Dodge Challenger, Charger e Chrysler 300 su base Giorgio solo dopo il 2020

di -
Dodge Challenger
Dodge Challenger

Arrivano interessanti indiscrezioni da Fiat Chrysler Usa. A quanto pare, secondo quanto riportato nelle scorse ore da Automotive News, la scuderia delle grandi auto prodotte negli Usa non sarà aggiornata con una nuova generazione se non nell’anno 2021. La coupé Dodge Challenger e le berline Dodge Charger e Chrysler 300 non saranno ridisegnate sulla nuova piattaforma Giorgio dal gruppo automobilistico italo americano almeno sino  all’anno  2021, anno in cui Fiat Chrysler Automobiles, secondo quanto riportato da fonti interne, rischia di interrompere la produzione di una di queste grandi berline.

Dodge Challenger, Charger e Chrysler 300 nel 2021 su piattaforma ‘Giorgio’?

Queste indiscrezioni che confermano i dettagli vaghi sul futuro di queste nuove auto arriverebbero direttamente dai membri del sindacato canadese Unifor, che di recente ha trovato un accordo con i dirigenti del gruppo del numero uno Sergio Marchionne per il nuovo contratto di lavoro, valido negli stabilimenti canadesi di FCA. L’accordo, ratificato dai membri Unifor il mese scorso, prevede che il gruppo italo americano investa 242.000.000 milioni di dollari americani nello stabilimento di Brampton, in Ontario, impianto di verniciatura da ristrutturare completamente. I lavori di ammodernamento dovrebbe iniziare nell’estate del 2017, in base a quanto comunicato dal presidente di Unifor Jerry Dias.

Sergio Marchionne di recente ha esaltato la versatilità di ‘Giorgio’

Anche il numero uno del gruppo, l’amministratore delegato Sergio Marchionne, di recente ha parlato della piattaforma Giorgio che attualmente trova spazio sulla nuova berlina Alfa Romeo Giulia, ma che presto vederemo anche sul suv Alfa Romeo Stelvio, che verrà mostrato esattamente tra 9 giorni al Los Angeles Auto Show. Sergio Marchionne si è detto “incoraggiato dalla versatilità dell’architettura di questa piattaforma, che consente il suo utilizzo in una vasta gamma di applicazioni all’interno del gruppo. Questa è probabilmente la cosa più utile che FCA abbia fatto negli ultimi anni, secondo quanto ammette lo stesso numero uno.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: grande curiosità sui dati di vendita di ottobre 2016

Dodge Challenger 2015 R/T Plus
Dodge Challenger: insieme a Charger e Chrysler 300 nel 2021 potrebbe poggiare su piattaforma modulare ‘Giorgio’

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio 2016: 240 ore all’esordio per il primo Suv del Biscione

La berlina Chrysler 300 però potrebbe anche venire meno

La piattaforma Giorgio dunque quasi certamente sarà utilizzata in futuro in una versione modificata anche per la nuova generazione di Dodge Challenger e Charger e per la Chrysler 300. Questo come detto però non avverrà prima del 2021. Nel frattempo è probabile che queste vetture possano ricevere una rinfrescata, con un aggiornamento che potrebbe avvenire nel corso dell’anno 2018. Questo anche considerando che l’ultimo aggiornamento di questi veicoli è avvenuto ne 2015. Come vi abbiamo rivelato però una di queste vetture è in forse. Nel senso che nei prossimi anni Fiat Chrysler potrebbe decidere di farne a meno. la maggiore indiziata, sempre secondo Automotive news sarebbe la berlina Chrysler 300.