Alfa Romeo Giulia: nuovi spettacolari video ufficiali su Youtube

di -
Alfa Romeo Giulia Veloce 2016 Cerchio

Alfa Romeo Giulia, è una delle vetture più amate in questo 2016 automobilistico. La dimostrazione di ciò sta nel grande interesse che attira ogni cosa che riguarda questa vettura sul web, a prescindere che si tratti di una foto, un video o una news. Oggi vi vogliamo segnalare la presenza su Youtube di alcuni nuovi video ufficiali caricati dal canale ufficiale del Biscione che ritraggono la nuova automobile italiana di segmento ‘D’. Il primo dei filmati di cui vi vogliamo parlare riguarda la nuova Alfa Romeo Giulia Veloce, una nuova variante della berlina mostrata in anteprima al Salone dell’automobile di Parigi, che proprio in questi giorni si sta svolgendo nella capitale transalpina.

Alfa Romeo Giulia Veloce: primo video ufficiale

Le immagini mostrate da questa clip sono molto suggestive mostrano un’Alfa Romeo Giulia Veloce in strada. Si tratta del primo video ufficiale che mostra la nuova vettura del Biscione ripresa in movimento sulle strade di una imprecisata località.  Il video che dura poco più di un minuto pubblicato il 29 settembre 2016 rapidamente ha fatto il giro del web, suscitando grande curiosità dei numerosissimi fan della casa automobilistica italiana di Fiat Chrysler Automobiles.

Sotto al filmato compare il seguente commento pubblicato dai responsabili di Alfa Romeo: “Veloce” è un nome glorioso che evoca la tradizione di Alfa Romeo, fondata nel 1956 con il modello Giulietta e da allora illuminante per un marchio straordinariamente sportivo. Oggi, il nome Veloce glorifica un’altra Giulia, per soddisfare le esigenze dei clienti con contenuti ricchi di personalità.”

Leggi anche: Maserati Levante: già 14 mila ordini per il nuovo Suv del Tridente

Giustamente eccitati i numerosi fan del Biscione che hanno visionato questo video che mostra in maniera piuttosto convincente quelle che sono le principali qualità di Alfa Romeo Giulia Veloce, una vettura con due nuovi e inediti motori e la trazione integrale Q4. Questo modello rappresenta la giusta via di mezzo tra la versione top di gamma Quadrifoglio e i modelli base.

Alfa Romeo al Monterey Car Week 2016

Un altro video però in questi giorni ha scatenato i fan della casa milanese. Questo è stato pubblicato sempre su Youtube da Alfa Romeo Usa e ritrae Alfa Romeo Giulia insieme ad altri modelli della casa italiana, in occasione di un evento che si è svolto nelle scorse settimane e in cui la berlina di segmento ‘D’ è stata una delle principali protagoniste. Si tratta di un filmato che testimonia la presenza di Alfa Romeo al Monterey Car Week 2016. Un evento molto importante che si svolge negli Stati Uniti a Pebble Beach dove tra l’altro al brand italiano di Fiat Chrysler Automobiles è stato pure assegnato un importante riconoscimento che ancora una volta ha visto come protagonista la berlina Alfa Giulia. 

Anche questo è un video molto suggestivo che evidenzia ancora una volta la bontà estetica e tecnologica dei nuovi modelli del Biscione. Due video molto apprezzati dai fan, come sempre accade quando di mezzo c’è la casa di Arese. Vi aggiorneremo se nei prossimi giorni saranno pubblicati nuovi interessanti video ufficiali.

  • Antonio Carbone

    Proviamo a fare due calcoli…..
    Dunque questo anno la triade tedesca venderanno circa 7 milioni di veicoli.considerando che un terzo se li spartiscono A4 BMW Serie 3 e Mercedes classe C e approssimando per difetto su grande scala dicessi che sono 2 milioni di vetture vendute. Ora da commenti più o meno positivi sia da esperti e non, sia da amanti e non, fa presupporre che almeno 1 su 10 si convertono a Giulia, (fin qui nessun o scandalo se avviene perché il prodotto è valido) si prevede un acquisto per il 2017 di 200.000 Giulia. Ho tenuto fuori dal calcolo tutti gli italiani nazionalisti come me e gli alfisti a prescindere..
    Questo calcolo fa presupporre che ogni giorno Cassino deve sfornare auto per almeno 550 e dato che sono a piena potenza con 200 veicoli giornalieri e’ da dedurre che per il 2017 è necessario una forza lavoro superiore e quindi un ritorno in fabbrica di persone (in primis i cassintegrati, poi nuo assunzioni). In breve si auspica più redditi più capitale che circola in Italia e anche aumento del Pil . Dici niente? La Germania non gradisce….