Alfa Romeo Giulia: nuovo riconoscimento, l’ennesimo di questo 2016

Alfa Romeo Giulia
Alfa Romeo Giulia

Nei giorni scorsi vi avevamo parlato dell’importante riconoscimento ottenuto da Alfa Romeo Giulia, che è stata eletta dall’Unione giornalisti italiani specializzati in motori come ‘Auto Europa 2016’. Nemmeno il tempo di metabolizzare questa notizia che la nuova berlina di segmento ‘D’ del Biscione, da pochi mesi sbarcata sul mercato, è riuscita ad aggiudicarsi un nuovo premio. Questa volta si tratta di un riconoscimento che deriva da una manifestazione messa in piedi da “Automotive Circle International”. Ci riferiamo ovviamente al celebre premio denominato come EuroCarBody 2016.

Alfa Romeo Giulia è EuroCarBody 2016

Questo premio dunque per quanto riguarda l’anno 2016 è stato assegnato ad Alfa Romeo Giulia. La giuria di questo premio che si svolge a Francoforte è composta da esperti del settore automotive e nella produzione di elementi  relativi alla carrozzeria della auto. Un premio che con quest’anno ha raggiunto l’edizione numero 18 e che dunque ormai può essere considerato come una vera e propria tradizione. L’evento dura tre giorni in totale e in esso vengono mostrate tutte le novità più importanti concernente il settore. 

La nuova berlina del Biscione ha ottenuto 39,46 punti su 50

Il premio viene assegnato previa analisi accurata della carrozzeria delle automobili in lizza. Tra queste alla fine quella che è stata considerata come la migliore è proprio quella relativa ad Alfa Romeo Giulia.  Sarebbero addirittura 20 i criteri utilizzati per giungere a questa valutazione che tiene conto di diversi fattori come ad esempio: sicurezza, comfort, utilizzo di materiali innovativi, idee originali e contenuti tecnologici. Alfa Romeo Giulia ha ottenuto ben 39,46 punti su 50, superando in questo modo la Honda NSX e la Volvo V90, che sono giunte rispettivamente seconda e terza.

Le 5 Stelle EuroNCAP, del resto, non sono di certo un caso

Tra le auto prese in considerazione per ricevere il premio in virtù della bontà della propria scocca vi erano anche vetture del calibro di Bentley Bentayga, Aston Martin DB 11, Land Rover Discovery, Skoda Kodiaq e Peugeot 3008. Questo premio è stato ottenuto in virtù del fatto che la scocca di Alfa Romeo Giulia è molto resistente ma nello stesso tempo anche molto leggera.

Questo avviene grazie all’utilizzo di materiali quali alluminio e fibra di carbonio. Questo senza dimenticare che la scocca di Giulia presenta numerosi dispositivi di sicurezza che rendono la nuova berlina del Biscione una vettura molto sicura così come messo in evidenza dalla valutazione delle 5 stelle EuroNCAP che è stata ottenuta negli scorsi mesi dalla nuova berlina italiana.

Leggi anche: Alfa Romeo Alfetta 2018: ecco come potrebbe essere la futura rivale di Bmw

Alfa Romeo Giulia
alfa romeo giulia: la berlina ottiene un nuovo riconoscimento importante dal mondo dei motori

Leggi anche: Jeep: il mini crossover sarà molto piccolo, si parla di meno di 4 metri

Alfa Romeo Giulia simbolo dell’eccellenza e del made in Italy
Anche il premio “EuroCarBody 2016” conferma la grandissima qualità complessiva che contraddistingue la nuova Alfa Romeo Giulia che piaccia o meno rappresenta comunque un simbolo dell’eccellenza e del made in Italy automobilistico nel mondo. Un modello destinato a diventare il simbolo del rilancio di Alfa Romeo nel mondo dei motori, rilancio che sarà garantito anche dall’arrivo di numerosi altri modelli che presto andranno a fare compagnia alla Giulia e che potranno vantare la stessa grande qualità tecnologica e meccanica ma anche una grande eleganza stilistica come è del resto tradizione nella storia del Biscione.  
  • Francesco Vassallo

    Molto bene! Penso che, a parte i premi, l’auto meriti ampiamente un buon successo.

  • Massimiliano

    voglio aggiungere solo che Giulia ha ottenuto il 98% nella protezione dei passeggeri adulti, punteggio più alto nella storia dei crash test dell’ente europeo per a sicurezza euroncap.
    Devo aggiungere una critica….in Alfa romeo non hanno fatto nessuna pubblicità specifica per far vedere che Giulia è la più sicura di tutte e che il telaio in materiali leggeri è uno dei più avanzati al mondo. Se questi risultati fossero stati raggiunti da audi o dai francesi di Renault adesso la tv sarebbe sommersa da spot pubblicitari

    • naja

      ma appunto, perché critica, Audi é basata sulla pubblicitá, senza non esisterebbe o quasi…
      io trovo ottimo che Alfa non si abbassi allo stesso livello, non ha mica bisogno di prendere in giro i clienti per vendere, Alfa li convince.