Alfa Romeo Giulia: ecco cosa ne pensano i giornalisti Usa dopo i test drive

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia: si avvicina il momento del suo debutto negli Usa

Come vi avevamo annunciato nelle scorse ore una nutrita pattuglia di giornalisti statunitensi della stampa specializzata in motori ha provato nelle scorse ore la nuova Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, i cui primi 100 esemplari sono sbarcati nei giorni scorsi presso il porto di Baltimora. Nelle scorse ore sul web hanno fatto capolino i primi articoli in cui i giornalisti, che hanno avuto la possibilità di provare sul celebre circuito di Sonoma in California la nuova berlina del Biscione, hanno voluto far conoscere le loro prime impressioni su questo veicolo ai propri lettori.

Così come si evince subito dalla stragrande maggioranza dei titoli sugli articoli di questi giornalisti, molti di loro sono rimasti favorevolmente colpiti dalla nuova automobile del Biscione che ha creato un forte entusiasmo da parte degli addetti ai lavori del Nord America. Del resto gli americani sono molto curiosi di poter nuovamente guidare una berlina Alfa Romeo di altissimo livello dopo tanti anni. Segnaliamo anche che in occasione di questi test drive di Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, era presente anche il noto pilota e collaudatore Fabio Francia, colui il quale ha realizzato il record sul giro al Nurburgring, che in questa occasione ha fatto da autista ad alcuni giornalisti.

Alfa Romeo Giulia entusiasma la stampa Usa

Tra i primi a dare il proprio giudizio su Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio, i giornalisti di Motor1.com. Questo hanno avuto la possibilità di provare la nuova berlina sia in pista che in strada sotto la pioggia. La loro descrizione di Giulia è a dir poco entusiastica. In particolare i giornalisti sono rimasti colpiti dalla potenza e dalla forza del motore V6 2,9 litri da 510 cavalli. Altra cosa che i colleghi di Motor1.com hanno apprezzato è la bontà e la qualità dei freni “brake by wire”.

L’elogio di Motor1.com

Anche lo sterzo di questo veicolo, considerato come uno “sterzo ultra veloce” è stato molto ma molto apprezzato dagli americani di Motor1.com. Grandi elogi anche per l’assetto dell’Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio considerato come molto equilibrato. Inoltre nota di merito anche ai pneumatici Pirelli P Zero Corsa, che sono stati definiti veramente adatti per questa tipologia di vettura. Infine eccellente è anche il giudizio relativo al design e alle finiture della nuova vettura del Biscione definita splendida e certamente più elegante delle rivali di Bmw e Audi.”

Anche Car and Driver apprezza molto la Giulia

Anche Car and Driver da un buonissimo giudizio di Alfa Romeo Giulia e apprezza molto lo stile inconfondibile del made in Italy che questo modello rappresenta in pieno. Nota di merito per il motore 2.0 turbo benzina che per loro è assai vivace ma forse non all’altezza di quello dei rivali di Audi e Bmw. Molto lusinghieri anche i giudizi sullo sterzo sicuramente assai migliore di quelli delle vecchie Alfa Romeo arrivate negli Usa. Motor Authority considera questa versione di Giulia come ” una vettura superiore a BMW M3 e Mercedes-AMG C 63 S“, piccola critica alla mancanza di cambio manuale negli Usa, che toglie un po’ di piacere di guida secondo Motor Authority. 

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio: AutoBild immagina così il primo Suv nella storia di Alfa

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia: le prime impressioni dei giornalisti americani dopo il test drive avvenuto nelle scorse ore

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: negli Usa primi test drive per la stampa specializzata

Autoblog.com ritiene la Giulia un’auto molto divertente da guidare

Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio ha ricevuto moltissimi apprezzamenti. Anche Autoblog.com esalta la sua tenuta di strada e la potenza del motore. Il sito però fa qualche piccola critica alla qualità delle plastiche interne, sicuramente un aspetto migliorabile. Perfetto il collegamento tra sterzo e telaio, secondo Autoblog.com. Questo dunque garantisce che Alfa Romeo Giulia forse non sarà la berlina più sofisticata della sua categoria ma certamente quella più divertente da guidare.

