Alfa Romeo Concept DTM 2016: Giulia ultima speranza?

Alfa Romeo Concept DTM 2016
Alfa Romeo Concept DTM 2016

Con Alfa Romeo Concept DTM 2016 si torna a parlare della celebre competizione automobilistica. Sono passate due decadi da quando Nicola Larini portò alla vittoria la sua Alfa Romeo 155 V6 TI al Mugello nel 1996. Quella fu l’ultima vittoria di un veicolo del Biscione in quel campionato così spettacolare che però aveva già deciso di cambiare nome, diventando l’International Touring Car Championship. Nelle idee degli organizzatori questo doveva servire a dare a questa competizione un taglio più internazionale, ma purtroppo le cose andarono male e questo segnò la fine di questa competizione che indubbiamente negli anni 90 visse un momento di grandissima popolarità tra gli appassionati di automobilismo. Solo dopo 4 anni si riuscì a tornare al DTM, ma ormai la competizione aveva esaurito la sua spinta propulsiva che tanto famosa l’aveva resa negli anni 90. 

Alfa Romeo Concept DTM 2016 fa sognare i fan

Ovviamente il fatto che dal 1996 Alfa Romeo non ha più partecipato a questo campionato a molti è dispiaciuto, tanto che più di qualcuno ha parlato di un vero e proprio vuoto che le soddisfazioni date dall’Alfa 156 nel Campionato Europeo Turismo non sono comunque riuscite a riempire. Ora che la casa del Biscione ha intenzione di riconquistare un ruolo di prestigio all’interno del mondo dei motori, a qualcuno è balenata l’idea che nel futuro prossimo del brand italiano di Fiat Chrysler Automobiles vi possa anche essere la possibilità di tornare nuovamente a dire la propria nel campionato DTM, questa volta con la Giulia.

Alfa Romeo Concept DTM 2016 By LP Design

Ovviamente al momento non vi è alcuna certezza su questa possibile partecipazione di Giulia, che da molti viene considerato più che una certezza un auspicio. Ma l’idea fa sognare i fan, come dimostra Alfa Romeo Concept DTM 2016 realizzato da LP Design,  mentre le parole di Marchionne di qualche mese fa aprono qualche spiraglio. Il numero uno del gruppo italo americano aveva lasciato intendere ad un possibile ritorno di Alfa Romeo nel mondo delle corse. Qualcuno aveva ipotizzato un ritorno in Formula Uno, altri invece pensano si riferisse proprio al Campionato Turismo.

 

Alfa Romeo Concept DTM 2016
Alfa Romeo Concept DTM 2016 by LP Design

Leggi anche: Fiat Punto nuova generazione: le parole di Altavilla creano qualche speranza

 Un po’ di storia del Biscione per quanto riguarda il DTM

Ricordiamo che l’ingresso nel celebre campionato di Alfa Romeo risale al 1993, periodo di grande risalto di questa competizione, in cui il Biscione decise di cimentarsi  allo scopo di  promuovere la nuova Alfa 155 stradale, sfruttando al contempo anche l’esperienza del progetto Delta Integrale. Questo modello si avvaleva del celebre V6 Busso: 2,5 litri, da  12.000 giri e una potenza che si avvicinava a 500 cavalli. Completava l’opera la presenza di un telaio tubolare e una carrozzeria in carbonio che garantiva il massimo dell‘aerodinamicità. 

Grazie a quello che possiamo tranquillamente definire come un vero e proprio prototipo dalle sembianze di un’Alfa 155, Nicola Larini riuscì ad ottenere grandi risultati vincendo subito il campionato e mettendo dietro vetture del calibro della Mercedes-AMG 190E. Si trattò di un’impresa rimasta nella storia, anche perchè non si ripetè mai più sebbene questa vettura restò molto competitiva sino alla fine di questa competizione nel 1996.  Non a caso questo veicolo risultò alla fine essere quello con più vittorie nel DTM. 

