Maserati: nello stabilimento di Modena si lavorerà anche su alcune Fiat 500

Maserati
Maserati

Lo stabilimento Maserati di Modena, sito in via Ciro Menotti, continua ad essere al centro delle attenzioni nel mondo dei motori. Segnaliamo infatti che da oggi in questa storica fabbrica non verranno più realizzate solo auto di Maserati e di Alfa Romeo ma adesso si lavorerà anche su auto di Fiat. La principale casa automobilistica italiana infatti nei giorni scorsi ha inviato a Modena alcune Fiat 500 provenienti dalla Polonia. Si tratta di veicoli che presentano dei problemi al cambio e che i tecnici di Maserati dovranno dunque sistemare.

Alcune Fiat 500 sbarcano nello stabilimento Maserati di Modena

La notizia assai curiosa giunge direttamente dalla fabbrica, dove al momento c’è un po’ di trambusto per quanto riguarda i nuovi contratti di solidarietà che partiranno dal prossimo primo dicembre e resteranno attivi per almeno 8 mesi. Questo avviene dopo che già quest’anno si è fatto abbondantemente ricorso alla cassa integrazione in questo storico stabilimento di Maserati. la cosa ovviamente ha sollevato grande preoccupazione da parte dei sindacati e dei lavoratori, come del resto hanno fatto presente negli scorsi mesi i rappresentanti delle sigle coinvolte.

Continuano le polemiche tra i sindacati per il nuovo contratto di solidarietà

Ovviamente come sempre accade in questi casi non sono nemmeno mancate polemiche tra i sindacati e l’azienda e nemmeno tra le sigle stesse. Basti pensare che la Fiom a differenza degli altri sindacati ha deciso di non firmare l’accordo sui nuovi contratti di solidarietà. Questo poichè il numero dei lavoratori in esubero, che originariamente doveva essere di 70 è passato a 150. Per Uilm-Uil, che invece l’accordo lo ha firmato in questo momento la priorità assoluta è salvare il futuro dei lavoratori dalla Maserati.

In questa situazione delicata si aggiunge questa notizia curiosa di queste Fiat 500 arrivate con alcune bisarche direttamente dalla Polonia per essere riparate. Chissà che questa non diventi un’abitudine per lo stabilimento che in questa maniera potrebbe trovare un modo per occupare i propri dipendenti che altrimenti rischiano di rimanere senza niente da fare.

Leggi anche: Fiat Chrysler vola in Borsa grazie al debutto di Alfa Romeo Stelvio

Maserati
Maserati

Leggi anche: Fiat e Amazon: un accordo storico che potrebbe cambiare tutto

Ecco i piani di Fiat Chrysler per questo stabilimento nel 2017

Infine ricordiamo anche che secondo quando dichiarato negli scorsi mesi dai rappresentanti di Fiat Chrysler Automobiles nel 2017 a Modena, oltre alla Alfa Romeo 4C, saranno prodotti i nuovi modelli di Maserati GranCabrio e Maserati Granturismo. Invece per quanto concerne il 2018 al momento non si sa nulla e questo preoccupa molto tutti coloro i quali hanno a cuore le sorti di questo stabilimento e delle persone che vi lavorano.