Fiat Chrysler: protagonista nella lotta al cambiamento climatico

di -
Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Fiat Chrysler Automobiles è una delle aziende che più al mondo si dedicano all’importante lotta concernente i cambiamenti climatici. Nelle scorse ore il gruppo diretto dall’amministratore delegato Sergio Marchionne è stato riconosciuto come un leader in questo settore per via del suo impegno. Fiat Chrysler infatti fa tutto il possibile per contrastare i cambiamenti climatici che alla lunga provocheranno danni irreparabili al nostro pianeta. Il settimo gruppo mondiale dell’automobilismo è stato incluso nella cosiddetta Climate ‘A’ List da Climate Change 2016 di CDP. Si tratta di un riconoscimento molto importante da questo punto di vista.

Fiat Chrysler: il suo impegno contro il cambiamento climatico è stato premiato

Il riconoscimento è importante infatti di tutte le aziende che vi hanno preso parte solo il 9 per cento di loro è riuscito a farsi includere in questa lista. Il global Climate Change Report ha pubblicato da poche ore i risultati raggiunti in questo campo da numerose ed importanti aziende. La filosofia di Fiat Chrysler da questo punto di vista è quella di combattere il problema con un approccio di tipo integrato. Cioè per il gruppo italo americano è importante unire l’impegno individuale a quello collettivo.

FCA inserita in un’esclusiva lista

La politica di Fiat Chrysler da questo punto di vista è stata quella di effettuare numerosi investimenti volti allo sviluppo di tecnologie e processi che possano aiutare a risolvere il problema.  CDP, ha riconosciuto l’impegno di Fiat Chrysler e in virtù dei risultati e della trasparenza dimostrate ha deciso di premiare il gruppo del Presidente John Elkann inserendolo in questa esclusiva lista. Da questo punto di vista, hanno fatto la differenza ad esempio il fatto che Fiat Chrysler in Europa sia l’azienda che vende più veicoli a metano con una quota di mercato del 50 per cento.

Leggi anche: Sergio Marchionne soddisfatto dei risultati di Alfa Romeo Giulia

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: un esemplare consegnato anche a BpC

Negli stabilimenti di Fiat Chrysler ridotto di molto il consumo di acqua

Altra cosa che è stata molto apprezzata dagli ambientalisti è il fatto che l’impronta ecologica negli stabilimenti di Fiat Chrysler Automobiles è aumentata. Infatti facendo un paragone con il 2010 le emissioni di CO2 per veicolo prodotto sono state ridotte del 23,4 per cento. Questo tra le altre cose ha pure comportato un netto risparmio di acqua. Infine dobbiamo anche segnalare che il gruppo di Sergio Marchionne rappresenta una delle poche aziende che dall’anno 2012, è sempre presente e protagonista di tutte le iniziative promosse da CDP. 

  • don vito

    E senza machine ibride o elettrici…..

  • naja

    hey, non lo sapevo, e non l’ avrei nemmeno immaginato, complimenti…
    mi fa molto piacere, soprattutto perché, come scrisse anche don vito, il tutto é stato ottenuto senza elettriche o ibride, ma con il metano.
    dall’ inizio della elettromania rompo le palle che é troppo presto, che una elettrica é adesso ancora piú nociva per l’ ambiente di una benzina, e che sarebbe ora che venga usato il metano, per cui c’ é giá un’ infrastruttura praticamente pronta, il che ridurrebbe da subito la produzione di CO2 ecc.
    quindi, grazie CDP, mai sentiti prima, ma ottimo lavoro! 🙂