  • Stefano Zanchi eccola

  • Che armata !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Massimiliano Beretta

  • naja

    il DTM attuale non ha piú niente a che vedere con quello di una volta, adesso sono auto con tecnica praticamente identica, standardizzata, e solo la carrozzeria ricorda un auto di serie della rispettiva marca.
    non é piú un campionato, ma una presa in giro degli spettatori, certo, le auto assomigliano alle concorrenti dirette della Giulia, ma é una cosa stupida, e tutta tedesca, sarebbero soldi buttati via.
    Marchionne parlava della Formula 1, anche se secondo me sarebbe assurdo andare a fare concorrenza alla Ferrari.
    per conto mio la soluzione migliore sarebbe il WEC, o come GT4, o da GTE, é la serie che piú si potrebbe paragonare al DTM di una volta, anche se i circuiti sono molto piú ampii e lunghi, é una serie internazionale, ed é una cosa seria, non tutti con la stessa tecnica.
    “la Giulia vince a LeMans” suona bene, no?

  • Fatemi sognare!!!

  • Alessandro Sgreccia Davide Casavecchia Simone Casagrande

  • Speriamo

  • Iohann Margutti

  • Fino a quando ci sarà un Marchionne, che pensa solo ai numeri, solo ai profitti, solo ai propri nteressi, tutte queste belle cose che leggiamo rimangono solo utopia, di concreto stiamo vedendo ben poco.

    • umberto

      Interessante teoria….. Di concreto c’è che lunedì ritiro la Giulia e se non arrivava marchionne col cazzo che rifacevano un Alfa come si deve, quindi onestamente ben venga che ha pensato ai numeri e ai profitti cosi ha potuto riportare l’Alfa ai livelli pre Fiat …. Livelli che i vari porci esterofili del cazzo non avrebbero mai voluto…. Ma d’altronde chi dirige in azienda a cosa deve pensare?

      • Completamente d’accordo. Auguri per la Giulia, gran ferro… detto da un bimmer (e non sono nemmeno l’unico!) 🙂

        • umberto

          Ti ringrazio….. Vedrò di trattarla come merita!

          • naja

            be’ certo, mi raccomando!!!
            tanti auguri, e un pochino di invidia, non posso nasconderlo! 😉

            • umberto

              Ancora grazie per gli auguri, ti posso assicurare che dopo questo primo viaggetto non posso che riconoscere che è una macchina veramente ottima…. Un pochino di invidia ci vuole….. E lo capisco, se non l’avessi comprata lo sarei anche io un po’ invidioso, è troppo bella e per me è la fine di un’arttesa che dura dal 1997…. Non riesco ancora a credere che ho di nuovo un Alfa a trazione posteriore per tutti i giorni… Certo sotto non c’è il bialbero, ma il carattere, anche del motore, è proprio da Alfa Romeo!!! rischio di passare la notte in garage a guardarla!!!

      • Paolo Guidi

        Ueila complimenti ! che versione hai preso? Hai fatto benone ti porti a casa la numero 1 , qualé il colore che riveste la livrea ? Dai raccontami tutto , hai ragione a ribadire che se non fosse arrivato Marchionne questa Alfa Romeo non sarebbe ritornata . Concordo ma fagliela capire !!!!!!!

