Alfa Romeo: alla fine del 2017 arriva un secondo Suv più grande di Stelvio?

Alfa Romeo potrebbe aver leggermente cambiato i suoi piani secondo quanto afferma Autoexpress. Dopo un’intervista al numero uno del Biscione Reid Bigland i giornalisti del noto magazine motoristico ipotizzano che visto il grande successo del suv Maserati Levante, che sta vendendo bene in tutto il mondo, oltre ogni più rosea aspettativa, anche Alfa Romeo potrebbe presto avere il suo grande suv.

Si tratterebbe di un veicolo che andrebbe a collocarsi sul mercato nella stessa categoria del Levante, per sfruttare il grande momento che questa categoria di automobili sta vivendo nel mercato auto mondiale.  A quanto pare si tratterà di un SUV full-size, che dovrebbe condividere con il Levante anche la medesima tecnologia.

Alfa Romeo come Maserati: arriva un Suv di grandi dimensioni

Avrebbe fatto intuire questo Reid Bigland, che ha messo in evidenza l’importanza che i Suv ricoprono in questo momento storico per le case automobilistiche. Alfa Romeo dunque sembra aver deciso di seguire la corrente e quindi è facile prevedere che la terza vettura ad uscire dagli stabilimenti del Biscione non sarà una sportiva o una berlina Full Size ma sarà proprio un Suv di grandi dimensioni.

Bigland ha detto“Alcuni anni fa l’idea di un SUV Alfa Romeo o Maserati era un po’ sacrilega, ma è necessario andare dove la preferenza del consumatore sta andando.” Il numero uno del Biscione ha detto che è necessario tenere d’occhio dove il mercato e le preferenze dei consumatori stanno andando e la direzione intrapresa va proprio verso i SUV.”

Leggi anche: Jeep Renegade MoparONE è la versione più ‘americana’ del piccolo SUV

suv-alfa-romeo
Alfa Romeo Suv

Leggi anche: Fiat Punto nuova generazione: le parole di Altavilla creano qualche speranza

Il suv di grandi dimensioni non avrà 7 posti

Reid Bigland ha anche promesso che qualsiasi nuova Alfa Romeo arrivi sul mercato, Suv compresi, questa dovrebbe presentare le principali caratteristiche del marchio e cioè una tecnologia di altissimo livello, prestazioni straordinarie e lo splendido design italiano.” Tuttavia, il Ceo del Biscione ci tiene a precisare che per quanto grande possa essere questo Suv, questo non dovrebbe disporre di sette posti a sedere.

Il motivo è che il Biscione deve rimanere coerente con la sua sportività e dunque questa mal si concilierebbe con la presenza di 7 posti. Bigland per far comprendere meglio il suo pensiero chiede al suo interlocutore se è possibile ipotizzare un Suv a 7 posti che fa giri record al Nurburgring. Ovviamente la risposta non può che essere negativa.

  • per riprendere e sorpassare le crucche bisognerà far uscire almeno un modello nuovo all’anno…anche se io preferirei l’ammiraglia e lo spider al più presto ( con la nuova Giulietta in rampa di lancio )

    • naja

      io penso sia meglio come sta facendo fare Marchionne, un modello alla volta, piuttosto un po’ più tardi che fatto male.
      anch’io non vedo l’ora che arrivi finalmente la Spider, o almeno GTV/Giulia Coupé, e naturalmente l’ammiraglia DEVE essere uno spettacolo, ma dai, abbiamo aspettato cosí tanto, ma la Giulia é un inizio favoloso, se va avanti cosí aspetto molto volentieri!
      in fin dei conti, non si tratta, per adesso almeno, di superare le tedesche nei numeri di vendita, ma di dimostrare che Alfa é rinata, ed é perlomeno all’ altezza della concorrenza.
      pochi modelli aumentano l’esclusivitá della marca, e finora, anche se la Giulia s’é fatta aspettare parecchio, penso non siano stati persi clienti, anzi…

