Maserati Elettrica arriverà entro il 2019 e non sarà un clone di Tesla

Maserati Elettrica: potrebbe arrivare nel 2019 secondo l'ingegnere Fedeli

Maserati sarà l’ultima casa automobilistica premium a portare sul mercato un’auto totalmente elettrica, ma la casa italiana insiste nel dire che questo verrà fatto però non seguendo l’esempio di chi l’ha preceduta. L’ingegnere capo Roberto Fedeli è agli ordini del numero uno di Fiat Chrysler, Sergio Marchionne, con il compito di fornire una Maserati Elettrica nel più breve tempo possibile, ma  questo comunque non potrà accadere prima di 2019.

Per Fedeli nel 2019 potrebbe arrivare la prima Maserati Elettrica

“Credo che riusciremo a mostrare qualcosa prima del 2020. Forse nel 2019, “ha suggerito durante un’intervista al salone dell’auto di Parigi. “Stiamo lavorando per essere pronti con qualcosa che possiamo mostrare già durante i prossimi due anni.” Anche con il processo di sviluppo ultra-rapido, in gran parte digitale che ha esordito con l’arrivo di Alfa Romeo Giulia, il 2020 rimane la data più probabile per la produzione di Maserati elettrica.

La prima Maserati elettrica comunque dovrebbe essere molto diversa dalle vetture Tesla, si dovrebbe infatti trattare di una coupé gran-touring elegante, piuttosto che un modello ordinario.  L’ingresso di Maserati arriverà, quando probabilmente  già sul mercato saranno arrivati i veicoli elettrici delle altre case automobilistiche di segmento premium quali BMW, Audi, Mercedes-Benz, Jaguar, Lexus, Infiniti, e Volvo,  proprio per questo motivo Fedeli conferma che l’intenzione di Maserati è quella di arrivare sul mercato mercato con qualcosa di molto diverso.

Maserati Elettrica non vuole fare concorrenza a Tesla

Fare concorrenza a Tesla probabilmente non è una buona idea.” ha dichiarato Fedeli, il quale ha citato un elenco di motivi per cui Maserati non sarebbe concorrente diretto Tesla, tra cui la qualità dell’ ingegneria, la dinamica di guida, e il design che non è ovviamente paragonabile. “Non credo che Tesla sia il miglior prodotto sul mercato, ma occorre prendere atto che loro stanno vendendo 50.000 vetture l’anno“, ha spiegato l’ex capo tecnico della Ferrari. “L’esecuzione e la qualità dei prodotti Tesla non sono di altissimo livello, le loro soluzioni non sono le migliori. ”

Un altro problema è come fare un’auto elettrica ma nello stesso tempo far capire che si tratta di una Maserati.  Fedeli insiste dicendo che i veicoli elettrici di oggi sono semplicemente troppo pesanti per essere divertenti da guidare.” accelerare per tre secondi,è la massima emozione che oggi danno i veicoli elettrici. Dopo di che non c’è nulla “, ha suggerito. Fedeli ammette che una delle i più difficili sfide con la futura Maserati elettrica sarà quello di trovare un nuovo modo per sostituire l’inconfondibile suono del motore con qualcosa che sia quanto meno paragonabile.

Leggi anche: Maserati Levante: su Alibaba vendute 100 unità in meno di 20 secondi

Maserati Elettrica
Maserati Elettrica: secondo l’ingegnere Fedeli potrebbe arrivare nel 2019 ed essere molto diversa dai modelli della concorrenza

Leggi anche: Alfa Romeo Giulia base: sconto di 4.150 euro per tutto ottobre 2016

Ecco il problema che va risolto per la futura Maserati Elettrica

“Il suono non è la caratteristica più importante per le auto elettriche”, ha ammesso. Maserati Elettrica sarà qualcosa di diverso e dobbiamo dare alla macchina il carattere Maserati senza avere uno dei nostri parametri più importanti.”L’altra questione è il peso delle batterie. ” In un’auto elettrica, si sente molto il peso, più di ogni altra cosa. Coppia e potenza sono interessanti per pochi secondi, ma poi il peso non permette di godere la macchina su una strada normale, “dice. “Questo è in contrasto con il marchio che stiamo rappresentando ed è un problema che deve essere risolto.”

  • remo bianchi

    Auto elettrica.Il futuro non è qui.Sicuro che sanno cosa fanno e spiazzeranno tutti.

  • Gilgamesh Istar

    Per me l’elettrico rimane una gran bufala. E’ solo uno specchio per allodole con la tecnologia esistente afferente le batterie e il tempo di ricarica. Ma le allodole ci sono e bisogna tenerne conto. L’ibrido per conto mio è il prossimo futoru per una trentina di anni. e Inquina la metà. Ma tutti ormai investono una valanga di quattrini sull’elettrico: pazienza.

  • Des Troyer

    Il ragionamento dell’ingegner Fedeli è preciso e lineare: costruire un’auto totalmente elettrica al giorno d’oggi è da coglioni.

    • IlGriso

      ahahahah 😀 😀
      peccato che in questo caso Armani non ha fatto nemmeno una sciarpa!
      sarebbe meglio prima averli i risultati e poi parlare

      • Des Troyer

        Casomai “abbia” e non “ha” fatto nemmeno una sciarpa. Povera lingua italiana… Il congiuntivo è proprio una cosa indigesta a quanto vedo… Soprassedendo, che Armani non facesse sciarpe era risaputo, così come era altrettanto noto che Nike non costruisse i suoi palloni negli States, dico bene? Maserati è un marchio sportivo ed elegante, ha una sua storia alle spalle, e di certo non lo si può paragonare a Tesla, questo è inconfutabile. In aggiunta a ciò, Maserati venderebbe anche ibrida, Tesla no.

  • Francesco Vassallo

    L’auto elettrica esiste dalla fine del 1800, ma i problemi che pone non sono stati del tutto risolti. Mi riferisco alla scarsa autonomia che rende questa tipologia di auto non adatta a lunghi percorsi, ma ad un uso cittadino, al tempo di ricarica tremendamente lungo, ai costi di produzione elevati legati probabilmente al costo delle speciali batterie.
    Non può fare concorrenza alle auto a combustione interna se non per un piccolo settore.