Alfa Romeo Stelvio: 2° modello di un piano da 7 miliardi per contrastare Audi, Bmw e Mercedes

Alfa Romeo Stelvio che sarà presentato tra un mese esatto al Los Angeles Auto Show, è una vettura molto attesa. Questa infatti è la seconda di otto automobili che così come annunciato dal numero uno di Fiat Chrysler Automobiles, l’amministratore delegato Sergio Marchionne, arriveranno entro il 2020 per rilanciare in grande stile la casa automobilistica del Biscione.

Si tratta del primo suv nella storia del brand italiano di FCA. Questo modello dovrebbe fornire un grosso contributo per il rilancio nel segmento premium del mercato auto di Alfa Romeo. Il piano è chiaro, con un investimento di circa 7 miliardi di euro Sergio Marchionne e company vogliono dare serio filo da torcere alle tedesche Audi, Bmw e Mercedes.

Alfa Romeo Stelvio vera cartina di tornasole

Alfa Romeo Stelvio dovrebbe essere un modello che forse ancora più di Giulia potrà consentire al Biscione di ritagliarsi uno spazio nel mercato premium delle automobili dove i Suv di segmento ‘D’ in questo momento vanno per la maggiore. Insomma la scelta di iniziare la rivoluzione del Biscione con due veicoli quali Alfa Romeo Giulia e Stelvio non è per nulla casuale. Si tratta di due modelli che per i vertici di Fiat Chrysler hanno più probabilità di fare bene sul mercato.

Non a caso le cose stanno andando molto bene in questi primi mesi di uscita per la nuova berlina di segmento ‘D’. Sia in Italia che in Europa, dove la nuova Giulia è sbarcata le vendite stanno segnando risultati piuttosto lusinghieri in attesa dell’esordio a fine novembre negli Usa, mercato chiave per il Biscione anche per quello che concerne il Suv Alfa Romeo Stelvio.

Sergio Marchionne vuole recuperare i ritardi degli scorsi anni

Ricordiamo anche che Sergio Marchionne ha dovuto ritardare l’introduzione di diversi modelli a causa di problemi tecnici e ha anche dovuto aspettare un po’ per vedere cambiare le tendenze del settore in Cina, dove la società spera in futuro di poter assumere un ruolo importante in un mercato che nei prossimi anni diverrà sempre più strategico. Adesso dunque si cerca di accelerare i tempi ed infatti con Alfa Romeo Stelvio non dovrebbero esserci più problemi.

Leggi anche: Fiat Chrysler: paura negli Usa, un operaio ha la malattia del legionario

Alfa Romeo Stelvio
Alfa Romeo Stelvio

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: un nuovo video su come funziona l’infotainment

A fine novembre parte la produzione in quel di Cassino

Basti pensare che dopo la presentazione che avverrà a metà novembre, alla fine dello stesso mese partirà la produzione nello stabilimento Fiat Chrysler di Cassino, mentre la sua commercializzazione prenderà il via nel primo trimestre del 2017. Potrebbero essere i primi giorni di marzo il periodo giusto per il lancio in concessionaria di un veicolo destinato a cambiare una volta per tutte il volto del brand di Arese nel mondo dei motori. Audi, Bmw e Mercedes dunque sono avvisate, qualcosa inevitabilmente cambierà nei prossimi anni nel segmento premium del mercato.

  • Stefano Zanchi

  • Francesco Vigliola

    Forza Alfa Romeo!!!!