Fiat Chrysler Automobiles: negli Usa le vendite calano del 10% ad ottobre

di -
Fiat Chrysler Automobiles
Fiat Chrysler Automobiles

Fiat Chrysler Automobiles dopo un inizio di 2016 molto positivo, negli ultimi tempi negli Usa non sta vivendo un buonissimo periodo. Infatti anche ad ottobre le vendite sono diminuite, questa volta in maniera più consistente rispetto a quanto avvenuto in settembre.

Ad ottobre infatti il gruppo italo americano del numero uno Sergio Marchionne ha visto ridurre le proprie immatricolazioni del 10 per cento con 176.609 unità, rispetto a quanto avvenuto nello stesso mese dell’anno precedente. Segnaliamo anche che di queste 176.609 unità 40.801 sono auto vendute a flotte aziendali.

Fiat Chrysler Automobiles: molto male le vendite di ottobre negli Usa

Ovviamente questa notizia non di certo positiva ha fatto scivolare il titolo di Fiat Chrysler Automobiles a Piazza Affari. Urge a questo punto un recupero negli ultimi mesi del 2016 al fine di chiudere nel migliore dei modi un 2016 che comunque nel suo complesso è stato tutto sommato positivo per il gruppo del Presidente John Elkann anche per quello che riguarda gli Stati Uniti, grazie ad una prima parte di anno molto incoraggiante e con numeri ampiamente al disopra di quelli realizzati nello stesso periodo del 2015. Secondo i portavoce di FCA comunque Jeep e Ram continuano ad essere i brand più positivi per quanto riguarda le immatricolazioni negli Stati Uniti.

Jeep in calo ma sempre positiva nel 2016

Si teme invece che il calo per Fiat già evidenziato negli scorsi mesi possa continuare anche ad ottobre.  Entrando più nel particolare ci accorgiamo come questo mese un po’ tutti i brand di Fiat Chrysler Automobiles sono in calo. Tra i meno peggio troviamo Jeep, la casa automobilistica americana ha registrato a ottobre un calo del 7 per cento a 68.826 unita’. Jeep Grand Cherokee è uno dei modelli che sono andati meglio ed infatti le sue immatricolazioni sono cresciute del 9 per cento rispetto a quanto ottenuto 12 mesi prima, grazie a 17.867 unità vendute negli Stati Uniti.

Male Chrysler

Anche Jeep Patriot ha visto le proprie unità piazzate sul mercato crescere del 2 per cento a 9.510. Mentre sempre a proposito di Jeep, vanno molto male Cherokee che scende del 23 per cento rispetto ad ottobre 2015. Tutto sommato Jeep non si può lamentare in quanto le sue vendite nel 2016 sono aumentate del 10 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015: 707.351 unita’ contro le 775.932 attuali.

Ben peggiori sono le cose per Chrysler. Il celebre brand di Fiat Chrysler Automobiles ad ottobre 2016 fa registrare un calo del 45 per cento a 14.181 unità. Vanno molto male Chrysler 200 che fa segnare -69 per cento e Chrysler 300 con – 29 per cento. Chrysler Town e Conutry -96 per cento. 

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: negli Usa perplessi per l’assenza del cambio manuale

Fiat Chrysler Automobiles
Fiat Chrysler Automobiles: male le vendite di ottobre negli Stati Uniti per il gruppo di Sergio Marchionne

Leggi anche: Fiat Chrysler continuerà la produzione della Ram 1500 attuale sino al 2019

In calo anche Dodge, Fiat e Alfa Romeo, unica nota positiva Ram

In calo anche Dodge che fa segnare -16 per cento rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Unico positivo in Fiat Chrysler questo mese è Ram che ottiene +12 per cento grazie al ‘boom’ dei Pick Up che sta avvenendo ultimamente negli Stati Uniti . In totale Ram ha piazzato sul mercato 49.443 unità.  Infine parliamo anche di Fiat, la principale casa automobilistica italiana che nel paese a stelle e strisce porta sul mercato Fiat 500, Fiat 500L, Fiat 500X e Fiat 124 Spider, è stata protagonista in negativo di questo mese di ottobre appena finito.

Infatti il brand italiano di Fiat Chrysler Automobiles ha visto scendere le proprie immatricolazioni del 24% a 2.622 veicoli rispetto al 2015.  Uniche note positive Fiat 500 che ha visto aumentare le sue vendite dell’8% a 1.276 unita’e Fiat 124 Spider che ha registrato vendite per 444 esemplari. Scende anche Alfa Romeo -60 per cento rispetto ad ottobre 2015.