        • umberto

          Ciao Paolo, alla fine ho ceduto e ho comprato la diesel 180 cv, volevo prendere il benzina ma non sono ancora pronto per il cambio automatico…. Era bella pronta in concessionario, colore canna di fucile ( che chiamano grigio Vesuvio) pacchetto sport, interni pelle e tessuto neri, cerchi da 18 e pinze freni rosse….. La ragione mi imponeva di aspettare, ma il cuore ha ceduto e così finalmente dopo 19 anni torno a guidare tutti i giorni un Alfa a trazione posteriore….. Mercoledì l’ho vista, è lunedì la ritiro…. Non vedo l’ora!!!!!
          Per quanto riguarda marchionne già qualche anno fa disse che voleva riportare l’Alfa ai livelli che meritava, e io ero convinto che lo avrebbe fatto, all’epoca tutti a criticare che se ne sbatteva, che voleva far cassa con la vendita del marchio ecc. Ecc…. Oggi ha mantenuto la promessa e c’è ancora gente che critica….. Purtroppo è la continua storiella ideologica, perché se queste persone ragionassero con la loro testa e non con le solite cazzate dei vari sindacalisti o dei ferventi comunisti ( con villa e suv di lusso …. Perché sono comunisti con il culo degli altri)…. Comprenderebbero che senza l’arrivo di questo soggetto oggi la Fiat non esisterebbe più! Quindi ho ammettono chiaramente che a loro dei lavoratori Fiat non glie ne frega nulla oppure prima di scrivere cretinate sarebbe meglio che ragionino…..

          • Paolo Guidi

            Ti rinnovo i complimenti per l’acquisto , bellissimo il colore con i cerchi da 18 ‘ e pinze a contrasto rosse figata pazzesca . Torno da una cena con amici uno do loro mi ha fatto vedere la BMW Serie 3 linterno è orrendo della serie vorrei ma non posso , mette tristezza meno male che la detto lui esiste ancora un po’ di coerenza . Su Marchionne bisognerebbe fargli un monumento perché quello che ha fatto partendo dalla situazione di criticità che tutti conosciamo non so se altri sarebbero stati in grado di conseguire gli stessi brillanti risultati , tutti erano lì affacciati a gufare sperando nel fallimento totale e invece l’anno preso nel culo . Complimenti ancora grande !!!!!

            • umberto

              Ti ringrazio, vedi su bmw posso parlare per esperienza diretta in quanto in un breve periodo di rimbambimento dovuto alla carenza della trazione posteriore ho fatto la cretinata di acquistarne una ….. Un cesso colossale!!!! interni patetici e affidabilità quasi inesistente! …. Su marchionne pienamente d’accordo….. Dopodiché personalmente gli farei un monumento già solo perché mi ha ridato la possibilità di avere di nuovo un Alfa come piace a me!!!!!

          • Paolo Guidi

            Ciao domani dai un degno saluto alla tua 159

            • umberto

              Sicuro, domani ci facciamo un’ultima corsetta insieme…. Un po’ mi dispiace, la 159 è una gran bella Alfa, mi sono tolto tante soddisfazioni con lei! una vera Alfa Romeo!

          • Antonio Carbone

            Grande e complimenti per il bel ferro che hai comprato.sono un po’ invidioso … Dimmi che macchina hai lasciato?

            • umberto

              e si è veramente bella…. e tra un’ora vado a ritirarla!!!!! …. ho lasciato una bellissima 159 sw 2.0 jtdm, grande Alfa Romeo, una macchina che mi ha dato tante soddisfazioni e che, un po’, mi dispiace vendere….. ma finalmente è ora di tornare al passato!

              • Paolo Guidi

                Allora ritirato il missile ?

                • umberto

                  Ritirato!!! Che posso dire ………UNO SPETTACOLO!!!!! È meravigliosa, motore che spinge bene, anche se per adesso sono in rodaggio e quindi non più di 2000 giri (ho le mie tradizioni del rodaggio), guidabilita eccezionale, stabilità in curva da Alfa Romeo, silenziosità di marcia ottima, risposta ai cambi di direzione da go kart, impostazione di curva da buona trazione posteriore, sottosterzo praticamente inesistente (però la prossima settimana che avrò finito il rodaggio la metto alla corda e vedrò come si comporta, ma onestamente le basi sono ottime quindi non penso che avrò particolari sorprese) sistema frenante fin eccessivo ma modulabile con una facilità impressionante, comodita notevolmente superiore alla 159, però non ai livelli della 166 (quella era un vero salotto sportivo viaggiante) ed un ottima abitabilità per quattro, visibilità ottima in tutte le direzioni, per questa sera ho fatto un viaggetto breve (150 km) ma con tante belle curve e ha dimostrato veramente il carattere, ha un ottima aderenza laterale in accelerazione in curva e non patisce le correzioni anche a velocità sostenuta (con la storia del rodaggio ero sempre nei limiti autostradali) ed infine i consumi….. Penso che vada solo ad aria perché non beve nulla!
                  Il mio giudizio dopo questo modesto viaggetto e che hanno fatto una macchina stupenda è qualcosa di veramente particolare con un piacere di guida strepitoso!!! Penso proprio che avrà un grosso successo!

