Alfa Romeo Stelvio, Giulia e Alfetta: le novità al 22 ottobre

Alfa Romeo Alfetta
Alfa Romeo Alfetta

Nell’ultima settimana si sono moltiplicate le notizie e le indiscrezioni su Alfa Romeo Stelvio, Giulia e Alfetta, tre tra le principali vetture della futura gamma del Biscione che tenta di rilanciarsi nel mondo dei motori. Partendo da Giulia segnaliamo che la vettura è stata protagonista questa settimana grazie a due importanti riconoscimenti ricevuti.

Il primo è stato assegnato dall’Unione Italiana giornalisti di di automobili che hanno eletto la nuova berlina di segmento ‘D’ come ‘Auto Europa 2017’. Il secondo riconoscimento invece è stato ricevuto da “Automotive Circle International”, che ha conferito alla Giulia il premio EuroCarBody 2016. Questo è stato assegnato in base alla qualità della scocca del veicolo.

Sempre a proposito di Alfa Romeo Giulia nelle ultime ore ha fatto molto scalpore la notizia che la versione GTA della nuova berlina italiana potrebbe arrivare sul mercato, secondo quanto raccontato dal sito Autoevolution.com. Ovviamente si tratta di un’indiscrezione che riaccende le speranze di vedere tali veicolo tra i fan più accaniti del Biscione.

Si tratterebbe di una versione ancora più potente e sportiva della Quadrifoglio. Infine sempre a proposito di Giulia da pochi giorni sono iniziate le ordinazioni della nuova automobile anche per quanto riguarda il mercato auto del Regno Unito, dove i prezzi partono da poco meno di 30 mila sterline. Questo mentre negli Usa, le prime 100 unità di Giulia Quadrifoglio sono pronte per essere vendute.

Alfa Romeo Stelvio: le ultime news

Per quanto riguarda invece Alfa Romeo Stelvio, il primo suv del Biscione verrà presentato tra 25 giorni esatti al Los Angeles Auto Show. Nei giorni scorsi vi abbiamo mostrato le ultime foto spia del muletto camuffato ma con camuffature sempre più leggere che continua a svolgere la delicata fase dei test nelle strade di alcune città italiane.

Nel frattempo Fiat Chrysler ha avviato una gara globale per la sua campagna di marketing che dovrà essere perfetta per convincere i clienti e ottenere il giusto numero di immatricolazioni nei prossimi mesi. Alfa Romeo Stelvio uscirà sul mercato nel primo trimestre del 2017.

Si parla tanto anche di Alfetta

Sebbene ci troviamo nell’imminenza della presentazione del Suv Alfa Romeo Stelvio, le attenzioni questa settimana non sono state rivolte solo al nuovo D-Suv in casa Alfa Romeo. Infatti si è parlato molto anche di Alfetta, la nuova ammiraglia del Biscione che dovrebbe arrivare nel 2018 su una versione allungata della piattaforma modulare Giorgio.

Vi abbiamo mostrato in proposito numerosi render che hanno provato ad ipotizzare come sarà questo veicolo che potrebbe essere mostrato per la prima volta verso la fine del 2017 per essere poi commercializzato nel 2018, secondo quanto riportano le ultime voci che circolano con sempre maggiore insistenza sul web.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia GTA: per Autoevolution potrebbe arrivare

Alfa Romeo Stelvio: un rendering apparso sulla pagina Facebook 'Alfa Romeo project 950' mostra quello che potrebbe essere l'aspetto definitivo del nuovo Suv.
Alfa Romeo Stelvio: un rendering apparso sulla pagina Facebook ‘Alfa Romeo project 950’ mostra quello che potrebbe essere l’aspetto definitivo del nuovo Suv.

Leggi anche: Alfa Romeo Alfetta 2018: ecco come potrebbe essere la futura rivale di Bmw

L’ammiraglia del Biscione modello importante per l’immagine

Nel frattempo sul web è apparsa una foto di un sito francese che ritrarrebbe, ma il condizionale è d’obbligo in questi casi,  il muletto camuffato della nuova Alfa Romeo Alfetta. Si tratta ovviamente di un’immagine che ha fatto molo discutere i fan, non tutti convinti della sua autenticità. Quello che è certo, è che questa vettura quando arriverà avrà un ruolo importante nella gamma del Biscione.

Questa infatti rappresenterà il top di gamma e darà un grosso contributo per migliorare l’immagine del brand italiano di Fiat Chrysler Automobiles nel mondo dei motori. Anche questa secondo i soliti bene informati dovrebbe essere una vettura di altissimo livello, al pari di tutte le altre automobili che usciranno dagli stabilimenti di Alfa Romeo nei prossimi anni.