Alfa Romeo: con lo Stelvio parte la scalata ai Suv contro Audi, Bmw e Porsche

AlfaRomeo Stelvio Foto laterale

Alfa Romeo Stelvio ieri 16 novembre 2016 è stato finalmente svelato dai dirigenti della storica azienda automobilistica lombarda al Los Angeles Auto Show. Si è trattato di un evento che ha attirato l’attenzione di numerosi appassionati ed in particolare dei tantissimi fan alfisti, curiosi di vedere l’aspetto definitivo del primo suv nella lunga storia della propria casa automobilistica preferita.

Con questo modello nelle intenzioni di Sergio Marchionne e soci vi è quella di far partire la scalata di Alfa Romeo al segmento premium del mercato auto ed in particolare a quello dei suv, che attualmente è uno di quelli che va per la maggiore nel mondo, dove di mese in mese diminuiscono le monovolume e le berline vendute e crescono invece i Suv. 

Alfa Romeo Stelvio: suv più veloce al mondo secondo Reid Bigland

Alfa Romeo Stelvio avrà l’arduo compito di dare serio filo da torcere ad auto di altissimo livello tra cui citiamo Porsche Macan, Bmw X3 e secondo qualcuno anche a Bmw X4 e Mercedes GLC. Il numero uno del Biscione, l’amministratore delegato Reid Bigland ieri ha ricordato che Alfa Romeo Stelvio è un modello che ha tutte le carte in regola per diventare presto il Suv più veloce al mondo per quanto riguarda la sua categoria.

Basti pensare che la velocità massima che questo veicolo è in grado di raggiungere nella sua versione top, Quadrifoglio, è pari a 285 chilometri orari. L’accelerazione 0/100 avviene in appena 3,9 secondi, numeri veramente importanti per un suv di tale categoria. Tra l’altro questi numeri sono garantiti da una vettura che misura 468 centimetri di lunghezza, 165 cm di altezza e 216 cm di larghezza, in cui viene garantita la perfetta distribuzione dei pesi e il rapporto peso/potenza. Senza dimenticare la potenza del motore  2.9 V6 biturbo benzina da 510 cv di chiara derivazione Ferrari.

Leggi anche: Alfa Romeo trascina Fiat Chrysler in Europa ad ottobre, bene Lancia

Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio: suv più veloce al mondo per Reid Bigland, avrà il compito di dare il via alla scalata del Biscione in questo segmento

Leggi anche: Fiat, Jeep e Maserati: ecco i risultati di ottobre 2016 in Europa

Alfa Romeo Stelvio: ecco tutta la tecnologia che può vantare

Alfa Romeo Stelvio del resto ha tutte le carte in regola per impensierire le rivali tedesche. Basti pensare che il nuovo Suv del brand italiano di Fiat Chrysler Automobiles presenta una serie di tecnologie di assoluto livello. Ci riferiamo ovviamente, tra le altre cose, alla presenza della trazione integrale con tecnologia Q4, che è stato uno dei motivi di vanto dei dirigenti durante la presentazione di ieri.

Ma ci riferiamo anche alla presenza delle sospensioni AlfaLink, che dovrebbero garantire prestazioni di altissimo livello che  pochi suv in questa categoria possono garantire. Questo senza dimenticare che Alfa Romeo Stelvio è dotato anche di Torque Vectoring, un sistema che in poche parole garantisce il massimo controllo della trazione. Infine non possiamo non menzionare tra le tecnologie che caratterizzano questo veicolo anche l’Integrated Brake System, che riduce in maniera piuttosto evidente lo spazio di frenata su qualsiasi tipologia di strada ci si trovi.

 

  • Forza Alfa !!!!!!!!!!!

  • Paolo Guidi

    Appena arrivata stabilirà nuovi parametri di riferimento nel suo segmento tutti basati su handling e piacere di guida e non su baggianate e artifici elettronici quelli li lasciamo alla concorrenza . Perché noi siamo Alfa Romeo !!!!

    • Alfonso

      Il nuovo corso dell’Alfa Romeo da la netta sensazione che il team che sta lavorando sui progetti voglia creare delle sportive di razza senza tanti orpelli tecnologici ma con molta innovazione meccanica per un piacere di guida sportivo ormai perso dalla concorrenza tedesca..mi sa che l’Alfa sarà molto più esclusiva di altri marchi affermati..ma dobbiamo pazientare ancora 2/3 anni per completare il cerchio

  • Bellissima….. 😉🍀👍Era ora ….. Troppo tempo hanno impiegato

  • Con 15 anni di ritardo….

  • umberto

    Molto bella e con una presentazione spettacolare…. Ed è solo l’inizio!

    • Paolo Guidi

      Si decisamente una presentazione in gran stile come solo noi italiani sappiamo fare , ci distinguiamo anche in questo . Meglio per noi , a proposito cambiando discorso mentre qui si parla di assunzioni a Cassino oltre confine parlano di 30000 licenziamenti . Onestamente per i dipendenti spiace perché pagano l’idiozia del loro management è sempre la parte debole che paga maggiormente .