                  • Antonio Carbone

                    Una foto la posti?

                    • umberto

                      Appena riesco volentieri

                  • Paolo Guidi

                    Deve avere un grande successo perché se lo merita, ci mancherebbe altro , mi ha fatto piacere che hai avuto un ricordo per la 166 sai non c’è giorno in cui non la rimpianga ieri ne ho incrociata uno identica alla mia con un colore simile alla tua GIulia , era fantastica e abbiamo avuto il privilegio di possederla tutti e due e mostrarla per le strade che si percorreva sotto lo sguardo ammirato dei passanti

                    • umberto

                      Anche io la rimpiango, è stata una grande macchina che stupidamente ho venduto! Il problema maggiore è che la mia la vedo sovente e ogni volta vorrei ricomprarla, ma ormai deve far parte dei ricordi! Per me la 166 è stata la migliore Alfa dell’era Fiat, velocissima, stabile, comoda in maniera spettacolare e con una reattività nel misto stretto impensabile per una macchina di quella categoria….. D’altronde è un Alfa!
                      La Giulia è un ritorno al passato, non solo Alfa ma anche mio, e di quel passato a tutte le caratteristiche, compresa l’indicazione sul libretto Alfa Romeo S.p.a…. Invece che Fiat Automobili!!!

                    • Gianni Polimeni

                      Non ho avuto la 166, ma ho avuto la 164 6VTB, con cui ho sverniciato per 10 anni tutte le tedesche. Però dopo mi sono comprato la GT!!!

                    • umberto

                      grande macchina la 164, provai la V6 ed era ottima, comoda, stabile e velocissima, una gran macchina! la Gt purtroppo non adeguatamente valorizzata dalla rete di vendita. non ho dubbi sulle sverniciature!

                    • Paolo Guidi

                      Il cambio di rotta è iniziato e non si torna più indietro

                    • umberto

                      assolutamente no…. e onestamente dopo due giorni e circa 650 km percorsi, di cui 80 in una bella statale con tornanti, non posso che dire che questa macchina è meravigliosa!

    • naja

      ma in che mondo vive, che droghe si prende???
      ma che numeri, dai, mi sembra che Lei stia dando i numeri…
      nessun’ auto dell’ “era Marchionne” é arrivata troppo presto sul mercato, solo per fare numeri, nessuna di queste auto ha problemi di qualitá, come sembrava facesse parte della filosofia del gruppo Fiat, la Giulia é la prima “vera” Alfa da decenni, ed é perlomeno al livello della concorrenza tedesca (tutto il mondo ci sta provando da decenni, ma pochi ci sono riusciti, soprattutto con un modello completamente nuovo, nato dal niente), la Levante sta vendendo molto piú di quello che si sognava, la Renegade, e la 500 con le sue varianti vendono senza sosta, della 124 (sulla cui base non c’ é proprio da lamentarsi), proprio in Germania, é giá stato venduto il contingente per tutto l’ anno, addirittura la Tipo viene riconosciuta dai tedeschi come un’ ottima macchina, con un ottimo rapporto qualitá/prezzo, Maserati e Alfa riscoprono il mercato mondiale, ecc. ecc. quasi niente da vedere, no?
      per quanto riguarda i profitti, Marchionne é uno dei pochissimi CEO, che invece di fare il passo piú lungo della gamba, ha detto chiaro e tondo, si fa qualcosa se ci sono soldi, invece di far debiti o investimenti a perdita.
      quindi, mi spieghi che numeri, che profitti, e che interessi personali, sono mooooolto curioso!
      ah sí, chi vede poco va dall’ ottico, di solito, invece di sparare cazzate a raffica.
      …anche se talvolta lo psicologo sarebbe meglio…

