Fiat Chrysler: a settembre in Canada continua il calo delle vendite

di -
Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Fiat Chrysler Canada nelle scorse ore ha comunicato il terzo calo consecutivo nelle vendite per i suoi brand dopo luglio e agosto. Anche a settembre continua dunque il momento difficile per il gruppo italo americano diretto dall’amministratore delegato Sergio Marchionne. Il mese scorso in Canada sono stati 19.9639 i veicoli immatricolati da FCA, questo significa -18,2 per cento rispetto allo stesso mese del 2015.

Fiat Chrysler: terzo mese di calo in Canada

Tutti i marchi di Fiat Chrysler vengono segnalati in perdita in Canada a settembre. In particolare sottolineano il calo di Jeep, che scende del 12 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, questo nonostante la casa automobilistica americana rimanga sempre molto popolare in Nord America. Occorre anche segnalare che da luglio Fiat Chrysler in Nord America ha cambiato il modo di conteggiare le vendite. Adesso si fa riferimento al momento in cui il veicolo viene spedito all’utente finale e non più alla consegna in concessionaria.

E’ cambiato il metodo di calcolo delle vendite, dopo le indagini dell’FBI

Questo è stato fatto per evitare problemi, dopo le indagini dell’FBI a cui nei mesi scorsi Fiat Chrysler è stata sottoposta negli Usa a causa della denuncia di un concessionario secondo cui i dati di vendita venivano gonfiati artificiosamente da alcuni dipendenti di FCA. Il noto analista di Automotive, Dennis Desrosiers, pensa che questi 3 cali consecutivi siano causa del nuovo metodo di calcolo, che quindi dimostra come anche in passato, le cose per il gruppo di Sergio Marchionne in questa parte del mondo non andavano così bene come si poteva immaginare fino a pochi mesi fa.

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Leggi anche: Bollo auto come il Canone Rai? ecco le ultime novità

Gli analisti fanno le proprie ipotesi sui motivi di questo declino

Per il noto analista comunque il declino di Fiat Chrysler in Canada sarebbe provocato anche dal fatto che la gamma di veicoli del gruppo italo americano rispetto ai concorrenti di Ford e General Motors è più vecchia mediamente come età di rilascio. Insomma per Desrosiers per Fca ci vorrebbe il lancio di numerosi nuovi modelli per svecchiare la gamma dei propri brand.