Alfa Romeo Giulia Business Advanced Efficency, prezzi da 42.500 €

Alfa Romeo Giulia Business Advanced Efficency
Alfa Romeo Giulia Business Advanced Efficency

Al Salone auto di Parigi nello stand del Biscione, Alfa Romeo Giulia Business Advanced Efficency è una delle principali protagoniste assieme al modello in allestimento veloce. Questa versione di Giulia è in vendita da poche ore e i suoi prezzi partono da 42.500 euro. Questo modello presenta lo stesso motore della versione ‘Veloce’, ma con 30 cavalli in meno. Si tratta dunque di un propulsore turbodiesel 2.2 litri da 180 cavalli, il quale viene proposto assieme ad un cambio automatico a 8 rapporti Zf.

Alfa Romeo Giulia Business Advanced Efficency: efficienza e risparmio

Questa particolare variante di Alfa Romeo Giulia presenta una velocità massima di 230 chilometri orari,  l’accelerazione da 0 a 100  avviene appena in 7,2″,  mentre per quanto riguarda i consumi, questi si attestano a 3,8 litri ogni 100 km con 99g/km di CO2 nel ciclo combinato.  Si tratta dunque di un versione più risparmiosa della nuova berlina di segmento ‘D’. Questo avviene principalmente per mezzo di una valvola EGR a bassa pressione che migliora l’efficienza del motore.

Contribuiscono all’efficienza di questa vettura anche la riduzione di circa 5 millimetri dell’altezza del corpo  de veicolo e la presenza di cerchi in lega esclusivi di specifica progettazione, i quali contribuiscono a garantire una migliore efficienza aerodinamica. Alfa Romeo Giulia Business Advanced Efficiency adotta pneumatici  205/60 R16, i quali, in parole povere, garantiscono una resistenza al rotolamento assai ridotta.

Leggi anche: Alfa Romeo e Jeep trainano le vendite di Fiat Chrysler in Francia

Alfa Romeo Giulia Business Advanced Efficency
Alfa Romeo Giulia Business Advanced Efficency

Leggi anche: Fiat Chrysler: in Spagna bene le vendite di Alfa Romeo, Jeep e Maserati

Si tratta di una variante di Giulia pensata appositamente per le flotte aziendali

Alfa Romeo Giulia Business Advanced Efficency è dunque una versione efficiente e risparmiosa di Giulia pensata appositamente per le aziende ed in particolare per quello che concerne le flotte aziendali, dove spesso si cercano vetture che garantiscano queste caratteristiche. Vedremo dunque nel corso dei prossimi come il mercato accoglierà questa variante di Giulia e in che misura questa contribuirà a far crescere le vendite della nuova berlina del Biscione, che comunque già adesso possono essere considerate come brillanti.

  • Dario

    Se si pensa alle flotte allora facciamo la SW, basti vedere Audi e BMW quante ne vendono proprio per le flotte. Chi dice che arriverà la Stelvio tenga presente che sarà un’altra fascia di prezzo. La versione coupe’ ben venga ma sarebbe solo di nicchia.

    • umberto

      Dato che io sono uno di quelle che dice che arriverà lo Stelvio (o come si chiamerà) aggiungo anche che si fanno inutili paragoni con marchi da poco, questa rinascita dell’Alfa ed i numeri obbiettivo dimostra chiaramente che non gli interessa minimamente competere con questi catorci, per la sw c’è la tipo che con un prezzo decisamente minore ha una qualità in linea con tali prodotti….. D’altronde quando non potevo comprarmi l’Alfa giravo con una Fiat ed ero contento lo stesso!

      • Alfonso

        In questo rilancio Alfa io ci vedo tanto anche un rilancio della Lancia. All’inizio solo 3 modelli specifici e lussuosi:Delta Integrale HF, berlina segD ibrida con SW e ammiraglia appositamente studiata per competere con le versioni più lussuose di Mercedes E. La Ypsilon non la sopprimerei visto che vende quasi 100mila pezzi all’anno e la proporrei con marchio Autobianchi