Maserati Levante protagonista della crescita di FCA nel terzo trimestre

Maserati Levante è protagonista del buon momento di forma che nel terzo trimestre del 2016 ha vissuto il gruppo Fiat Chrysler Automobiles. Il Suv del Tridente registra già oltre 18 mila ordini, la maggior parte dei quali sono ordini di consumatori e non di aziende. Questo ha fatto si che la celebre casa automobilistica del Tridente Maserati abbia aumentato i propri ricavi del 69 per cento a 873 milioni di euro. Questo è avvenuto principalmente grazie ad un incremento delle consegne, al positivo effetto sui prezzi e al gradimento incontrato sul mercato dal suv Maserati Levante.

Maserati Levante: si impennano le consegne di auto per il brand italiano

Nel terzo trimestre le consegne di Maserati sono salite del 54 per cento rispetto ad un anno prima a 10.656 unita’. Questo risultato dunque porta la liquidità disponibile a 23,2 miliardi di euro. Insomma si comincia a vedere l’effetto de boom del nuovo Maserati Levante, primo Suv nella storia della casa automobilistica italiana di Fiat Chrysler Automobiles. Insomma questo esordio sul mercato sembra proprio incoraggiante e l’obiettivo delle 70 mila immatricolazioni annue da raggiungere entro il 2018 non sembra più cosi lontano per lo storico brand italiano.

Leggi anche: Sergio Marchionne soddisfatto dei risultati di Alfa Romeo Giulia

Maserati Levante
Maserati Levante: già 18 mila gli ordini.Si impennano i ricavi di Maserati

Leggi anche: Fiat Chrysler aumenta le previsioni di profitto grazie ai Suv di Jeep

Si spera che nel quarto trimestre del 2016 arrivi la conferma per Maserati

C’è grande curiosità di sapere a questo punto se questo ottimo risultato ottenuto da Maserati è solo un fuoco di paglia o anche nel quarto trimestre del 2016, il trend continuerà ad essere positivo per lo storico brand automobilistico italiano. Ricordiamo infine che Il primo Suv nella storia del Tridente e’ disponibile a partire dal secondo trimestre del 2016 nel continente europeo e dal terzo trimestre nelle aree Nafta e Apac.
  • Vincenzo Giancristofaro

    Bella è bella, ma ha la connettività?