    • remo bianchi

      Non ti preoccupare.Prima o poi ti passa.Hai ragione bisogna produrre 10 modelli e venderne 100 ognuno.Così ci saranno più posti di lavoro.Inoltre gli azionisti dovrebbero insieme alo stato pagare di più gli operai e chiunque lavori nel azienda.Di concreto non vedo jeep,500 ,tipo,GHIBLI ……forse sono altre auto camuffato che qualche nostalgico compra e poi riveste .Meglio quando c era Romiti.Hai ragione però mi sa tanto che sei uno dei pochi che la pensa così è forse non cambierai mai pensiero perché molti hanno un odio nei confronti di chi giustamente ha fatto tanti flop da quando comanda.Meglio chiamare Landini o qualcuno della Fiom per fare le auto giuste.Loro si che sanno come si fa e soprattutto non pensano ai profitti personali ma a quelli dei lavoratori.Quegli esempi li hai sotto agli occhi e si vedono sui giornali.

    • winston-universe

      Un impresa che non fa profitti, nal caso migliore dovrà lincenziare, nel caso peggiore chiude.
      Il problema principale del Italia sono i suoi politici, insieme a sindacati è confindustria. Un gigantesco branco di deficienti è nulla facenti, assolutamente allo sbando è non in grado di condurre un paese. Se si guarda la gestione della crisi dei governanti italiani sembra guardare un film Horror, un ignoranza è incompetenza spaventosa.
      Gli Italiani con questi governanti non sono da invidiare.

  • Sarebbe grandioso

  • umberto

    Indubbiamente un ritorno con la Giulia nell’ambito delle corse non sarebbe male! Se rifaranno l’autodelta come hanno rifatto l’abarth potrebbe essere…. Col tempo vedremo!

  • ILKönz

    C’era un abisso tra la 155 V6 Ti del ’93 e quella del ’96. Quest’ultima ormai montava una V6 a 90 gradi che nulla aveva a che fare con il Busso ma derivava dal PRV. Tra l’altro era montato a sbalzo anteriormente proprio come sulle vecchie Quattro degli anni ’80 che gareggiavano nel gruppo B. Anche la stessa trazione integrale della Deltona era praticamente già scomparsa, perchè l’Abarth, oltre ad elaborare naturalmente il PRV di cui sopra, si occupò di assemblare ad hoc cambio, albero di trasmissione, rinvii, differenziali…insomma, tutto il drivetrain.
    Era anche il periodo delle “diavolerie elettroniche” come le ha sempre chiamate lo stesso Larini: ABS, antipattinamento, cambio elettroattuato… quando nel ’93 c’era ancora il cambio ad H per esempio. Ma poi era proprio tutta la plancia che brulicava di levette e pulsanti
    Infatti sempre lo stesso Larini ha definito la sua prima 155 da gara un “mulo” mentre l’ultima “un aereo”
    L’ITC fu una bella idea, ma purtroppo l’ingordigia degli alti vertici
    FIA rovinò tutto e si dovette tornare ad un DTM di nuovo circoscritto ai
    soliti circuiti tedeschi.
    Inutile
    illudersi, il campionato DTM ora è una vetrina esclusiva ad uso e
    consumo di Audi, BMW e Mercedes, quindi meglio guardare altrove per
    promuovere l’Alfa tramite il motorsport. Tutto tranne la F1, ovviamente.

    • naja

      grazie per le informazioni, molto interessante!
      …non che qualcuno pensi io abbia qualcosa di personale contro di te! 😉

    • Gianni Polimeni

      Incredibile ma vero. Ogni tanto ti si deve dare ragione!!!