all’arrivo sul mercato di una nuova gamma di veicoli di altissimo livello, di cui Alfa Romeo Giulia e Stelvio rappresentano solo l’antipasto.  Il ruolo dello stabilimento ciociaro è probabile che diventerà sempre più importante nei prossimi mesi quando le linee produttive funzioneranno a pieno regime. Vi aggiorneremo sugli eventuali sviluppi che tale visita avrà e se da questa arriveranno novità importanti per il futuro prossimo della storica casa automobilistica del Biscione. 

  • Speriamo che il bimbominkia non porti sfiga a sua maestà Alfa Romeo…visti gli ottimi obiettivi raggiunti ultimamente dal Biscione!!!😰😰😰

    • remo bianchi

      Beh comunque è da apprezzare poi se esista la sfiga o lui la tiri non lo so.Sicuro e che il Cavaliere si è insediato nei primi anni 90 ,c erano le Thema e le croma poi dopo ci sOno state Audi (sponsor ufficiale del Milan)e Bmw e Mercedes.Ma a lui lo hanno trombato e dire che era di destra e non ha mostrato amore per una azienda storica statale Milanese.Almeno questo gira in Giulietta ma adesso si potranno comprare un auto Italiana.Adesso il prodotto c È ma forse siamo troppo provinciali e soffriamo di sudditanza.

      • umberto

        concordo abbastanza con te, escludendo che negli anni 90, purtroppo, l’Alfa non era più a Milano e non era statale…. grazie a prodi e ai sindacati è finita in mano alla fiat!… per quanto riguarda il prodotto c’era anche prima… solo che i governi Italiani, a differenza di quelli tedeschi e francesi, facevano le gare comunitarie…. e cosi ci siamo riempiti di cessi stranieri nei parchi auto dello Stato!

    • Gilgamesh Da Ninive

      Son belli gli obiettivi raggiunti da quei pirla “boia” di Pomigliano.. I satiri dei miei coglioni: col COLLO altrui però !!!! A dimenticavo boia da intendersi in maniera satirica neh ..

  • renzie non è degno dell’ Alfa Romeo !!!!!!!

    • umberto

      Ed e l’unico che e andato al giuramento con una 166…… Preferisci gli altri che vanno con cessi stranieri?

  • Stai a casa che magari porti anche sfiga al marchio automobilistico migliore al mondo

  • Renzi porta sfortuna occhio operai

    • Gilgamesh Da Ninive

      Non Landini ? Hai scritto giusto ?

  • umberto

    Bene, almeno potrà vedere una buona fabbrica …. Per il resto è l’unico presidente del consiglio che è andato al suo insediamento a bordo di un Alfa Romeo quindi ha dimostrato da subito di essere una persona seria, non come i soliti politici del cazzo che girano con cessi stranieri, compresi i nuovi ladri della politica che dovevano portare una ventata di novità e poi sono marci come tutti gli altri….. Con questo piccolo gesto ha dato un bel segnale all’Italia! Confido che, visto il buon inizio, valorizzi da parte sua questo nuovo corso dell’Alfa e spinga perché finalmente spariscano dal parco auto dello Stato tutti i cessi stranieri…. La visita potrà fargli bene!

    • Gilgamesh Da Ninive

      Cazzarola Umberto: concordo con te!!! ottima riflessione.

  • Alessandro

    Renzi avrà molti difetti ma è uno stimatore del marchio Alfaromeo e del made in Italy.Tra le sue auto private c’è una bella Giulietta bianca.Dal punto di vista politico lasciamo perdere ma sulle auto è ok!