Alfa Romeo Giulietta 2019: il render di Autoweek incuriosisce il web

Alfa Romeo Giulietta 2019
Alfa Romeo Giulietta 2019: il render di Autoweek ci mostra un'ipotesi stilistica di questo veicolo.

Alfa Romeo Giulietta 2019 è uno dei veicoli più attesi del futuro prossimo della storica casa automobilistica del Biscione. In tanti si domandano come sarà questo modello quando finalmente sbarcherà sul mercato  nel corso dei prossimi anni. Da quello che sappiamo, si tratterà di un’automobile completamente diversa dalla vettura attualmente presente in commercio. Questa infatti dovrebbe venire realizzata su di una versione accorciata della piattaforma modulare ‘Giorgio’, che consentirà al veicolo in questione di essere uno dei pochi della sua categoria ad essere dotato di trazione posteriore. Oggi vi proponiamo il render di Autoweek, che prova a immaginare come questo veicolo potrebbe essere nel momento in cui finalmente sbarcherà sul mercato.

Alfa Romeo Giulietta 2019: un nuovo render prova ad immaginarla

Il render proposto da Autoweek per quanto concerne Alfa Romeo Giulietta 2019, ha riscosso un certo successo sul web. In molti tra i fan del Biscione si augurano che la futura entry level di Alfa Romeo possa avere un design simile a quello proposto da questo rendering. Ovviamente, come sempre accade in questi casi, non tutti sono convinti della veridicità di questa ipotesi, qualcuno ipotizza, che la vettura che forse sarà presentata e prodotta nel 2018 e arriverà sul mercato nel 2019, avrà uno stile totalmente diverso da quello che vediamo in questo disegno.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia sbarca negli Usa: le foto dal porto di Baltimora

Alfa Romeo Giulietta 2019
Alfa Romeo Giulietta 2019: il render di Autoweek ci mostra un’ipotesi stilistica di questo veicolo.

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio, Giulia e Alfetta: le novità al 22 ottobre

L’arrivo sul mercato forse in anticipo sui tempi iniziali?

Vedremo dunque nei prossimi mesi chi avrà avuto ragione, quando i primi prototipi camuffati saranno immortalati in foto spia, come sempre accade in questi casi, non appena il veicolo inizierà i consueti test su strada. Da quel momento in poi diventerà più facile iniziare a capire quello che potrebbe essere l’aspetto definitivo della nuova Alfa Romeo Giulietta 2019, la nuova generazione di un’automobile che indubbiamente ha fatto la storia della casa italiana del Biscione nel mondo dei motori. 

Con la nuova Giulietta infatti è assai probabile che le vendite del Biscione possano subire un’impennata clamorosa.Tra l’altro qualcuno ha anche ipotizzato, che visto il calo nella produzione dell’attuale modello di Alfa Romeo Giulietta, che ad ottobre è scesa tanto da costringere gli operai dello stabilimento FCA di Cassino a rimanere fermi per alcuni giorni, la nuova generazione potrebbe anche essere anticipata, proprio per far fronte all’obiettivo del raggiungimento delle 400 mila immatricolazioni annue. Un traguardo questo stabilito già da tempo dal numero uno di Fiat Chrysler, l’amministratore delegato Sergio Marchionne.

 

 

  • Nooo .muso uguale.. nooo

  • Ma fateli i restyling vai…..

  • Blackimp

    ma che palle ste rendering fatti da gente senza fantasia che continua a ripetere gli stessi identici elementi della Giulia. Sarebbe un’auto demenziale: muso bassissimo, pochissimo spazio dentro, gruppi ottici sproporzionati. Mi piace che abbiano diviso la griglia nella zona per gli antinebbia in modo da non lasciare la a forma di bocca all’ingiù.Purtroppo se la faranno a trazione posteriore, temo che non sarà comunque una macchina molto sensata per fruibilità a meno di non farla con la forma tipo locomotiva della bmw serie 1 che trovo orribile

    • Albo89

      a me, sinceramente, dan più fastidio quelli che credono che sia poi quella vera e criticano 😀

      • Blackimp

        vorrei tranquillizzarti sul fatto che critico i grafici che fanno uscire taglia e cuci un po’ banali 😉 però un rendering di qualche tempo fa che è compatso anche qui di color rosso non mi dispiaceva

    • Gianni Polimeni

      Secondo me non ha senso farla a trazione posteriore.

      • Blackimp

        neanche per me: sarebbe sicuramente divertente da guidare ma poco utile e tutti i problemi di mancanza di spazio interno verrebbero evidenziati nel paragone con le concorrenti, che per allora saranno tutte, bmw inclusa, a trazione anteriore con motore trasversale.

        • Gianni Polimeni

          Premetto che ho comprato per mia figlia la1600 Td Exclusive, con TUTTI gli optional, dagli interni in pelle al navigatore, alle ruote 225/45 17 pollici etc. L’ho pagata circa 3.500€ in meno rispetto ad una Golf con optional simili o addirittura inferiori. Dietro c’è molto spazio in più rispetto al resto della categoria. Probabilmente la trazione posteriore sarebbe più “gustosa” da guidare, ma non penso che gli attuali proprietari cerchino questo. ALFA si, ma non bisogna essere dei piloti per possederla. In quanto a me, le mie due ultime ALFA sono state la 164 V6 TB e l’attuale GT (oltre alla Thesis per i viaggi “normali” 😀).

  • Gilgamesh Istar

    Se non vedo la maniglia nelle porte posteriori non la comprerò mai. Non mi piacciono le cose mascherate.

  • Sandro Moretti

    Spero vivamente che la nuova Giulietta sia a trazione posteriore, se davvero vuole mantenere fede alla storicità del suo marchio.
    D’altronde lo slogan del nuovo corso Alfa Romeo è “la meccanica delle emozioni”.
    Se FCA vuole fare un’auto un’auto esclusiva a trazione anteriore, rifaccia la Lancia Delta come Dio comanda…