Maserati: 927 immatricolazioni a settembre, sono 5.459 le vendite del 2016

Maserati sta facendo un figurone in questo 2016. Basti pensare che rispetto al 2015 le vendite della casa automobilistica del Tridente sono salite di molto. Si tratta ovviamente di un risultato molto gradito a Sergio Marchionne e soci, i quali attendono il rilancio in grande stile di Maserati e Alfa Romeo come obiettivo primario per i prossimi anni. Che le cose in questo 2016 si stessero mettendo bene per il famoso brand automobilistico italiano di Fiat Chrysler Automobiles, lo avevamo capito in particolar modo grazie all’accoglienza registrata da Maserati Levante al suo arrivo sul mercato.

Maserati: un 2016 fino ad ora da incorniciare

Basti pensare che il numero uno dell’azienda, l’amministratore delegato Reid Bigland al recente Salone dell’auto di Parigi, non ha nascosto la soddisfazione per le ordinazioni di questo veicolo nei primi mesi dal suo arrivo sul mercato. Da registrare anche le 927 immatricolazioni di Maserati  a settembre nel nostro paese. Queste nel computo totale dell’anno portano la casa italiana a 5.459 unità vendute in questi primi nove mesi del 2016 in Italia. Insomma questo è un anno che fino a questo momento per il noto marchio italiano è veramente da incorniciare. Infatti oltre all’arrivo del Levante, anche le nuove Ghibli e Quattroporte rinnovate grazie ai recenti aggiornamenti, stanno dando una scossa al mercato della casa emiliana.

Leggi anche: Alfa Romeo Alfetta: il rendering di LP Design emoziona il web

Maserati
Maserati

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia: un nuovo video su come funziona l’infotainment

Un trend che fa ben sperare

E’ facile a questo punto ipotizzare che entro la fine dell’anno se il trend di Maserati continuerà ad essere questo, si potrà arrivare a numeri importanti. Reid Bigland ha detto chiaramente che per la fine del 2016 si punta ad almeno 35/40 mila immatricolazioni nel mondo. Presto dunque sapremo se questo ambizioso proposito sarà raggiunto dall’azienda automobilistica del Tridente, i cui progetti per i prossimi anni sono davvero ricchi di novità a cominciare dal primo veicolo elettrico che arriverà entro il 2020 e senza dimenticare lo sbarco sul mercato della coupè Alfieri mostrata in versione concept al Salone di Ginevra di alcuni anni fa.
  • umberto

    Un ottimo risultato, finalmente anche gli italiani si stanno iniziando a svegliare e a comprare auto di qualità!

  • Maurizio Viola

    gli italiani si sono cominciati a svegliare perchè finalmente con l’avvento di Marchionne FCA ha cominciato a fare auto tecnicamente e esteticamente a livello della concorrenza di fascia alta; prima di Levante, Cherokee e del prossimo Stelvio, un italiano che non potesse fare a meno di un suv di fascia alta era praticamente obbligato a comprare Porsche, Mercedes e Bmw (tralascio Audi la cui banalità di linee è deprimente)