Fiat Chrysler ha ricevuto due premi importanti negli Usa: ecco di cosa si tratta

di -
Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Il gruppo italo americano dell’automboilismo Fiat Chrysler Automobiles è stato nominato Corporation of the Year al Michigan Minority Supplier Development Council, nel corso della sua 33esima edizione. Inoltre il gruppo di Sergio Marchionne e John Elkann è stato pure nominato ambasciatore per la difesa delle Excellence. Si tratta di un premio che viene consegnato alle aziende che danno il proprio meglio per garantire l’eccellenza e l’impegno continuo nel mondo del lavoro contribuendo a sviluppare l’economia.

Fiat Chrysler i premi consegnati lo scorso 6 ottobre a Detroit

Kevin Campana, responsabile dello sviluppo del ‘Supplier Diversity’ sviluppo premiato per le singole realizzazioni di Fiat Chrysler Automobiles Stati Uniti, ha ricevuto un altro importante riconoscimento personale per l’impegno profuso nella sua attività all’interno del gruppo italo americano dell’automobilismo.I premi sono stati consegnati durante una cerimonia a Detroit il 6 ottobre scorso. Scott Thiele, direttore responsabile della divisione acquisti e qualità dei fornitori di Fiat Chrysler ha dichiarato che per garantire che i brand di Fiat Chrysler siano sempre attraenti nei confronti dei propri clienti è necessario avvalersi di numerosi fornitori.

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio: i primi 100 sono sbarcati negli USA

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler: due premi importanti negli Stati Uniti per il gruppo di Sergio Marchionne

Leggi anche: Ferrari Dino 296 si prepara a competere con la Porsche 911

Centinaia i milioni investiti nelle opere dei piccoli fornitori

Per fare questo diventa importante usufruire di molti partner, fornitori di piccole dimensioni in maniera da avere a disposizione sempre nuove idee e originali soluzioni creative. Nel 2015, Fiat Chrysler Stati Uniti ha speso centinaia di milioni di dollari per acquistare dai piccoli fornitori americani contribuendo a far crescere l’economia del paese. Insomma si tratta di un premio meritato, che ovviamente non può che far piacere ai vertici del settimo gruppo automobilistico al mondo per numero di automobili vendute, che spera di aumentare ancor di più la sua produzione di auto negli Stati Uniti e poter usufruire ancora delle forniture made in Usa.

 

  • Ma la Giulia SW in un prossimo futuro è in programma la sua realizzazione oppure no????🤔🤔🤔🤔

    • umberto

      spero proprio di no!

    • naja

      nö.

  • naja

    ok, non saranno, di nuovo, proprio premi famosissimi, ma fanno piacere.
    soprattutto quello per i fornitori piccoli, mi fa pensare direttamente alla placchetta artigianale col quadrifoglio.