Jeep: dopo Compass un piccolo crossover entry-level sotto a Renegade?

Jeep sarebbe aperta all’idea di costruire un piccolo crossover entry-level posizionato subito sotto al celebre Jeep Renegade. “Sono abbastanza sicuro che sarà un segmento vitale per noi in futuro,” ha affermato Mike Manley capo di Jeep durante un’intervista con la rivista inglese ‘Autocar’. il dirigente di Fiat Chrysler Automobiles ha aggiunto che il modello dovrà essere eccezionalmente capace nella guida ‘off-road’ a dispetto delle sue piccole dimensioni, il che rende il processo di sviluppo più facile a dirsi che a farsi.

Jeep potrebbe lanciare un piccolo crossover

Da un lato, alcune voci sostengono che sarà strettamente legato alla Fiat Panda 4×4 che è immensamente popolare nelle regioni montane d’Europa. D’altra parte, Autocar sottolinea che la divisione indiana di Jeep sta sviluppando un modello sub-Renegade chiamato al momento ‘progetto 526’ che potrebbe in futuro portare alla produzione di un modello globale. Manley non ha voluto rivelare quando questo nuovo modello di Jeep arriverà.

Il veicolo andrebbe a collocarsi al di sotto della Renegade nella Gamma del brand

“La realtà è che dobbiamo passare attraverso il solito processo di pianificazione aziendale prima di poter stabilire quando questo nuovo modello potrà essere presentato e fatto sbarcare sul mercato”, ha detto. Il suo commento suggerisce che il crossover è ancora in fase embrionale di sviluppo, questo vuol dire che ci troviamo ad almeno due anni di distanza dallo sbarco di questo nuovo modello nelle sale d’esposizione. Esso andrebbe ad inserirsi nel segmento di mercato dove attualmente va per la maggiore la Nissan Juke.

Si tratta di un progetto che non troverà riscontro prima di 2 o 3 anni

Al momento non è ancora chiaro se questo modello sarà venduto anche negli Stati Uniti, mercato in cui di solito i consumatori preferiscono Suv dalle grandi dimensioni. Prima che il nuovo modello entry-level arrivi, Jeep lancerà la seconda generazione di Compass progettato per sostituire sia il Compass corrente, che il Patriot e la tanta attesa quarta generazione di Jeep Wrangler.

Jeep
Jeep pensa ad un piccolo Crossover per arricchire la sua gamma, si collocherebbe sotto Jeep Renegade

Leggi anche: Alfa Romeo Stelvio: Reid Bigland vuole il record al Nurburgring

Presto dunque sapremo se e quando questo nuovo piccolo Crossover arriverà ad arricchire la gamma del celebre brand automobilistico a stelle e strisce, che in questa maniera andrebbe a completare la sua offerta sul mercato che comunque è già molto ricca e garantisce alla celebre casa automobilistica americana facente parte del gruppo Fiat Chrysler Automobiles di crescere sul mercato in maniera piuttosto evidente da qualche anno a questa parte.

 

  • naja

    qualcosa non quadra, in questa storia…
    l’ auto di cui si parla c’ é giá, appunto la Panda 4×4, non sarebbe un grosso problema, nella prossima generazione, farci anche una versione Jeep.
    …ma per gli USA? come giocattolo per i bambini, o come cuneo sotto la ruota di un RAM?
    e ancora molto piú strano, che c’ entra l’ India?
    per il mercato indiano conta il prezzo, poi il prezzo, e appena dopo il prezzo, e alla fine la robustezza, un’ auto progettata per l’ India (vedi Tata) non si puó vendere su praticamente nessun altro mercato, neanche in Sudamerica o in Russia, meno che meno negli USA o in Europa.
    …e viceversa, ma mi sembrerebbe piú indicato sviluppare un’ auto per i grossi numeri di Europa e USA (?), e farne una versione spartanissima per l’ India, invece che costruire auto per tutti i mercati su un pianale “da due soldi”…
    speriamo arrivi una spiegazione…

    • Gilgamesh Istar

      Mah .. la spiegazione potrebbe essere più di una: 1) la Panda è la Panda, la Jeep è la Jeep. La Panda vende bene in europa ma non altrove, la Jeep è più globale. 2) Non credo che Jeep sputtani il marchio per fare una macchina a livello Tata. Va bene tutto ma mica sono così fessi. 3) Una Jippetta per la città in U.s.a. potrebbe avere appeal, e non può essere la Panda. Li la gente ragiona diversamente. Li la Jippetta a 20.000 $ la vendi, la Panda marchiata Fiat non la venderesti nemmeno a 12.000 $ anche se avesse tutti i requisiti qualitativi. Quindi mica ci vedo problemi. Poi c’è chi come me, che adoro la Jeep alla follia e ne ho una, laddove apprezzo l’idea intrinseca del messaggio ossia il senso di avventura e di libertà. Ma gli unici guadi che posso superare è lo straripamento del fiume Seveso, per il resto faccio dimcana tra un semaforo e l’altro. Quando nevica, e capita raramente certo avrò qualche vantaggio. Ma più di quello…

      • naja

        certo, per questo dicevo che 1) una miniJeep (per il mercato globale) e una prossima Panda (per l’ Europa) potrebbero condividere la tecnica, se si riesce a conciliare che la Panda deve costare poco, e la Jeep deve avere una certa qualitá.
        2) penso e spero anch’ io, ma allora, appunto, che c’ entra l’ India, perché dovrebbero svilupparla lí?
        3) certo, vedi 1), comunque dubito che una macchinetta cosí piccola si potrebbe vendere anche negli USA, a meno che sia qualcosa di molto particolare, la 500 si vende bene, e addirittura lo Smart se lo compra qualcuno, altrimenti l’ “utilitaria” americana ha quattro metri e mezzo, al di sotto hanno solo carrelli della spesa…