      • Matteo

        Si ma dal punto di vista dell’immagine lanciare due modelli a distanza ravvicinata creerebbe più scalpore e più curiosità dal grande pubblico ossia quello che non conosce il mondo delle auto nei minimi dettagli, es. Suv full size e Ammiraglia

        • naja

          hhhm, non lo so, Alfa non punta a diventare un produttore di massa, quindi sono piú importanti i clienti diciamo “raffinati”, o insomma che sanno cosa aspettarsi, chi non ne ha idea non spende cosí tanti soldi per un’ auto “sconosciuta”.
          La Giulia ha giá suscitato molto scalpore e curiositá, nonostante, o proprio anche perché si é fatta aspettare, per poi superare le aspettative, e questa é la maniera migliore per ricreare un’ immagine di alto livello.
          d’ altro canto, sembra che lo Stelvio arrivi presto, non penso abbia senso avere fretta di presentare altri modelli, soprattutto se andrebbe a nuocere sulla qualitá.
          meglio prima rifarsi un nome, poi i numeri vengono da soli.
          e come detto, certo, l’ ammiraglia o il SUV piú grande faranno parlare tanto, ma sono settori molto difficili e costosi, e proprio qui é assolutamente necessario che la qualitá sia impeccabile, meglio pochi modelli, ma buoni, piuttosto che voler troppo, troppo presto.
          per conto mio il Marchionne sta facendo le cose perfette, non vedo la necessitá di cambiar rotta.

          • umberto

            Ha fatto delle ottime analisi che condivido….. Il ritorno dell’Alfa nel suo segmento deve avvenire in maniera graduale….. E il suo segmento sono la tipologia di clienti…. Come nel passato!

          • Paolo Guidi

            Esatto le cose vanno fatte a gradi senza ansie ma ragionate . L’Alfa deve ritornare alla sua esclusività

            • umberto

              Pienamente d’accordo, nell’ambito del gruppo vi sono altri ottimi prodotti che coprono i vari segmenti….. Alfa e Alfa!

  • naja

    spero che Alfa non faccia lo sbaglio di concentrarsi troppo sul mercato americano, é vero che é un mercato molto piú grosso di quello europeo, ma negli USA se ne fregano dell’ immagine, in Europa é molto importante.
    se un SUV su base Levante é perfetto per l’America, dove Maserati é giá conosciuta, e il mercato é vasto, in Europa potrebbero rubarsi clienti a vicenda, e un SUV di dimensioni cosí grosse é terreno sconosciuto per Alfa, e ci passa solo fino a un certo punto con l’ immagine sportiva.
    il SUV su base Giulia sará piú piccolo, leggero e sportivo, quindi meno uno schock per i clienti tradizionali europei, e farebbe da “aperitivo” per il SUV piú grosso.
    non sarebbe neanche sbagliato, se anche negli USA arrivasse prima il SUV piú sportivo, appunto per far conoscere Alfa.
    e d’altro canto, far rinascere Alfa cosí bene con una berlina, e subito dopo presentare giá due SUV sarebbe secondo me osare troppo, troppo presto.
    egregio sig. Marchionne, ci dia per favore prima una bella sportivetta, Alfa ha ricominciato troppo bene per venir presa come una marca da SUV…
    o almeno l’ ammiraglia, che andrebbe anche benissimo per l’ America…

    • Gianni Polimeni

      Ridateci la GTV!!!!

  • Maurizio Dallara

    Prima di questo suvvone ci vuole una coupé a base Giulia… Magari con un altro nome ed un po’ diversa dalla Giulia… Non come fanno i tedeschi…

  • Maurizio Dallara

    E comunque spero ci mettano dentro un po’ di tecnologia “Alfa” come lo sterzo elettrico ed il sistema frenante “digitale” della giulia oltre al 2.9 v6