  • Grande

  • “vettura del Biscione definita splendida e certamente più elegante delle rivali di Bmw e Audi.” ah che dolci parole

  • Paolo Guidi

    Se si fa il botto anche oltre oceano , terra di grandi estimatori del marchio , e si comincia a vendere ………

  • gil upnatistim

    La macchina c’è.. ora basta comprarla…

    • umberto

      La compreranno….. Gli americani apprezzano l’Alfa, come i tedeschi!

  • naja

    effettivamente, la politica di abbinamento di motori, cambi e trazione é un po’ ridotta, penso che una Giulia col 2.0 da 280 CV, cambio manuale e trazione posteriore si venderebbe anche in Europa molto bene, anche se non in Italia…
    quello che mi meraviglia é che questo motore sia considerato forse non all’ altezza delle rivali.
    il 2.0 VW é un’ ottima arma universale e sembra sia veramente cosí ben fatto, che sta forse un mezzo scalino sopra agli altri, ma quello BMW é quasi una vergogna.
    non per i dati, allineati alla concorrenza, ma di piacere di guida ne dá ben poco, é uno dei motori piú sterili ed indifferenti che BMW abbia mai costruito.

    • Maurizio Dallara

      Immagino che lo comprano col 3 litri benzina che gli altri hanno… O no?

      • naja

        ormai i 3.0 hanno almeno sui 350 CV, anche in Germania sono un lusso.
        soprattutto adesso che spremono altrettanti CV da un 2.0.
        la serie 3 piú venduta resta comunque la 316d…

  • PIERANGELO FAE

    Manca il cambio manuale, per molti è una assenza grave

    • naja

      sono d’ accordissimo, ma é una storia un po’ strana…
      in Europa si vendono sempre piú automatici, anche sulle auto piú sportive, perché ormai questi sono superiori ai manuali per quanto riguarda prestazioni e consumi.
      e d’ altro canto negli USA, dopo aver usato sempre e solo l’ automatico, stanno imparando appena a conoscere i vantaggi emozionali del manuale, chissá, forse c’ é speranza…

  • Paolo Guidi

    Per l’Italia ci vorrebbe il 2000 da 200 cv ne venderebbe un botto , il 280 cv con l’attuale legislazione verrebbe considerata auto di lusso in quanto supera i 250 cv . Che leggi del cazzo hanno rovinato il mercato delle auto questi imbecilli .

    • naja

      il 200 CV mi sembra che arriverá proprio per l’ Europa, se ho ben capito.
      …ed é una scelta che non condivido piú tanto, per una versione base sono 200 CV quasi troppi, ma come versione di punta per il mercato italiano sono un po’ pochi, ed il divario fino alla versione da 280 é piuttosto grande.
      io mi sarei immaginato piú qualcosa tipo 180, 240, 320 CV, ma penso la scelta sia dovuta ai mercati internazionali ed al fatto che con la Giulia si ricomincia da zero, spero che con il tempo arrivino anche piú versioni, piú differenziate.
      …e ‘sto superbollo é veramente un’ idea del cazzo, da sempre, assurdo che ci sia proprio in Italia…
      e ancora piú assurdo che ne cambino continuamente i principi, una volta si calcolava dai cavalli fiscali, poi dalla cilindrata, adesso dalla potenza, non sanno nemmeno loro quello che vogliono, e questo rende impossibile per i costruttori adattarcisi.

  • winston-universe

    Primo avistamento di una Giulia su strada. Conclusione, macchina semplicemente perfetta, di BMW non ha assolutamente nulla.
    Secondo mè la Giulia è superiore a ABM (Audi, BMW, Mercedes).
    Forse Audi è un pochino superiore negli interni, ma su design, motorizazzione, tenuta su strada è suono non c’è nessuna discussione, Giulia nettamente superiore ad Audi ed anche a BMW è Mercedes.
    Alfa welcome back. :-)))
    Se Alfa continua su questa strade, secondo mè Alfa farà il botto. Vedremo.